Cerca Hotel al miglior prezzo

Virginia Beach: visita alla cittą pił popolosa della Virginia

La vasta stazione balneare di Virginia Beach, che attualmente conta quasi 435.000 abitanti, risultando così il centro più grande della Virginia, è una delle realtà più floride di tutta la costa atlantica degli Stati Uniti, con un’economia in forte ascesa trascinata dal settore turistico che negli ultimi decenni ha conosciuto un vero e proprio boom. Virginia Beach, che dal punto di vista amministrativo è una città autonoma, è la classica località turistica estiva, con alberghi, motel, ristoranti e lunghe spiagge sabbiose che si rincorrono per chilometri. Proprio per il suo grande sviluppo turistico, in alta stagione la città trabocca di vitalità e passione: le autorità recentemente hanno installato nel lungomare della segnaletica esplicita, per ricordare ai turisti che schiamazzi ed imprecazioni pubbliche verranno severamente puniti (vedi foto)! Anche questa è America!

Per quanto riguarda la collocazione geografica, la città è situata nella parte centrale del litorale della Virginia, leggermente al di sotto della Chesapeake Bay e 24 chilometri ad est di Norfolk.

Nonostante i negozi pacchiani del lungomare ed i numerosi bar frequentati da surfisti dal testosterone a mille, l’atmosfera rilassata del luogo richiama ogni anno un numero molto alto di turisti. La principale attrattiva locale è la lunga spiaggia di sabbia costeggiata dai consueti alberghi e motel, ai piedi dei quali corre una passerella in legno sulla quale si affacciano bar, ristoranti e locali notturni. La via principale è dunque l’animato lungomare, Atlantic Avenue, pieno di gente sia di giorno che di sera. Virginia Beach è particolarmente rinomata anche per il surf, con diversi negozi nei quali noleggiare tavole e body-surf, ed alla fine di agosto ospita l’East Coast Surfing Championships, un’importante manifestazione nella quale si cimentano svariati surfisti professionisti.

Il Virginia Aquarium and Marine Science Center, aperto al 717 General Booth Blvd, offre una ricca esposizione di fauna marina comprendente vasche di squali, razze, tartarughe marine, meduse ed altre creature, mostre tecnologiche, un cinema IMAX, un aviario con decine di specie endemiche ed un breve piacevole percorso naturalistico attraverso la salina di Owis Creek. Il centro organizza anche uscite in barca per l’avvistamento di delfini e balene, gite da prenotare con cospicuo anticipo. Proseguendo verso nord, presso il quartier generale dell’Association for Research and Enlightenment, si incontra l’eccentrico A.R.E. Center, dedicato al sensitivo Edgar Cayce (1877-1945), denominato il “profeta dormiente” e famoso per la sua capacità di entrare in trance, diagnosticare e curare malattie anche a distanza. I visitatori potranno consultare la fornitissima biblioteca metafisica, assistere a conferenze ispirate alla filosofia New Age e mettere alla prova le proprie capacità extrasensoriali. Vicino al centro spicca il First Landing State Park, il parco statale più popolare della Virginia, che ospita il punto in cui nel 1607 approdarono i primi coloni inglesi prima di insediarsi a Jamestown; i numerosi sentieri del parco sono perfetti per andare in barca ed in bicicletta, mentre al suo interno ci sono diversi campeggi ed una spiaggia che si estende sulla Chesapeake Bay.

Circa 13 chilometri più all’interno si trova uno dei molti siti storici della città, l’Adam Throughgood House, la tozza casa in mattoni di un leader dei coloni e capitano della milizia locale che iniziò la sua vita nel Nuovo Mondo come domestico; la sua storia, e quella della colonia, è raccontata attraverso gli oggetti esposti nel museo. La costa a nord ed a sud è costellata di belle spiagge tranquille di sabbia dorata. A sud si trovano la Back Bay National Wildlife Refuge, una bella riserva che si estende su una superficie di 3200 ettari dove potrete fare escursioni a piedi, in bicicletta e pescare, ed il False Cape State Park, una lingua di terra larga un miglio a cavallo tra la Virginia ed il North Carolina, una delle zone costiere più incontaminate della regione. Il parco è accessibile solo a piedi, in bicicletta o in barca, mentre sono interdette le automobili.

Il clima è subtropicale, caldo ed umido in estate, mite e soleggiato in inverno. In luglio le temperature sono alte sia nei valori massimi che in quelli minimi, oscillando dai quasi 30 gradi del pomeriggio ai 20 delle ore notturne. In gennaio, le temperature restano gradevoli grazie all’effetto mitigatore dell’oceano, che garantisce minime quasi mai inferiori ai 4/5 gradi. Le precipitazioni sono distribuite abbastanza uniformemente nell’arco di tutto l’anno, con un totale che in media si aggira su 1100 mm di pioggia.

L’aeroporto più vicino è il Norfolk International Airport, uno scalo la cui importanza cresce anno dopo anno servito dalle maggiori compagnie aeree nazionali. I pullman della compagnia Greyhound fermano all’altezza di 1017 Laskin Rd., nei pressi di 31st Street, mentre le fermate dei mezzi Amtrak provenienti da Newport News si trovano in 19th Street ed in Pacific Avenue. Il mezzo di trasporto più comodo è il tram chiamato The Wave, attivo da giugno ad agosto, che presta servizio lungo Atlantic Avenue ed altri due percorsi all’interno della città.
  •  

 Pubblicato da - 19 Ottobre 2009 - © Riproduzione vietata

close