Cerca Hotel al miglior prezzo

Ermatingen (Svizzera): alla scoperta del borgo sul Lago di Costanza in Turgovia

Ermatingen, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Tra i tanti comuni dello splendido Canton Turgovia, Ermatingen si distingue per la sua tranquillità e la placida bellezza, tipiche delle città situate sui laghi. Il Lago di Costanza, che qui si trova nella parte dell’Untersee, è infatti protagonista indiscusso di Ermatingen su molti fronti: senza dubbio è protagonista dell’economia locale, che per molto tempo si è basata quasi interamente sulla pesca, ma è anche fulcro del turismo e delle tradizioni di questo bel paesino, pronto ad accogliere visitatori in cerca di un po’ di pace.

Il lago ha inoltre giocato la sua parte anche nella storia di questa località, in particolare per quanto riguarda la sua posizione dal momento che l'area dell’Untersee (la sponda del lago in cui si trova Ermatingen) collega questa zona direttamente al fiume Reno, uno dei maggiori corsi d’acqua europei.

Partiamo dall’inizio, dalla lunghissima e remota storia di Ermatingen, sul cui territorio sono stati scoperti reperti appartenenti alla remota era neolitica, con ritrovamenti risalenti all’età del bronzo, a testimonianza di quanto sia antica la presenza dell’uomo su questa sponda del lago.

La prima menzione ufficiale di Ermatingen, denominata all’epoca col toponimo di Erfmotingas, risale però al 724, quando questa comunità era possedimento del vicino monastero di Reichenau. Delle successive vicissitudini di Ermatingen, sappiamo che esso fu purtroppo distrutto nel 1499 nel contesto della Guerra Sveva, in cui gli otto cantoni si allearono contro gli Asburgo per impedirne la leadership sulle Alpi centrali. Alla guerra seguì una progressiva ripresa e il paese si avviò verso uno sviluppo sommario grazie all’espansione della “Seestrasse”, la strada sul lago. Le attività commerciali, insieme alla pesca e alla viticoltura, furono le principali fonti di sostentamento del paese per molto tempo. In tutto ciò non va ovviamente dimenticato il turismo che, complice la presenza dello specchio lacustre, è sempre stato piuttosto florido.

Visitando Ermatingen, vi accorgerete che oltre all’Untersee, questo piccolo paesino ha molto da offrire. Non è una città imponente e dai maestosi monumenti, certo, ma passeggiare per questa tranquilla comunità vi permetterà di immergervi in un grazioso contesto quasi fiabesco, in cui a farla da padrone sono la meravigliosa natura che mischia l’ambiente lacustre a quello di campagna, e le bellissime casette della tipica architettura svizzera, di cui un caratteristico esempio è la famosa Gasthaus Adler, imperdibile se siete in cerca di un hotel in questa zona. Questa incantevole locanda si contraddistingue per essere un vero e proprio pezzo di storia locale, conosciuta come la più antica dell’intero cantone, avendo peraltro ospitato personaggi illustri del calibro di Hermann Hesse, Thomas Mann e persino Napoleone III.

Meritano poi una visita il Castello di Woflsberg, costruito nel 1571, che presenta una pregevole torre dell’orologio situata di fianco alla biblioteca; la notevole Villa Lilienberg, esempio di architettura neoclassica costruita nel 1840; il Vinorama Museum, dedicato alla cultura e alle tradizioni locali, con un particolare accenno alla viticoltura. Questo folcloristico e interessante museo si trova all’interno della neoclassica Haus Phönix e, visitandolo, potrete andare alla scoperta non solo della storia e delle tradizioni di Ermatingen, ma anche della Turgovia e, soprattutto, potrete saperne di più sull’affascinante storia della viticoltura turgoviese, da cui ha avuto origine anche il famoso vino Müller-Thurgau.

Se volete immergervi appieno nella cultura e nel folclore di Ermatingen, non potete perdervi il suo famoso Carnevale, il Groppenfasnacht, cioè il Carnevale dello scazzone. Questa splendida festività prevede un grande corteo aperto da un’enorme riproduzione di uno scazzone, a cui fanno seguito sfilate in maschera e carri allegorici. Tutto ciò, insieme alla celebrazione per l’arrivo della primavera, rende il Groppenfasnacht un evento davvero unico nel suo genere.

Per arrivare a Ermatingen dall’Italia, occorre percorrere l’autostrada A9 Como-Chiasso, proseguire poi sulla A2 e seguire per Zurigo/Schwyz/Altdorf. Continuare sulla A4/E41 seguendo le indicazioni per Zurigo. Imboccare la A7 in direzione Kostanz/Kreuzlingen/Frauenfeld e seguire infine le indicazioni per Ermatingen.

  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close