Cerca Hotel al miglior prezzo

Holasovice (Repubblica Ceca): visita al villaggio Patrimonio UNESCO

Holasovice, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La storia di Holašovice, grazioso villaggio rurale compreso nell’hinterland municipale di Jankov, ha dell’incredibile e del pittoresco, qualcosa che nella Boemia meridionale ha fatto eco tanto da far guadagnare al proprio soggetto il titolo di Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1998.

Storia

Questo villaggio della Repubblica Ceca, originatosi in epoca medievale, venne abbandonato durante la Seconda Guerra Mondiale ma la sua improvvisa connotazione di paese fantasma ha permesso ai vecchi edifici di mantenere un ottimo stato di conservazione, aspetto tornato utile in seguito, tant’è che si decise di restaurarlo per dar adito a una progressiva ripopolazione compiutasi appieno nel 1990, l’anno della risurrezione di una realtà che sembrava destinata a scomparire dalle carte geografiche.

Invece eccolo lì, il redivivo Holašovice, i cui minuscoli caseggiati si dispongono tutt’intorno a un’ariosa piazza rettangolare il cui verde luminoso e lo stagno sul quale essa si specchia si fondono in un contesto di naturalità intraurbana. Dalla fondazione a oggi, dati demografici e conteggi catastali non hanno subito grossi stravolgimenti se si pensa che nel 1530 i residenti erano 17, nel 1840 ca. 184 occupanti complessivamente 24 case, nel 1914 163 unità e nel 2001 136 persone risiedenti in 60 edifici.

Cosa vedere ad Holašovice

Pochi abitanti, dunque, e tanta vivibilità in un crogiuolo di incantevole tranquillità permeante villette, fattorie, giardini e la Cappella di San Giovanni Nepomuceno, eretta nel 1755 sotto l’influenza architettonica tardo gotica e perciò più vecchia di tante altre strutture sorte nel XIX secolo secondo uno stile di realizzazione assimilabile al barocco.

Holašovice s’ammanta di un fascino che rievoca fatue atmosfere fiabesche tipiche di molti antichi racconti e moderni film fantasy, è una perla esteticamente e geograficamente bohemienne imperniata su un impianto primigenio retto da 17 fattorie con tanto di stalle e granai, i cui frontoni lavorati e variopinti costituiscono il motivo essenziale del riconoscimento UNESCO, senza ovviamente nulla togliere alla presenza inusuale di una fucina da fabbro, una coppia di osterie e il mitico podere n°6, che i turisti devono assolutamente visitare inoltrandosi nel suo cortile per carpire il vetusto modus operandi dei contadini di un tempo, insomma un piccolo museo etnografico di dichiarato interesse.

C’è poi il laboratorio di ceramica che si presta ad accogliere tutti coloro che intendono provare a plasmare con le proprie mani tazze, anfore o persino la piastra con il numero civico da appendere all’ingresso della propria abitazione. La vita comune si svolge tutt’intorno all’emporio, ch’è poi l’unico negozio del nucleo urbano, a un produttore di squisito miele e al ristorante Jihočeská hospoda Holašovice, che propone una cucina tradizionale ceca e menù più che altro a base di carne. Il soggiorno è garantito da tre epicentri ricettivi, hotel come il Selský dvůr, lo Špejchar u Vojty e Mr. Pečený, i cui prezzi modici non sacrificano qualità e accoglienza.

Magia e misticismo si fondono nella Stonehenge di Holašovice, un moderno cerchio celtico formato da 25 pietre che si raggiunge scalando una collina a sud del villaggio, camminata che vale davvero la pena sia per ammirare l’area, sia per godere di una vista spettacolare estesa a tutto il paesaggio circostante. In effetti non si capisce il motivo di questa installazione eretta nel 2008, ma il luogo ha il suo fascino.

Český Krumlov

Se vi viene voglia di scarpinare un altro po’, recatevi al cospetto del maestoso castello di Český Krumlov, il cui pezzo forte rimane sicuramente l’annesso teatro barocco. L’ideale è programmare una gita nella stagione estiva così da avere a favore un clima nel complesso molto soleggiato ma mai afoso, perfetto per passeggiare all’interno del villaggio ma anche fuori, magari addentrandosi in quella stupenda area protetta costituita dalla foresta di Blanský. A luglio divampano allegria e folclore, sprigionati dalla Festa del paese, animata da musica, dalla rappresentazione degli antichi mestieri, da concerti di cornamuse e stand gastronomici senza dubbio graditi dai turisti.

Come arrivare ad Holasovice

In auto bisogna prima arrivare alla vicina città di České Budějovice, poi seguire le indicazioni per Čakov percorrendo la strada 14319 prima di girare a sinistra immettendosi nella 14324 diretta a Holašovice; a České Budějovice è presente anche la stazione ferroviaria, collegata al villaggio dalla linea bus 320090; l’aeroporto cui fare riferimento è ubicato a Praga.

  •  

 Pubblicato da - 07 Settembre 2017 - © Riproduzione vietata

News più lette

close