Cerca Hotel al miglior prezzo

Torredembarra (Catalogna, Spagna) e la spiaggia di Els Muntanyans

Torredembarra, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Nella parte sud orientale della Catalogna, a pochi chilometri da Tarragona e non lontana da Barcellona, sorge un piccolo villaggio di pescatori che nel tempo ha saputo valorizzare la sua bellezza ed attirare gli amanti del mare e della quiete: si tratta di Torredembarra, timido borgo di soli 11 mila abitanti, silenzioso e allo stesso tempo così ricco di storie da raccontare.

Il più prezioso gioiello posseduto da Torredembarra è la spiaggia di Els Muntanyans, una vera rarità se si pensa alle località balneari che costellano il litorale spagnolo, splendide ma molto turistiche e affollate: qui la natura è invece conservata integra, capace di regalare panorami unici e di rapire con i suoi profumi di sale e macchi mediterranea. Un’altra interessante spiaggia è La Paella, che offre la possibilità di fare lunghe passeggiate, mentre le scogliere di El Roquer, alte circa 25 metri, sfoggiano ben due chilometri di sublime e tragico fascino. Una volta entrati nel vero e proprio agglomerato urbano, a fare da tramite tra il mare e il villaggio c’è il porto, un gomitolo di stradine, case dai colori pastello, negozi e locali che guardano le onde.

Da qui si può partire alla scoperta della zona interna cittadina, non molto grande ma comunque interessante grazie ad alcuni punti di interesse storico e culturale: nel quartiere più antico ci si trova al cospetto del castello, risalente al XVI secolo ma rimesso a nuovo a partire dal 1998, uno degli edifici più importanti del Rinascimento catalano. Di pianta quadrata, il maniero presenta quattro torri negli angoli della struttura, e la facciata è una delle parti più belle e eleganti, con un grande portale decorato da colonne toscane.

Ma la costruzione più antica di Torredembarra è la Torre de la Villa, anch’essa di pianta quadrata e culminante con una raffinata merlatura, edificata probabilmente nel XII o XIII secolo e rinnovata in età gotica. Da vedere è poi la Chiesa di Sant Pere, realizzata in varie tappe tra i secoli XV e XVIII per sostituire un edificio precedente del XIII secolo. La chiesa è custode di un pregiato organo del 1705, in fine stile barocco, restaurato nel 1979. Altre attrattive che vale la pena conoscere in città sono Cal Checo, un edificio storico dichiarato Interesse Culturale Locale, e il faro, l’ultimo ad essere stato costruito lungo la costa spagnola durante il XX secolo.

Nonostante l’indole generalmente tranquilla e pacata di Torredembarra, il turismo ha preso piede rapidamente e i visitatori, con i loro sorrisi, le macchine fotografiche e le borse da spiaggia sotto braccio, ne costituiscono una caratteristica ormai immancabile nei mesi estivi: anche per questo motivo, non mancano in paese le occasioni di festa. A metà luglio, ad esempio, si tiene la tradizionale Festa del Quadre de Santa Rosalia. Nella stagione invernale, il 20 gennaio, si celebra invece la festa di Sant Sebastià.

Oltre a bellezze naturali, monumenti storici e manifestazioni annuali, Torredembarra offre a chi la scopre un clima tipicamente mediterraneo, perfetto per trascorrere qui le vacanze estive. Le estati sono calde e piuttosto umide, mentre in inverno si cede il passo a temperature abbastanza rigide e a un clima più secco. Le precipitazioni non sono molto frequenti, e si concentrano in primavera e verso l’autunno; talvolta i temporali sono intensi e portano molta acqua, ma in questi caso non si trattengono sulla città a lungo. La neve è un evento ancora più raro, ma non assente del tutto: capita di svegliarsi nelle mattine d’inverno e scoprire una Torredembarra imbiancata, ma velocemente i raggi di sole del giorno sciolgono il ghiaccio.

Per raggiungere Torredembarra in treno è consigliabile scendere alla stazione di tarragona, a soli 10 km dalla meta finale, e qui servirsi dei mezzi pubblici o di un’auto a noleggio. Diversamente, se si preferisce l’aereo, la struttura aeroportuale più vicina è quella di Barcellona-Prat Llob, a 70 km circa. I voli che atterrano a Barcellona provengono da varie città italiane ed europee.

Cortesia immagini: Ufficio Turistico
  •  

 Pubblicato da - 13 Febbraio 2009 - Riproduzione vietata

News più lette

close