Cerca Hotel al miglior prezzo

5 tra le spiagge pił belle della Sicilia e delle sue isole

Pagina 1/2

Sicilia, terra di sole, tradizioni, grande cucina e tanto mare. Un mare che ne ha determinato la storia e che oggi ne diventa la principale risorsa turistica, grazie alle magnifiche spiagge che si aprono su ogni suo litorale. Ma non bisogna dimenticare le isole a lei legate, magnifiche perle che la circondano completando il vasto panorama di paesaggi a disposizione del turista. Abbiamo perciò selezionato quelle che per noi sono tra le cinque migliori spiagge su cui convergere durante la stagione estiva, forse una classifica migliorabile, ma che forse varrebbe la pena di estendere con tanti ex-equo dato la quantità enorme di lidi che questo territorio può esprimere. Ma delle scelte andavano fatte, e allora ecco la nostra graduatoria dei 5 luoghi da non perdere tra la Sicilia e le sue Isole, dove fare un bagno in acque trasparenti

San Vito lo Capo, su di una punta della Sicilia nord-occidentale, è una delle spiagge più affascinanti del Mediterraneo: bella quanto una caletta selvaggia è in realtà una spiaggia cittadina, capace quindi di fornire servizi e comfort ai suoi visitatori. Certo che in alta stagione le sue sabbie si affollano di turisti e il luogo può perdere parte del suo fascino, ma la grandezza dell'arenile, circa 1,5 km di fronte per una profondità massima di 120 m nei pressi del porto, assicurano una buona riserva di spazio disponibile. La bellezza del lido è data dalla trasparenza delle acque, e dal colore bianco della sabbia che rendono l'atmosfera simile a quella di una spiaggia ai tropici. In più il profilo imponente ad est del monte Monaco completa la scenografia con un tocco di verticalità. Se poi l'affollamento supera il vostro limite massimo di sopportazione basta recarsi nella vicina Riserva dello Zingaro e raggiungere a piedi una delle solitarie e selvagge calette che si aprono lungo il sentiero che scende fino alla tonnara di Scopello.

Favignana non si trova tutto sommata distante da San Vito e la si può raggiungere partendo dal porto di Trapani. E' l'isola più grande dell'arcipelago della Egadi, l'unica a possedere delle spiagge oltre che una serie di calette mozzafiato. Lido Burrone è una magnifica spiaggia circondata da acque trasparenti e cristalline, ed alterna tratti sabbiosi a zone con scogli e rocce basse. Luogo perfetto per fare snorkeling si rivela anche ideale alle famiglie con bambini dato che l'acqua si approfondisce con gradualità. Unico neo anche qui può essere le troppe presenze nel periodo di punta dell'estate, ma questo è sempre lo scotto da pagare quando si cercano i luoghi più belli per la propria vacanza.

Un'altra spiaggia da favola si trova sempre su di un isola siciliana: questa volta parliamo delle isole Pelagie, ed in particolare di Lampedusa, magnifico lembo di terra italiana, purtroppo resa celebre nelle cronache dell'ultimo periodo più per il trovarsi lungo i flussi di profughi dall'Africa, piuttosto che per la bellezza dei suoi lidi. Sulla parte su di questa isola sperduta al centro del Mar Mediterraneo troviamo la spiaggia dei Conigli, che prende il nome dall'omonima isola che ne chiude il panorama a sud. Si tratta di un lido a sabbie bianche che presenta un fronte poco più ampio di 150 m. La spiaggia presenta la profondità maggiore sul suo lato occidentale dove le sabbie possono estendersi per più di 25 m. La stretta baia garantisce poco disturbo da onde e correnti, e regala uno dei panorami marini più belli d'Italia. Sicuramente un luogo da andare a vedere, almeno una volta nella vita.
... Pagina 2/2 ...
Torniamo in Sicilia vera e propria, nella sua punta più meridionale: nei pressi di capo Passero (ad ovest di Portopalo) si trova l'isola delle Correnti, e come dice il nome la zona si trova percorsa da flussi di correnti marine, d'altra parte ci troviamo a cavallo del canale di Sicilia ed il Mar Jonio. Il luogo è spettacolare, sono presenti dune di sabbie ricoperte di macchia mediterranea, mare limpido e la spiaggia si presenta fine e dorata. Unico neo possono essere le onde, spesso presenti, ma che fanno la gioia degli amanti del surf. La cosa positiva è che, nel caso di vento e onde, qui la costa presenta varie valide alternative, si possono trovare ottime spiagge a nord di Portopalo, come a Marzamemi, oppure più ad ovest lungo la cosiddetta costa dell'Ambra in direzione di Pozzallo.

Sull'Isola di Salina, nell'arcipelago delle Isole Eolie, troviamo uno degli anfiteatri marini più belli del mondo: la spiaggia di Pollara. Divenuta famosa grazie alle riprese qui effettuate da Massimo Troisi, per il suo celebre, ed ultimo film, il Postino, la Pollara non offre distese di sabbia, al massimo brevi tratti con sassi e ciottoli, ma vi apre il cuore per la magia delle sue rocce vulcaniche, in particolare per i tufi resi spettacolari dalle loro fitte stratificazioni. Il mare limpido è un piacere per tuffi ed immersioni, e la baia offre una luce davvero calda nella seconda parte della giornata, quando le rocce, specie al tramonto, s'accendono dei colori dell'oro. La baia si raggiunge facilmente dal mare, magari partendo dal vicino porticciolo di Malfa, oppure dal sovrastante paesino di Pollara, scendendo lungo un ripido percorso pedonale. Il tramonto qui è un momento magico tutto da vivere, con il sole che si tuffa nel Tirreno, con i profili di Filicudi ed Alicudi sullo sfondo. Per chi volesse provare a vedere e fotografare il raggio verde, nelle giornate limpide, è consigliabile recarsi al tramonto su di uno sperone roccioso che si apre su di uno strapiombo di 250 m sul mare a metà strada lungo la via che collega Pollara con Malfa: qui la vista si apre anche sulle isole di Panarea e l'inconfondibile Stromboli.


 Pubblicato da il 25/07/2011 - 19.633 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close