Cerca Hotel al miglior prezzo

Augusta: viaggio nella capitale del Maine, Stati Uniti d'America

Pagina 1/2

Fondata nel 1628 come centro per scambi commerciali, Augusta, l’odierna capitale dello stato del Maine, è oggi una delle più positive realtà del New England, caratterizzata da una fiorente attività economica, sostenuta da diversi settori dell’industria, informatico, cartario, manifatturiero, ma anche dall’agricoltura.

Augusta, che nel censimento del 2007 contava 18.300 abitanti, divenne capitale nel 1827 a discapito di Portland, dove comunque si continuarono a riunire i parlamentari dello Stato fino al completamento del nuovo Campidoglio nel 1832, pur ricevendo lo statuto di città solo nel 1849. La fondazione è invece risalente al 1628, quando un piccolo gruppo di coloni inglesi, sfruttando la navigabilità del fiume Kennebec, decise di costruire un polo commercialmente strategico, da cui far passare tutte le merci in transito dal Canada alle colonie della costa atlantica. All’epoca l’insediamento fu battezzato Cushnoc (o Coussinoc), e mantenne dimensioni ridotte fino alla metà del XVIII secolo, quando, dopo la costruzione di Fort Western, il più antico forte in legno del Nordamerica completato nel 1754, l’area fu incorporata alla città di Hallowell, insieme a cui rimase fino alla definitiva divisione del 1797, che portò al riconoscimento dell’Augusta vera e propria.

Le dimensioni del centro sono piuttosto ridotte, tanto che gli edifici ed i siti artisticamente e culturalmente significativi sono quasi tutti racchiusi in un’area limitata, tagliata in due dal corso del fiume Kennebec, su cui si affacciano: la Maine State House, in State & Capitol street, sede dell’amministrazione comunale, ospitata all’interno di un meraviglioso palazzo disegnato da Charles Bulfinch e terminato nel 1832, caratterizzato dal massiccio uso di granito e dalla piccola terminazione a cupola; Blaine House, dal 1919 assegnata alle più alte cariche governative locali, e per questo visitabile solo prenotando; ed Old Fort Western, di cui abbiamo già parlato, eletto Monumento Storico Nazionale pochi anni fa.

Tra i molti musei che cercano di raccontare la ricca storia della città, il più importante è indubbiamente il Maine State Museum, perfetto per una sintesi storico culturale del paese, grazie all’organizzazione settimanale di seminari, mostre e conferenze, mentre i più piccoli potranno divertirsi imparando presso il Children’s Discovery Museum, un museo pensato ed allestito per i bambini, all’interno del quale vengono sovente organizzate attività e giochi. Senza contare il Kennebec Historical Society & Museum, un luogo veramente piacevole dove potersi rilassare leggendo testi antichi sulla Contea di Kennebec, ed il Maine Military Historical Society Museum, unico museo dedicato unicamente alla storia militare della regione, entrambi interessanti e da non perdere.

... Pagina 2/2 ... Uscendo di qualche chilometro dal nucleo urbano si entra immediatamente in una meravigliosa campagna, disseminata di laghi e laghetti dalla forma diversa, immersi in spettacolari boschi di conifere, che, specialmente in autunno, riescono a trasmettere emozioni fortissime, assumendo colorazioni calde tendenti al rosso e all’arancione. Proprio qui sorgono le grandi aziende di lavorazione di patate, a detta di molti le più saporite tra quelle prodotte in Nordamerica, ed i più importanti parchi naturalistici della regione, come il Pine Tree State Arboretum, che racchiude oltre 200 specie di alberi, tutte ottimamente catalogate per una più facile comprensione da parte dei visitatori, all’interno di un giardino di ben 90 ettari, ed il Backcountry Heritage Outdoor Adventures, ideale per ogni tipo di utenza, famiglie, ragazzi, coppie, anziani, grazie alle diverse offerte proposte, dalle avventurose gite in canoa, ai rilassanti safari fotografici.

Il clima è continentale, generalmente fresco tutto l’anno, con inverni quasi sempre sotto zero e caratterizzati da abbondanti precipitazioni nevose, ed estati gradevoli in cui comunque la colonnina di mercurio fatica a superare i 25 gradi. Il consiglio è quello di evitare i mesi tra dicembre e marzo, in cui si possono raggiungere temperature di 20 gradi inferiori allo zero, privilegiando generalmente il periodo estivo.

I trasporti aerei ruotano attorno al piccolo Augusta State Airport, praticamente in centro, ma servito solamente da rotte brevi, mentre l’aeroporto internazionale più vicino è il Portland International Jetport, distante neanche 100 chilometri, e frequentato dalle maggiori compagnie aeree d’America. Per spostarsi una volta scesi a terra il mezzo più comodo è la macchina, visti i numerosi noleggi a buon mercato, e l’efficientissima rete autostradale che caratterizza Augusta e più in generale tutto il New England.

Fonte foto: Maine Office of Tourism
Nancy Marshall Communications
Visita Visitmaine.com
 

close