Cerca Hotel al miglior prezzo

Cocos Island (Isla del Coco), Costa Rica. Immersioni nel National Park

Cocos Island, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

L'isola del Cocco, o Isla del Coco alla spagnola, è letteralmente un paradiso sperduto nell'oceano Pacifico, al largo delle coste occidentali del Costa Rica, circa a metà strada tra il litorale dell'America Centrale e le isole Galapagos più al largo. Anche per questa relativa vicinanza viene chiamata la Galapagos costaricana, e delle mitiche isole dell'Ecuador Isla del Coco ne condivide la cristallina bellezza selvaggia che l'ha resa Patrimonio Naturale dell'umanità UNESCO nel 1997.
A queste terre si è probabilmente ispirato Michael Crichton quando scrisse il suo Jurassic Park: la lussureggiante Isla Nublar, sede del parco di dinosauri, è forse proprio una trasposizione letteraria della magnifica solitudine verdeggiante dell'isola del Cocco.

La bellezza naturale dell'isola non è solamente quella delle sue foreste pluviali, anche i suoi fondali sono famosi tra i subacquei di tutto il mondo, per la purezza delle acque e la ricchezza di specie ittiche. La temperatura dell'acqua varia dai 24 ai 26 °C che rappresentano valori ideali per immersioni confortevoli. Una volta in immersione non si può che rimanere affascinati dalla spettacolarità della brulicante vita di mare, con tantissime specie di pesce, alcuni pelagici e di grandi dimensioni come gli squali d'altura, le mante e i giganteschi squali balena. Tra i siti specifici per subacquei avventurosi segnaliamo quello della “Pietra Solitaria” (Lone Stone) e quello della “Pietra Sporca”, (Dirty Stone).

L'isola di per sé è piuttosto piccola, in totale abbiamo una superficie che si estende per poco più di una quarantina di km quadrati circa e una lunghezza massima di oltre 7 km. Bastano quindi pochi giorni di permanenza per esplorare tutti i suoi siti di immersione compiendo il periplo dell'isola. L'isola del Cocco presenta solamente due baie d'accesso pianeggianti, e cioè la Wafer Bay e la Chatham Bay, separate da una piccola penisola. Per il resto le sue coste si presentano alte e rocciose, con vegetazione vi accoglierà con tutte le sfumature del verde. Sono numerosi i corsi d'acqua che si gettano in mare, alcuni con cascate spettacolari. Non stupisce quindi che tutta l'isola sia inserita come parco Nazionale nella già lunga lista di parchi del Costa Rica. L'isola ospita più di 230 specie di piante, di cui una settantina endemiche, come una specie di palma e la Clusia rosea. Anche per le varietà di uccelli l'isola si contraddistingue come meta privilegiata per il bird watching: qui troviamo il cuculo, una varietà di pigliamosche e il fringuello di Cocos. Nella foresta pluviale si incontra comunamente il cosiddetto “spirito santo”, e cioè un volatile di colore bianco molto attivo.

Dal punto di vista climatico l'isola risulta così rigogliosa di vegetazione per le abbondanti precipitazioni che riceve: annualmente le piogge ammontano a circa 7.000 millimetri un valore di circa 10 volte superiore a quello che riceve una qualsiasi isola italiana. Queste abbondanti precipitazioni sono distribuite un po' lungo tutto il periodo dell'anno, ma a causa dello spostamento della zona di convergenza intertropicale (Itcz) si assiste ad una relativa diminuzione delle piogge da gennaio a marzo, e in misura minore a settembre e ottobre. Considerato le temperature elevate, con una media annuale di quasi 24 °C, il clima che ne risulta è di tipo tropicale umido, con costante presenza di nubi, specie sui rilievi centrali dell'isola, che toccano i 634 m di altezza con il Cerro Iglesias.

Per chi desidera recarsi sull'isola del Cocco, ricordiamo che dista praticamente 500 chilometri dalle spiagge del Costa Rica, e se unite il fatto che non esiste un aeroporto è chiaro che il trasferimento richiederà parecchie ore di navigazione (fino ad 1 giorno e mezzo da Puntarenas!), e mettete nel conto conto che spesso le condizioni del mare sono tutt'altro che favorevoli. Ricordiamo che Puntarenas si trova a circa 3 ore di viaggio da San Josè e quindi il lungo viaggio dall'Italia, il jet lag, e la traversata di 30-36 ore metteranno a dura prova la vostra voglia di mare.

Le navi che vi conducono a Isla del Coco sono anche i vostri alberghi: non ci sono alloggi sull'isola e quindi si vive praticamente sulla barca, rendendo la vostra vacanza una vera avventura! Tra le navi che effettuano una crociera sull'isola segnaliamo tre barche attrezzate per ogni evenienza: Undersea Hunter, Okeanos Aggressor e la nave Sea Hunter. Il prezzo di questa vacanza può comunque risultare piuttosto elevato.
  •  
10 Dicembre 2017 I mercatini di Natale al castello di Limatola ...

Dal 10 novembre al 10 dicembre 2017, Limatola (in Campania) ...

NOVITA' close