Cerca Hotel al miglior prezzo

Junin, in Perù. La città della famosa battaglia, la regione e il lago

Pagina 1/2

Passata alla storia come teatro della vittoria definitiva contro gli spagnoli durante la guerra d’indipendenza, Junin è una bella cittadina incastonata a 4.270 metri di altitudine nella Cordigliera centrale del Perù. A ricordare l’evento ed il suo grande protagonista, Simon Bolivar (1783-1830), è un memoriale che non si può proprio fare a meno di vedere. Per il resto Junin è un ottima destinazione per tutti coloro che sono in cerca di un soggiorno all’insegna del relax all’aria aperta, condito da attività sportive e interminabili passeggiate tra i boschi delle Ande. La maggior parte delle attrattive della zona sono di carattere ambientale e paesaggistico, ma non mancano le testimonianze storiche, la buona cucina e le festività.

Il 20 novembre 1820, nei pressi di Junin, si tenne una delle prime battaglie che avrebbero portato all’agognata indipendenza del Perù nei confronti della Spagna. La svolta, tuttavia, si ebbe solo 4 anni dopo, il 6 agosto 1824, giorno della battaglia del lago Chinchaycocha (o battaglia di Junin), combattuta ad una manciata di chilometri di distanza dall’insediamento. Negli ultimi anni il turismo ha assunto un’importanza via via sempre maggiore, affermandosi come una delle risorse principali per i circa 5.000 abitanti del paese. Oltre ai visitatori stranieri, Junin accoglie ogni anno un gran numero di peruviani desiderosi di rendere omaggio a Simon Bolivar e agli altri uomini che diedero la vita per l’indipendenza del paese.

Quasi tutte le attrattive interessanti dal punto di vista turistico si affacciano su Plaza de Armas, la piazza centrale di Junin. Al centro di essa troneggia il monumento innalzato a Simon Bolivar, eroe dell’indipendenza amato da tutti. La scultura ritrae il condottiero a cavallo, col braccio destro sollevato in segno di saluto, ed è posta in cima a un basamento poligonale circondato da aiuole colorate da essenze vegetali locali. Ai suoi piedi si notano i memoriali esposti in ricordo delle tante vittime della guerra, davanti ai quali sventolano le bandiere della città e della regione. Qui, a pochi passi dalla cattedrale e dal municipio, si tengono le parate militari e le celebrazioni in occasione delle ricorrenze più importanti del paese.

L’altra grande piazza di Junin è Plaza Libertad, costruita nel 1996 in pieno centro. Nel cuore di essa si erge il mirador, una torre alta 30 metri dalla forma slanciata al di sotto della quale si trova il Museo Junin, l’unico museo degno di nota della cittadina. Oltre alla torre, a contraddistinguere la piazza è la presenza della piccola glorieta, circondata da sedute e aiuole, e del monumento al colonnello José Andrés Razuri, eroe della battaglia di Junin, anch’esso scolpito a cavallo con in mano una spada. Tra i due, inoltre, si trova un piccolo monumento di forma circolare sul quale garriscono tante bandiere colorate.
... Pagina 2/2 ...
Paragonabile a Plaza Libertad per dimensioni è Parque Razuri, inaugurato il 28 novembre 1998. A svettare nel parco è la torre più alta della città, dalla cima della quale si gode di incantevoli scorci sui dintorni, oltre che dell’originale disegno degli spazi verdi sottostanti, raffiguranti la testa e il busto di un cavallo. Ai piedi della torre c’è poi la seconda statua al colonnello José Andrés Razuri, questa volta immortalato al momento di lanciare la carica sul dorso di un cavallo impennato sugli arti posteriori.

E’ difficile riscontrare il clima di Junin in altre località, non solo del Perù. La città, infatti, si trova ad una latitudine piuttosto “bassa” (12° S), ma ad un’altitudine molto alta. Tutto questo contribuisce a generare un clima per certi versi temperato, anche se generalmente instabile per buona parte dell’anno. La temperatura varia tra i 25 gradi dei pomeriggi più caldi e i circa 5 gradi delle notti più fredde, con la stagione delle piogge che si protrae per tutta l’estate, da ottobre a aprile, ed il periodo secco solitamente compreso tra maggio e settembre.

L’aeroporto più vicino è il Jauja Airport, anche noto come Francisco Carle Airport, un piccolo scalo situato 47 chilometri a sud di Junin collegato quotidianamente a Lima. Da qui, per giungere a destinazione, si può prendere un autobus a lunga percorrenza o noleggiare un’automobile. Date le dimensioni estremamente ridotte del centro, il modo migliore per visitare Junin è a piedi, mentre per esplorare i dintorni si può prendere in considerazione l’ipotesi di noleggiare una mountain-bike.
loading...
close