Cerca Hotel al miglior prezzo

Raleigh: visita alla capitale del North Carolina (USA)

Raleigh, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Raleigh è una città di 375.000 abitanti situata nella parte centrale del North Carolina, di cui è la storica capitale, all’interno della regione del Piedmont. Dal punto di vista amministrativo, Raleigh è sede della Contea di Wake, un’area metropolitana densamente urbanizzata nella quale trovano spazio numerose industrie tessili e centri di produzione e smistamento di tabacco. La città deve il proprio nome a Sir Walter Raleigh, famoso esploratore che per primo colonizzò lo stato fondando la colonia di Roanoke sull’omonima isola. Attualmente Raleigh compone insieme alle vicine Durham e Chapel Hill il cosiddetto Research Triangle, il “Triangolo della Ricerca”, una delle aree universitarie più prestigiose di tutti gli Stati Uniti, all’interno della quale si trovano la North Carolina State University, la Duke University e la University of North Carolina, mete ambite dagli studenti di tutto il mondo.

La storia di Raleigh cominciò ad essere nota al mondo a partire dal 1792, anno in cui le venne designato il ruolo di capitale dello stato, oltre che di capoluogo di contea. Risparmiata dalle distruzioni che colpirono numerosi altri centri del North Carolina nel corso della guerra di secessione, Raleigh cominciò a crescere demograficamente ed economicamente, facendo registrare un vero e proprio boom a partire dagli anni ’20 del Novecento, quando vennero realizzate importanti infrastrutture pubbliche. Altri momenti magici della storia di Raleigh coincisero con gli anni ’50, durante i quali fu fondato il Research Triangle Park, un’area di centri di ricerca in campo tecnologico paragonabile per prestigio e dimensioni a Silicon Valley, e con gli anni ’60, il periodo della costruzione della Beltline, l’autostrada che cambiò radicalmente il mondo dei trasporti del North Carolina. Un primato di cui Raleigh può andare fiera è quello detenuto in quanto prima città al mondo ad essere illuminata a LED, un dispositivo impiantistico che unisce elevata affidabilità ad efficienza e bassi consumi.

L’abitato di Raleigh è suddivisibile in sette macroaree, ognuna delle quali distinguibile per diverse peculiarità. Downtown, o Old Raleigh, è la zona dei palazzi storici, come ad esempio il Sir Walter Raleigh Hotel, costruito nei primi anni ’20, e del City Market, un’area prettamente turistica nella quale si respira un’atmosfera che per certi versi rispecchia quella della Raleigh ottocentesca. Le attrattive più importanti di questo quartiere sono quasi tutte concentrate nei pressi di Fayetteville Street, lungo la quale si trovano: il North Carolina Museum of History, il North Carolina Museum of Natural Sciences, il North Carolina State Capitol, il Peace College, il Raleigh City Museum, il Raleigh Convention Center, la Shaw University ed il St. Augustine’s College. A downtown si erge anche la chiese più importante della città, la Sacred Heart Cathedral.

Subito al di fuori della prima periferia si estendono le aree a prevalente funzione residenziale di East Raleigh e West Raleigh, rispettivamente ad est ed ovest di downtown. Di interesse ben maggiore è il distretto di North Raleigh, individuabile negli isolati prospicienti a Millbrook Road, dove negli ultimi anni sono sorti i centri commerciali più importanti della città. La zona è comodamente accessibile coi mezzi pubblici e merita una visita di un pomeriggio. Midtown Raleigh, fino a qualche tempo fa considerata parte integrante di North Raleigh, è l’area residenziale di maggior pregio, dotata di edifici curati nei minimi dettagli e di servizi moderni. Se si capita da queste parti il consiglio è di visitare il North Hills ed il Crabtree Valley Mall, due grandi magazzini nei quali dedicare qualche ora allo shopping, oltre al North Hills Park, un bel parco attrezzato.

La zona meno densamente urbanizzata di Raleigh, quella ancora dal carattere essenzialmente rurale, è South Raleigh, situata tra la U.S. 401 e la U.S. 70 nei sobborghi di Garner. Nelle immediate vicinanze si trova il settimo ed ultimo distretto della città: Southeast Raleigh. Questa zona è particolare, suggestiva, in quanto capace di mediare tra l’anima storica del centro e quella moderna riscontrabile negli edifici di recente realizzazione delle periferie. Il cuore del quartiere è il Time Warner Cable Music Pavillon, una delle sale da concerti più preziose di tutto lo stato.

Il clima è subtropicale umido, contraddistinto da estati calde e moderatamente piovose e da inverni non troppo freddi. In luglio, le temperature oscillano mediamente tra 32 e 20 gradi, anche se nei pomeriggi più caldi si possono abbondantemente superare i 35. In gennaio, i valori scendono fino ad attestarsi a 10 e -1 grado, rispettivamente per quanto riguarda le medie di massime e minime. Le precipitazioni si manifestano in maniera piuttosto uniforme nell’arco di tutti i dodici mesi dell’anno, per un totale di circa 1100 mm di pioggia. In estate si verificano spesso improvvisi e violenti temporali pomeridiani, mentre in inverno cade occasionalmente anche la neve.

Il Raleigh-Durham International Airport (RDU) si trova vicino all’uscita della I-40, 15 minuti a nord-ovest della città. L’Amtrak effettua fermate vicino al 320 W Cabarrus St., mentre la stazione degli pullman Greyhound a lunga percorrenza si trova in una zona non particolarmente bella del centro al 314 W. Jones St. Il trasporto pubblico consta essenzialmente di svariate linee di tram ed autobus, efficienti, puntuali ed economici, anche se viste le ridotte dimensioni del centro, un mezzo alternativo come la bicicletta, tra l’altro valorizzata dalla presenza di molte piste ciclabili, rappresenta la soluzione migliore.
  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close