Cerca Hotel al miglior prezzo

Ludika 1243, festa medievale nel cuore di Viterbo

Pagina 1/2

Teatranti di strada, battaglie campali, banchetti, antichi mestieri, mercatini e tanto altro ancora. Per quattro giorni Viterbo mette indietro le lancette dell’orologio e torna a rievocare il passato medievale nel suo cuore storico, il quartiere S. Pellegrino. Torna la XI edizione di Ludika 1243, evento completamente gratuito in programma dal 20 al 26 giugno 2011 dalle ore 18 alle 24, organizzato dall’associazione culturale “La Tana degli Orchi”, in collaborazione con Elish, La Roccaforte, Satyrnet, Teatro Ygramul, con il contributo economico di Regione Lazio e Provincia di Viterbo e il patrocinio di Ministero della Gioventù e Comune di Viterbo. Un appuntamento imperdibile e unico nel suo genere, cresciuto costantemente nel tempo grazie alla passione dei suoi organizzatori.

“Ludika, in questo 11esimo anno di attività, porrà particolare attenzione alla ricchezza della Commedia dell’Arte” spiega Serenella Bovi, coordinatrice del “La Tana degli Orchi” “dai giullari del 1200 (lontana origine), ai Saltimbanchi del 1400, sino alle Compagnie di Commedia dell’Arte del 1600, ospitando ogni sera spettacoli e seminari specifici sull’argomento, ma aperti gratuitamente a tutti, sottolineando proprio quest’aspetto di profondo equilibrio ed unità che i teatranti dal medioevo ad oggi hanno continuato a rappresentare”.

Tutti i giorni a Ludika si rivivono le atmosfere di vita duecentesca: ancora più ricca la terza edizione del Festival del Teatro di Strada medievale, dove numerosi giovani artisti di strada creano, ovunque essi vogliano, suggestivi momenti di spettacolo, facendo diventare il centro della città un grande palcoscenico a cielo aperto. Ovunque, poi, si esibiranno gli artisti della compagnia di Vania Castelfranchi, regista che si esercita nel riportare in auge le antiche rappresentazioni medievali e nel crea¬re differenti eventi teatrali da piazza legati al teatro da strada, alle arti circensi, al teatro Sacro e alla Comme-dia dell’Arte dell’Italia del XII, XIII e XIV sec. I componenti della compagnia provengono da diverse realtà artistiche quali i giochi di narrazione, la giocoleria, la clownerie francese, il mimo, il teatro classico e borghese.

Anche quest’anno Ludika ospiterà i mercatini con oggetti d’artigianato, gli antichi mestieri, dove attori in costume svolgono le attività in uso all’epoca, i giochi di ruolo, le mostre, i concerti, i laboratori, le letture. Anche il cibo è rigorosamente medievale: tutte le sere La Taberna, spazio all’aperto in via S. Pellegrino, si possono assaporare ricette del 1200 sempre diverse, allietati da giullari, giocolieri, menestrelli e narratori. Ai bimbi è dedicato un intero spazio: lì potranno scoprire passatempi, storie e giochi dedicati. I visitatori, se vorranno, possono avere anche un ruolo attivo, partecipando ai giochi e alle sfide sportive sotto la bandiera di qualche antica casata, costruirsi da solo la propria arma, lo scudo e il fratino per partecipare ai duelli cavallereschi. Domenica 26 giugno, l’evento clou di Ludika: la grande Battagliola campale nella suggestiva cornice di Valle Faul. Lo spunto è un episodio storico poco noto, ma dagli aspetti tecni¬ci e storiografici molto importanti, che interessò la città di Viterbo nell’anno 1243: l’assedio dell’imperatore Federico II di Svevia.

Chi lo desidera si può iscrivere sul posto (oppure on line su www.ludika.it) per partecipare in prima persona alla battaglia, opportunamente addestrato dagli organizzatori di Ludika. Chiunque potrà schierandosi con guelfi o ghibellini, “vestendo” i panni di un eroe, di un cavaliere, di una nobildonna o anche di un semplice soldato o contadino del 1200 a seconda del ruolo richiesto al momento, con abito e arma (in lattice) fornita dall’organizzazione.
... Pagina 2/2 ...
In contemporanea con Ludika 1243, nell’ambito di una iniziativa collaterale a respiro europeo del programma Gioventù in Azione, verranno coinvolti in Viterbo giovani provenienti dalla Francia e dall’Ungheria che si confronteranno con coetanei italiani attraverso diverse attività sul tema “il processo di democratizzazione come percorso di unità e di inclusione sociale”. Saranno invitati al confronto anche assessori e responsabili del Ministero delle Gioventù per tracciare linee di contatto fra i giovani e le istituzioni e comprendere come questo possa e debba essere possibile per un impegno concreto comunitario nella società. Ogni gruppo che parteciperà all’evento, comincerà il suo cammino di ricerca e di raccolta informazioni nel proprio paese già dal mese di maggio. Dopo l’incontro di giugno, messe insieme esperienze ed idee, verrà stipulato un documento i cui risultati verranno distribuiti nelle diverse comunità di appartenenza affinché il messaggio di “democrazia partecipata” possa divenire uno strumento comprensibile e concreto a disposizione di tutti, in quel cammino di ideali di libertà e di unità fra i popoli cominciato proprio nelle lotte risorgimentali.

Ludika 1243, 20 – 26 giugno 2011
Viterbo San Pellegrino - Punto informazioni: piazza San Carluccio
Programma completo su: www.ludika.it - email: inf@ludika.it
Infoline: 380.2929483
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close