Cerca Hotel al miglior prezzo

Jericoacoara vacanza tra le spiagge pił belle del Brasile

Jericoacoara, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Situata a circa 300 km ad occidente di Fortaleza, la colorita capitale dello stato del Ceará, la località di Jericoacoara, chiamata anche più semplicemente Jeri, possiede alcune tra le migliori spiagge del Brasile: un paesaggio incantato fatto di dune sabbiose degne di un deserto, spettacolari costoni rocciosi, ed il tutto magicamente contornato dal verde intenso delle palme da cocco e il tocco cristallino di una mare dalle acque turchesi che virano al blu intenso cobalto dell’oceano. Jericoacoara è una scoperta relativamente nuova del turismo mondiale, è solo durante gli anni ’70 che la sua selvaggia bellezza diventa famosa nel mondo degli hippies, e gradatamente il turismo ha trasformato l’economia di questa regione, facendola diventare nel nuovo millennio una delle località turistiche più importanti del Brasile.

I turisti che la visitano hanno davanti a loro chilometri di bellissime spiagge, possono compiere escursioni divertenti in di buggy scoprendo l’immensità del litorale e godendosi le ondulazioni delle dune, o praticare gli sport velici nei laghi costieri tutti dotati di straordinarie acque limpide. Ma tutta questa natura incontaminata viene completata da una vivace vita notturna, tra ristoranti prelibati dove gustare il pesce dell’oceano, o trascorre divertenti nottate negli animati bar cittadini. Per arrivare si deve volare su Fortaleza, da qui si può noleggiare un automobile e raggiungere Jericoacoara percorrendo le seguenti strade: BR-222, BR-402, CE-085 e CE-179 totalizzando in totale una distanza di circa 280 km fino a Jericoacoara.

Dal punto di vista climatico Jericoacoara possiede un classico clima equatoriale, con una stagione più umida e calda che tra l’estate e l’autunno (cioà i nostri inverno e primavera, da novembre a maggio) con temperature che raggiungono i 35 °C. In questo periodo piove abbastanza, ma si tratta in genere di intensi ma veloci rovesci temporaleschi. Un periodo più secco è invece quello che comprende l’inverno e l’inizio della primavera (giugno-ottobre) con giornate serene e ventilate (paradiso per chi pratica surf, windsurf e kite surf), più fresche. La media pluviometrica annuale è pari a circa 1.350 mm.

Da vedere e fare a Jericoacoara:
Le bellezze naturali di questa regione sono davvero numerose, e questo spiega la presenza del Parco Nazionale di Ubajara e Jericoacoara, una vasta area che si trova non distante dalla città. Jericoacoara (Jeri) è una cittadina caratteristica, e le sue strade sterrate contribuiscono a mantenere un aspetto primitivo, da tipico villaggio costiere, con abitazioni di pescatori.. Molti dei suoi piccoli hotel ed alberghi erano infatti un tempo delle case di pescatori. Il parco si visita meglio si si è dotati di mezzi fuori strada in grado di destreggiarsi tra i chilometri di dune che trapuntano le coste.

La spiaggia di Jericoacoara (Jeri) si trova nei pressi della città, ed è una fantastica insenatura affiancata da dune di sabbia bianca e corredata da alte palme da cocco. Il litorale non è mai troppo affollato ed in ogni caso sia ad est che ad ovest di Jericoacoara il litorale è tutta una successione di spiagge infinite e semideserte. Se si aggiunge che le acque del mare sono limpidissime con tonalità variegate tra il blu ed il turchese, e le palme fanno da magica cornice tropicale, l’identikit di Jericoacoara è proprio quello di un magico paradiso tropicale. In più alcuni punti aggiungono la magia di rocce colorate dalle forme bizzarre, modellate dall’azione del mare e del vento. Valgono una visita sicuramente le formazioni del Serrate, della Pedra Furada e la magnifica Piscina da Princesa.

Una delle escursioni più apprezzate è la gita in buggy a Nova Tatajuba, situata a circa 36 km della città, che è un tipico villaggio di pescatori con case tradizionali, anche se ricostruite, visto che era stato distrutto dalle dune di sabbia mobili che lo avevano sepolto. E’ proprio per questa massiccia presenza di sabbia che i dune buggy, i “maggiolini della sabbia” si dimostrano i mezzi migliori per spostarsi, affidabili, pratici e assolutamente divertenti. L’escursione prevede infatti di attraversare dune circondati da laghi, si guadano torrenti ed anche il fiume Guriú con l’utilizzo di una zattera davvero semplice ma affascinante.

Altra località da visitare è la bella Jijoca dove si trovano il Lago Paraíso ed il Lago Blu. Su queste acque ci sono le condizioni ideali per praticare gli sport velici, grazie all’azione costante dei venti alisei. Anche per Jijoca per raggiungerla è necessario muoversi in buggy o veicoli 4x4 che partono dalla città di Jeri. I laghi sono perfetti anche per fare il bagno, oppure dedicarsi alle escursioni con la canoa, e fare snorkeling.
In genere una giornata a Jericoacoara si conclude sempre sulla più grande duna, che si eleva di circa un trentina di metri sulla pianura. Da qui sono numerosi i turisti e locali che vengono a contemplare il magnifico tramonto dei cieli tropicali.

Dove alloggiare? Le possibilità di alloggio a Jericoacoara stanno aumentando con la crescita del turismo. La città conta su pousadas, hotel, diversi alberghetti e campeggi. I ristoranti locali servono piatti di varie specialità, ma la principale rimane quella del pesce e dei frutti di mare.
  •  

News più lette

close