Cerca Hotel al miglior prezzo

Faradda di li candareri ovvero la Discesa dei candelieri, a Sassari

Evento concluso!
Attenzione, evento concluso!
Se verrà riproposto aggiorneremo le date!
E' la Faradda di li candareri, l'evento clou dell'estate di Sassari, una vigilia di ferragosto all'insegna dei ceri oblativi che da circa 8 secoli celebrano la festa di mezza-estate a Sassari. Non tutti sanno che la Discesa dei Candelieri ha in realtà origini toscane, e più precisamente risale al tempo delle Repubbliche marinare. Sassari nellXI e XII secolo si trovava sotto al dominio di Pisa. Furono infatti i pisani ad introdurre la tradizione dell'oblazione dei candeli, che in occasione della festa dell'Assunta avevano l'usanza di offrire alla chiesa di Santa Maria di Pisa un quantitativo di cera vergine, che sarebbe poi stata utilizzata nell'attività liturgica della chiesa.

I pisani lasciarono Sassari e la Sardegna, dopo la clamorosa sconfitta contro i genovesi, nella battaglia della Meloria del 1284, ma la tradizione dei ceri è rimasta intatta La cera, portata in chiesa con una cerimonia solenne su delle macchine di legno, veniva anche modellata in modo artistico. Con il passare degli anni la Faradda si è evoluta: la cera, troppo costosa, fu sostituita dal legno, e alla fine i ceri, trasformati in candelieri, e portati in processione per le vie cittadine, sono diventati uno vero spettacolo di folklore, che accende di colori le strade di Sassari ed accende l'estate sarda proprio all'apice della stagione vacanziera.

La Faradda vive grazie al contributo dei Gremi e cioè le corporazioni delle arti e mestieri di Sassari, il cui numero è variato molto nel corso della storia della città. I candelieri sono attualmente 10 dopo l'ingresso del Gremio dei Fabbri avvenuto nel 2007. Le altre corporazioni rappresentate sono il Gremio dei Contadini, quello dei Viandanti, il Gremio dei Massai, quello dei Sarti, dei muratori, i viandanti, i piccapietre, gli ortolani e i falegnami.

Svolgimento della Discesa dei Candelieri
Già al mattino iniziano i primi preparativi, con la vestizione dei candelieri: le squadre di ciascun Gremio vengono accompagnate fino alla casa dell’Obriere di Candeliere, dove vengono indossati gli abiti tradizionali. Nel pomeriggio del 14 agosto iniziano i veri preparativi: dalle 16 raduno dei Candelieri nella centrale Piazza Castello. Era qui che un tempo sorgeva il Castello Aragonese, e da qui la Faradda muoverà, puntuale come sempre, dalle ore 18:30 in direzione di Corso Vittorio Emanuele.

La sfilata con i candelieri si muove in modo ordinato, e con una sequenza ben precisa dei Gremi, dall'apertura fornita dal Gremio dei Fabbri, l'ultimo dei Gremi accolti nella Faradda, e la chiusura tradizionalmente offerta dal Gremio dei Massai. La processione procede lenta, i turisti hanno tutto il tempo di scattare le foto mentre ad uno ad uno sfilano i 10 candelieri. Presso il Palazzo Civico viene però effettuata una sosta, per il tradizionale brindisi con il Sindaco, che da qui in avanti seguirà con gli assessori la processione. Una curiosità: la Faradda ha anche una sorta di finalità politica. Se il popolo è d'accordo con l'operato del Sindaco scrosceranno gli applausi, se invece la sua popolarità è in ribasso non mancheranno i fischi a sottolineare la cattiva amministrazione della città.

Il finale della processione è dato dall'arrivo alla chiesa di Santa Maria di Betlem, dove i Candelieri dovranno sciogliere il proprio voto. L'ingresso in chiesa avviene in ordine esattamente inverso, e quindi entrano prima i Massai lasciando i Fabbri in ultima posizione: saranno loro a donare all'Assunta un cero, mentre tutti i portatori eseguiranno i tradizionali 3 giri in onore della Vergine Maria prima della preghiera e benedizione finale. Non mancherà i ltradizionale bacio ai piedi della Vergine, segno di ringraziamento per aver protetto la città dalla peste, ed in epoca più recente, dal colera.

Per Ferragosto, il giorno seguente, il voto verrà poi confermato con la processione dell'Assunta che alle 7 di sera si muoverà dalle Cattedrale di Sassari, San Nicola, e che vedrà la partecipazione di tutti i Gremi della città, che accompagneranno il simulacro della Madonna dormiente.

Informazioni utili, date e orari per partecipare alla Festa dei Candelieri

Nome: Faradda di li candareri.
Dove: Sassari (Sardegna).
Quando: 14-15 agosto 2017.
Orari: non disponibili.
Biglietto: ingresso gratuito.
Tipologia: sfilata religiosa.
Programma: sul sito ufficiale della manifestazione.
Come arrivare: Sassari si trova nel nord-ovest della Sardegna. Per chi arriva dal continente in traghetto, il porto di riferimento è quello di Porto Torres, mentre chi viaggia in aereo può sfruttare il vicino aeroporto di Alghero.

Calendario delle aperture
Attenzione: evento terminato!

Agosto 2017
D L M M G V S
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.
  •  

 Pubblicato da il 07/06/2017 - 4.966 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close