Cerca Hotel al miglior prezzo

Birmingham: visita alla cittą pił popolosa d'Alabama

Birmingham, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La città di Birmingham, situata nel parte centro-settentrionale dell’Alabama, è coi suoi 240.000 abitanti l’insediamento più grande e popoloso dello stato, posto al centro di una gigantesca area metropolitana chiamata Greater Birmingham, che conta quasi 1.200.000 residenti, vale a dire quasi un quarto dell’intera popolazione statale.

La fondazione, datata 1 giugno 1871, è da analizzare all’interno di un quadro ben più ampio, regolato da interessi economici ed industriali. L’edificazione del centro venne infatti decisa solo dopo aver approvato un ambizioso progetto, che prevedeva la stesura di centinaia di chilometri di rotaie, atti a raggiungere le cave di materiali come il carbone, il ferro e l’acciaio, largamente presenti nella zona, fondamentali per alimentare le industrie che si stavano sviluppando in tutti gli Stati Uniti. Birmingham dunque nacque sostanzialmente come comprensorio industriale, caratterizzato da un economia estremamente florida, che comportò una crescita demografica e quindi urbanistica straordinaria. Già nei primi anni del Novecento si sprecavano i soprannomi, da “The Magic City” a “The Pittsburgh of the South”, che vennero parzialmente rivisti quando, in seguito alla grande depressione del 1929 che comportò tra l’altro una crisi generalizzata della produzione industriale, Birmingham diversificò l’economia cittadina, puntando anche sulla ricerca medica, sull’editoria e sul settore bancario. Un momento molto difficile fu indubbiamente quello trascorso a cavallo tra gli anni ’50 e ‘60, decenni nei quali la città si macchiò del sangue di decine di cittadini brutalmente assassinati nell’ambito di una serie di attentati a sfondo razziale. Per cercare di porre fine a queste sciagure scesero in campo personaggi del calibro di Martin Luther King, Fred Shuttlesworth, il leader del Movimento per i Diritti Civili, e molti altri, i cui sforzi col tempo sortirono gli effetti sperati, riportando la città a canoni di civiltà adeguati.

Da vedere, oltre ai molti edifici a torre nati sostanzialmente con funzioni lavorative come la Wachovia Tower, la Regions-Harbert Plaza ed il Regions Center, tutti grattacieli nettamente più alti di cento metri, vi sono decine di siti di interesse artistico e culturale. Da prestigiosi luoghi di intrattenimento, come l’Alabama Theatre, dove apprezzare proiezioni cinematografiche, spettacoli e concerti, il Birmingham Jefferson Convention Complex (BJCC), un complesso che ospita un teatro, una sala concerti, mostre ed eventi sportivi, e la Birmingham Public Library, con programmi ideali per adulti e bambini, si passa ad apprezzare diversi musei importanti, come il Birmingham Museum of Art, dove passare in rassegna l’arte dall’inizio del XX secolo ai giorni nostri, il Southern Museum of Flight, con allestimenti dedicati alla storia dell’aviazione, ed il McWane Science Center, un museo dedicato alle scienze che ospita annualmente anche diverse mostre temporanee.

Altre attrazioni sono sicuramente i parchi, e soprattutto il Kelly Ingram Park che, alla bellezza dei suoi aspetti prettamente naturali, unisce pagine e pagine di storia, viste le molte manifestazioni e conferenze sui diritti civili che vi si sono tenute soprattutto negli anni ’60. Se poi si ha la fortuna di capitare da queste parti nel periodo giusto, si avrà anche la possibilità di prendere parte ai molti eventi che vengono organizzati annualmente, che vedono la loro massima espressione nel City Stages, un famosissimo festival musicale tenuto ogni anno per tre giorni intorno alla metà di giugno, e nel Sidewalk Moving Picture Festival, in programma per l’ultimo weekend di settembre ed interamente dedicato al cinema.

Il clima è temperato, con estati calde e piuttosto lunghe, inverni generalmente miti, e precipitazioni abbondanti. Nei mesi di luglio ed agosto le temperature medie si attestano a 31 e 20 gradi, rispettivamente nei valori massimi e minimi, e sono frequenti fenomeni temporaleschi pomeridiani, a volte anche di forte intensità, che se non altro interrompono per qualche ora l’opprimente sensazione di afa acuita dall’alto tasso di umidità. In inverno invece, le temperature oscillano tra gli 11 e gli 0 gradi, con le minime che occasionalmente possono scendere al di sotto dello zero, dando luogo a precipitazione nevose, generalmente di scarsa intensità. Annualmente cadono all’incirca 1.300 mm di pioggia, molti dei quali possono essere scaricati a terra da trombe d’aria o uragani, fenomeni ricorrenti verso la fine dell’estate.

Essendo nata come insediamento industriale, Birmingham è caratterizzata da infrastrutture dei trasporti efficienti ed all’avanguardia, che vanno dal moderno Birmingham-Shuttlesworth International Airport, il trafficato aeroporto internazionale situato pochi chilometri a nord-est del centro, alla Birmingham Amtrak Station, la stazione ferroviaria attraversata, oltre che da numerosi convogli passeggeri, da centinaia di treni merci, fino alle centinaia di chilometri di autostrade che vi si snodano tutt’intorno. Tra queste le più importanti sono indubbiamente le interstatali I-20, I-59 e I-65.

Foto wikipedia, cortesia: Eric, J.Morse,
  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close