Cerca Hotel al miglior prezzo

Gobernador Gregores, Argentina: escursioni nel Parque Nacional Perito Moreno

Nel dipartimento di Rio Chico, all’interno della provincia di Santa Cruz, sorge Gobernador Gregores, comune di quasi ottomila anime, situato a circa 250 metri di altitudine in un territorio brullo e praticamente deserto. Il paese è il centro abitato più vicino al Parque Nacional Perito Moreno, che dista 200 km ad ovest, e per questo è molto frequentato dai turisti che vi fanno provviste e si organizzano coi mezzi di trasporto per poi partire alla volta delle cime innevate della Sierra Colorada, che si ergono nel cielo come sentinelle nei confronti del parco. Per il resto Gobernador Gregores è una cittadina sonnolenta, dove la vita scorre a ritmi compassati e la siesta è ancora un momento sacrosanto.

Fondata ufficialmente il 1° aprile 1871, Gobernador Gregores deve il proprio nome attuale al governatore della provincia di Santa Cruz Juan Manuel Gregores, che amministrò il territorio dal 1932 al 1945. Le dimensioni del centro sono sempre state contenute, ma negli ultimi anni, grazie soprattutto al turismo, si è registrato un incremento della popolazione, prevalentemente impiegata nei settori al servizio dei visitatori. Ad attestare la recente vocazione turistica di Gobernador Gregores, negli ultimi anni sono stati aperti un ufficio turistico, aperto da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 14.00 in San Martin 409, e l’ufficio amministrativo dei parchi nazionali, situato nella stessa via ma al civico 882 e in servizio da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 16.00.

Gli abitanti di Gobernador Gregores devono ringraziare l’amministrazione provinciale e la sua decisione di dirottare fino a poche decine di chilometri a ovest del paese la RN 40, l’arteria carrabile più importante della zona, nonché una delle poche strade asfaltate. A dispetto di questo potenziale futuro sviluppo turistico, la cittadina presenta ancora alcuni tratti riconducibili al passato, come ad esempio la sacralità della siesta, durante la quale non si sente volare una mosca.

Per immettersi nella Ruta 40 da Gobernador Gregores bisogna imboccare la RP 29, che interseca la strada nazionale nei pressi delle rive del Lago Cardiel. Quest’ultimo è circondato da incantevoli scenari paesaggistici ed è molto frequentato da appassionati di pesca; in particolare le sue acque sono ricche di salmoni e trote arcobaleno. Il perimetro del lago è praticamente disabitato, ma dall’incrocio tra RN 40 e RP 29, percorrendo altri 110 km, si arriva a Tres Lagos, da dove partono tre strade dirette ai tre grandi laghi della regione: Lago San Martin, Lago Viedma e Lago Argentino, sulle cui sponde sorge El Calafate. Tutti e tre i laghi sono attraversati dal confine con il Cile e individuano le propaggini orientali della catena delle Ande.

A causa della particolare morfologia del territorio, il clima è secco e arido, soprattutto d’inverno. Durante l’anno cadono in media appena 200 mm di pioggia, ed il mese più piovoso è gennaio con circa 30 mm. D’inverno, da giugno a settembre, si verificano deboli nevicate a causa delle temperature piuttosto rigide che oscillano mediamente tra + e -3 gradi, mentre d’estate solo qualche veloce temporale porta un po’ di sollievo alla popolazione. In compenso, per tutta la primavera e l’estate, le temperature sono gradevoli, ideali per dedicarsi alla scoperta del territorio. Il mese più caldo, infatti, è febbraio, caratterizzato da valori medi pari rispettivamente a 21 per le massime e 8 gradi nei valori minim.

Come detto in precedenza, Gobernador Gregores è servita da diverse arterie carrabili importanti. Su queste strade si muovono gli autobus delle compagnie Cerro San Lorenzo, El Pulgarcito e El Pegaso che, partendo dall’angolo tra San Martin e Alberdi, si dirigono più volte al giorno a Puerto San Julian (5 ore) e Rio Gallegos (6 ore). Tuttavia, il modo migliore per spostarsi in Patagonia è noleggiare un’automobile.
  •  
loading...
close