Cerca Hotel al miglior prezzo

Barbados Independence Surf Festival, l'evento a Bathsheba

Pagina 1/2

Si chiama Barbados Independence Surf Festival, l’evento di Barbados più atteso dai surfisti di tutto il mondo, che si sfidano a colpi di tavola tra le onde di Soup Bowl a Bathsheba, sulla costa orientale dell’isola. Un appuntamento che quest’anno si svolge dal 25 al 27 novembre: campioni provenienti da Stati Uniti, Giamaica, Martinica, Guadalupa, Trinidad e Isole Vergini Americane si contendono il premio finale con i migliori surfisti di Barbados, in una “tre giorni” di emozioni e adrenalina. Tra una gara e l’altra, la festa non manca: dimostrazioni di surf, l’incoronazione di Miss Bikini, tanta musica dal vivo, artigianato locale, specialità culinarie bajan e molto altro.

Due le competizioni internazionali a cui assistere nei giorni del festival: the November Pro, che richiama nomi leggendari del surf come Dean Dalmazzo e Kelly Slater, 10 volte campione del mondo, ed è considerata una delle gare di surf più spettacolari al mondo, e The Caribbean Junior Championship, il più importante evento per gli under 18, durante il quale giovani talenti sfidano la forza di gravità con evoluzioni tra le onde. Il festival è organizzato ogni anno dalla Barbados Surfing Association, l’organizzazione che si occupa di promuovere questo sport nell’isola. Per maggiori informazioni: www.barbadossurfingassociation.org.

Per maggiori informazioni sull'isola di Barbados: www.visitbarbados.co/it/

I migliori spot di Barbados
Barbados vanta di una posizione privilegiata nei Caraibi, che accontenta i gusti di tutti. Se la costa ovest, affacciata sul Mar dei Caraibi offre tranquille e rilassanti spiagge dove crogiolarsi al sole, la costa est, bagnata dall’Oceano Atlantico è la mecca per i surfisti: onde alte fino a 5 metri, 35 break per surfare e condizioni metereologiche ottimali tutto l’anno, anche se i mesi migliori, dicono gli esperti, sono da novembre a giugno, con venti favorevoli e onde limpide.

La costa est di Barbados, bagnata dalle acque potenti dell’Oceano Atlantico è un paradiso per gli amanti della natura selvaggia e ideale per surfisti esperti. Campi di canna da zucchero, foreste, scogliere, imponenti massi sulla costa e onde elettrizzanti. Proprio qui, vicino al villaggio di Bathsheba si trova Soup Bowl, il più amato e temuto spot dell’isola, considerato uno dei migliori al mondo, dove vengono disputate tutto l’anno gare locali e internazionali. Le sue onde alte e veloci sono una sfida che solo i grandi esperti di questo sport possono affrontare: campioni come Kelly Slater, Taylor Knoxs e i fratelli Mallory hanno filmato qui alcuni dei loro migliori video di surf, a dimostrazione della spettacolarità del luogo.

La costa sud, ricca di hotel, ristoranti e locali è perfetta per chi desidera abbinare allo sport tra le onde durante il giorno, una movimentata vita notturna. Gli esperti si surf si danno appuntamento a South Point, la punta meridionale di Barbados, che con le sue onde cave e veloci, è uno degli spot migliori dell’isola. A poca distanza, Silver Sands è una spiaggia molto amata non solo dai surfisti, ma anche per chi pratica windsurf e kitesurf. Tutto l’anno si possono ammirare atleti che eseguono evoluzioni e salti, soprattutto durante la bassa marea, quando le onde sono potenti e molto veloci. Fanno da cornice, le grandi dune di sabbia colore dello zucchero modellate dal vento, che rendono questa spiaggia una delle più suggestive dell’isola.
... Pagina 2/2 ...
Non lontana dalla capitale Bridgetown, Rockley Beach è una delle più popolari spiagge della costa sud, dove nuotare in tutta sicurezza e divertirsi con le onde. La spiaggia offre una combinazione tra sport e relax ed è perfetta per chi vuole muovere i primi passi sulla tavola da surf. La costa ovest, più protetta, offre a sua volta belle onde soprattutto tra dicembre e aprile. Lo spot più famoso, verso nord è Maycocks, che con le sue onde lunghissime e il panorama selvaggio è considerato un paradiso per il surf.

Barbados, gli indirizzi da non perdere
Un po’ ovunque a Barbados è possibile trovare centri per il noleggio dell’attrezzatura. A Silver Sands, deAction Beach Shop (www.briantalma.com/) offre lezioni e affitto di materiale per surf, windsurf e kitesurf. Il proprietario, Brian Talma (de Action Man!), è una leggenda sull’isola: dopo aver gareggiato per oltre 15 anni ai principali campionati di windsurf, e girato il mondo con la tavola, praticando surf, kitesurf e stand-up paddling, ha scelto Barbados per aprire la sua scuola, dove viene offerta una vera e propria “Beach Culture Experience”.
A Surfer’s Point, invece, si trova un’altra famosa scuola di surf: Zed’s Surfing Adventures (www.zedssurftravel.com/), di Zed Layson, propone lezioni per tutti i livelli ed età, anche individuali, ma anche noleggio del materiale e veri e propri surf tour. Sono disponibili pacchetti, da “Get Wet” per chi mette il piede sulla tavola per la primissima volta, fino al pacchetto di tre giorni “Be a surfer”. Zed si vanta di poter vedere un principiante in piedi sulla tavola solo dopo due ore di lezione.

Barry's Surf Barbados Surf School (www.surfing-barbados.com/) a Rockley, offre lezioni private a tutti i livelli e organizza tour guidati per gruppi di massimo 5 persone che verranno accompagnati nei migliori spot dell’isola da un esperto locale: l’itinerario non è fisso, ma dipende dalla direzione del vento e dalla marea, in modo da approfittare al massimo del proprio tempo a Barbados. La scuola mette a disposizione tavole a noleggio e, per chi lo desiderasse, appartamenti in affitto.

Il ritrovo notturno più famoso tra i surfisti locali si trova a Silver Sands: il Surfer’s Bay è il beach bar per eccellenza di Barbados, aperto da uno dei più famosi kite surfer dell’isola, Steve Campbell. Musica dal vivo e ottimi cocktail a base di rum, sono serviti in un ambiente informale e rilassato, con tavole da surf alle pareti. Un altro ritrovo per surfisti è il Surfer’s Café. Il ristorante si trova nella cittadina di Oistins, affacciato sul mare, e offre deliziosi piatti a colazione, pranzo e cena, oltre che rinfrescanti cocktail accompagnati dalla brezza dell’oceano.

 Pubblicato da il 19/09/2011 - 3.277 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close