Cerca Hotel al miglior prezzo

Shaftesbury (Inghilterra): visita tra la Gold Hill e l'Abbazia

Shaftesbury, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Piccola cittadina arroccata su una collina che scruta, dall’alto, la dolce Valle di Blackmore, Shaftesbury è senza alcun dubbio una delle più belle cittadine rurali di tutta l’Inghilterra grazie (anche) al maestoso scenario nel quale si trova incastonata.

Storia

La sua storia, poi, e la sua grazia naturale fanno il resto. Costruita all’incirca agli inizi del VIII secolo, è nell’880 a.C. che il Re Alfredo il Grande vi costruì la cittadella fortificata, a difesa degli attacchi frequenti e sanguinosi perpetrati dagli invasori danesi, cui fece seguito anche la fondazione dell’Abbazia Benedettina di cui ora, però, si possono ammirare solo più i resti e alcuni oggetti gelosamente custoditi all’interno del museo ad essa dedicato. La città è così bella e particolare anche perché, ad oggi, mantiene ancora quasi completamente inalterata la configurazione che prese nel 18° secolo.

Idealmente collocata su antiche rotte commerciali, Shaftesbury è stata una città a vocazione prettamente business per secoli e, ancora oggi, tutti i giovedì si tiene un enorme e frequentatissimo mercato al dettaglio animato da banchi di frutta e verdure, libri, area dedicata al vintage e tante altre meraviglie. In più, Shaftesbury si trova collocata in una posizione meravigliosamente strategica per visitare altri siti d’eccellenza quali Stonehenge, Bath e Bristol.

L'Abbazia di Shaftesbury

Partiamo subito alla scoperta della sua famosa e antichissima Abbazia: gli scavi che riportarono alla luce questo monastero un tempo famoso ed estremamente influente si trovano all’interno di un giardino cinta da alte mura e abbellito da un frutteto di origine medievale. Oltre a poter ammirare le pietre, antiche fondamenta dell’Abbazia, si può visitare il museo che racchiude la storia del primissimo convento benedettino dell’Inghilterra anglosassone che funse, per oltre 650 anni, da vero e proprio motore propulsivo per la prosperità della città e di tutta l’area circostante. La struttura, magnifica ed imponente, venne rasa al suolo dietro ordine di Enrico VIII nel 1539. Nel museo sono raccolte costruzioni in pietra intagliate, tra cui anche alcune dell’epoca sassone, piastrelle di epoca medievale e altri oggetti rinvenuti nei luoghi interessati dagli scavi. Il Museo è aperto tutti i giorni, dal 1 aprile al 31 ottobre, dalle ore 10 alle ore 17 con orario continuato. Il costo del biglietto d’ingresso è di 3 £ per gli adulti e gratuito per i bambini sotto i 16 anni accompagnati.

Gold Hill, la Collina d'Oro

Altra visita imperdibile è quella dedicata a Gold Hill, una stretta stradina lastricata famosissima per essere stata inclusa in una celebre pubblicità inglese (firmata dal regista Ridley Scott nel 1973), ma anche (per noi italiani fan del maghetto Harry Potter) per essere stata usata nella copertina del libro di J.K. Rowling “Il seggio vacante”. Il panorama che si gode dalla cima della strada, verso il basso, è stato definito “uno dei più romantici di tutta l’Inghilterra”, grazie ai suoi cottage pittoreschi. Qui si può visitare, tra l’altro, il Museo e Giardino di Gold Hill. L’attrazione trova sede all’interno di due edifici storici: uno era, un tempo, la casa di un prete e dalla quale si può ancora “tenere d’occhio” attraverso un’apertura nel muro la vicina Chiesa di San Pietro. L’altro, invece, era un tempo una locanda in cui i mercanti in visita nella città usavano come ricovero per la notte. Il meraviglioso Giardino, invece, regala una vista spettacolare sulla Valle Blackmore, plurimenzionata da Thomas Hardy.
Nel Museo, sei ampie gallerie disposte su due livelli raccontano la storia della città e del distretto dai tempi della fondazione ed espongono reperti quali il più antico camion dei pompieri di tutto il Dorset, risalente al 1744, raffinati pizzi e costumi d’epoca, bottoni tipici della zona prodotti a mano e addirittura un gatto mummificato. L’ingresso al Museo di Gold Hill è gratuito, ma si consiglia di lasciare una donazione. Per maggiori informazioni sull’attrazione, visitare il sito www.goldhillmuseum.org.uk
Orari di visita: dalle 10.30 alle 16.30, con orario continuato.

Cosa fare e vedere

Dopo la sosta a Gold Hill, dirigetevi nel quartiere di Bimport dove troverete la maestosa Chiesa della Santa Trinità. Ricostruita nel 1842 sugli antichi resti di un altro edificio religioso, la Chiesa mostra il tipico stile gotico inglese e comprende una navata centrale, navate laterali, balconate e una torre svettante, con pinnacoli e sei campane.

Altro edificio religioso che merita una visita è quello di St. James, completamente ricostruito nel 1866, la cui struttura prevede una navata centrale, un presbiterio, la sacrestia, corridoi laterali, un ampio sagrato e una torretta posizionata a ovest con quattro pinnacoli, un orologio e sei campane. Il pulpito è stato realizzato in legno di quercia e decorato con elaborati intagli.

Infine, chiudete il cerchio visitando la Chiesa di San Pietro, la più antica di tutte le chiese della città, che si trova su High Street. Secondo i registri, l’edificio è databile al 1632: costruito nel tardo XV secolo, venne successivamente ristrutturato e reso riagibile alla fine del 1800.

Non c’è molto altro da fare, a Shaftesbury. Se siete dei buoni camminatori, alle pendici della collina su cui sorge la città troverete numerosi percorsi che si snodano nella campagna inglese. Stessi percorsi, possono essere fruiti anche dai ciclisti.

Dove mangiare a Shaftesbury

La Fleur de Lys offre piatti di cucina tipica inglese, ma anche soluzioni per vegetariani e per intolleranti al glutine. Vi consigliamo di scegliere il menu degustazione per contenere un po’ i prezzi. Il costo della cena, 3 portate, bevande escluse, è di 37 £ a persona. La prenotazione è obbligatoria.
Presso il The Half Moon, tipico pub inglese, vengono serviti fish&chips, panini, agnello, hamburger, ma anche gnocchi e ossobuchi, visto che il proprietario è di origini italiane. Il costo a persona, a pranzo, per un piatto unico a scelta (ma bevande escluse) parte da 10.95 £. Maggiori informazioni disponibili sul sito.
Dove dormire da Re
L’Updown Cottage, affacciato su Gold Hill, sembrerebbe risalire all’epoca medievale (prova sarebbe la zona delle cantine e i cunicoli che da essa si dipanano) e, secondo le cronache del XVII secolo, il cottage sarebbe stato ristrutturato usando parte delle antiche pietre che componevano l’Abbazia Benedettina. Il cottage deve essere prenotato interamente ed è quindi la soluzione ideale per gruppi di amici o per famiglie numerose. Il costo dell’affitto, per short break (3 giorni / 2 notti), parte da 495 £. Tra i servizi compresi nel prezzo si ricordano: tè, caffè, latte, succo d’arancia, burro e marmellata per la colazione, WI-FI gratuito, asciugamani, kit di cortesia da bagno, TV, utilizzo della cucina equipaggiata, lavastoviglie.

Dove dormire comodi, senza spendere troppo

Situato in posizione periferica rispetto al centro città, il B&B Holbrook è una soluzione carina ed abbastanza economica per vivere Shaftesbury. La nota positiva è che, contrariamente ad altri hotel inglesi, qui la colazione è compresa nel prezzo della camera. Il costo a persona, a notte, parte da 37.50 £.

Per ulteriori informazioni sulla destinazione, visitare il sito shaftesburytourism.co.uk
  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close