Cerca Hotel al miglior prezzo

Capodanno a Cuba: tour di 13 giorni tra le localitą del paradiso dei Caraibi

Pagina 1/2

Brasil World, t.o. del Consorzio Quality Group, suggerisce per Capodanno un imperdibile itinerario alla scoperta delle meraviglie di Cuba, la più fiera tra le isole caraibiche. Cuba non è solo mare cristallino e spiagge di finissima sabbia bianca, è anche storia, cultura e tradizioni. Brasil World, operatore specializzato in America Latina e Cuba, propone un tour di gruppo nella “Isla Grande” visitando le immense piantagioni di caffè, di tabacco, di canna da zucchero e le magnifiche architetture e testimonianze storiche che impreziosiscono città come La Habana, Cienfuegos e Trinidad.

Un programma imperdibile per coloro i quali desiderano conoscere da vicino usi e costumi di questa vivace e colorata gemma dei Caraibi, i cui paesaggi mozzafiato sembrano scolpiti dalla calda luce del sole. Il tour di gruppo di 13 giorni “Discover Cuba”, con partenza il 27 dicembre, prevede il secondo giorno, dopo l’arrivo a La Habana via Madrid, la vista del centro storico della capitale facendo tappa tra l’altro anche alla celebre Bodeguita del Medio, per gustare l’ottimo mojito che qui ha visto i propri natali, e al Capitolio Nacional, edificio neoclassico eretto tra il 1912 ed il 1929 per ospitare le due Camere del Parlamento cubano.

Dopo la prima colazione, l’indomani il programma prosegue con le visite ad una fabbrica di tabacco, alla Finca Vigia sita a San Francisco de Paula, la casa museo dove lo scrittore Ernest Hemingway visse per circa vent’anni, e al Museo del Rhum per conoscere il processo di lavorazione e per la degustazione. La seconda giornata termina con il tour panoramico del Malecon (lungomare) habanero, della Piazza della Rivoluzione e della Collina Universitaria.

Il quarto giorno l’itinerario continua in direzione di Valle de Viñales, la provincia più occidentale di Cuba dove si coltiva il miglior tabacco del mondo, con soste al Mirador de los Jazmines, dal quale si gode un panorama mozzafiato della valle, alla Casa del Veguero (coltivatore di tabacco) e alla Cueva del Indio, con inclusa una piccola navigazione lungo il fiume che scorre all’interno della grotta.

Il giorno successivo si parte alla volta di Cienfuegos, la perla del sud, per ammirare il suo centro storico, dichiarato nel 2005 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, ed unico in tutta Cuba in quanto custodisce la fine opera di urbanizzione approntata dai francesi provenienti da Bordeaux e dalla Luisiana che la fondarono nel 1819. Come da Programma, si effettua il tour panoramico dei pricipali edifici della città quali il Palacio del Ayuntamiento, il Teatro Tomas Terry, dove cantarono Enrico Caruso e Sarah Bernhardt, la Catedral de la Purisima Concepcion ed il Palacio Ferrer che ospita la Casa Provincial de la Cultura. Dopo il pranzo al ristorante del Palacio el Valle, un piccolo goiello architettonico costruito tra il 1913 e 1917 in stile moresco, nel pomeriggio è prevista una tappa al Jardin Botanico che ospita ben 2000 varietà di piante tropicali.
Il sesto giorno, ovvero il primo del 2011, si procede verso Trinidad, una delle prime città fondate dagli spagnoli nel secolo XVI e dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità nel 1988, per visitare l’Iglesia de la Santisima Trinidad e il Palacio Brunet ora Museo Romantico, oltre che per fare una passeggiata nel centro storico della città con sosta al caratteristico mercatino artigianale. Dopo l’aperitivo a "La Canchanchara", locale divenuto famoso per la sua tipica bevanda a base di acquavite, miele e limone, e successivamente al pranzo ci si dirige alla volta della Valle de los Ingenios dove i partecipanti possono salire sulla torre Manaca Iznaga, costruita ai tempi della schiavitù per controllare il lavoro nelle piantagioni di zucchero sulle quali svettava, e visitare uno zuccherificio risalente al XVII secolo.
... Pagina 2/2 ...
Il settimo giorno, dopo il trasferismento alla base di Topes, si parte in camion per i sentieri del Parco di Guanayara all’interno di Topes de Collante. Grotte, getti d’acqua, una lussureggiante flora ed una ricca fauna si presentano lungo il percorso verso la cascata del Rocio, la quale forma una piscina naturale dove è arduo non lasciarsi tentare per un bagno rinfrescante. Sulla strada del ritorno è prevista la sosta in un giardino, nel quale sono conservate piante delle varie qualità di caffè e dove è sito un piccolo museo sulla storia della bevanda.

L’indomani l’itinerario prosegue per Santa Clara per la visita al treno blindato e al Mausoleo dedicato a Che Guevara. Durante il tragitto tour panoramico della cittadina coloniale di Remedios, nella cui piazza principale è ubicata una delle più importanti chiese dell’isola dedicata a San Juan Bautista. La chiesa, visitata anche da Papa Woytila durante il suo viaggio a Cuba, presenta uno sfarzoso altare barocco ed un notevole soffitto in mogano con decorazioni. In serata è previsto l’arrivo a Cayo Santa Maria per la rilassante estenzione balneare di tre giorni. Il dodicesimo giorno si fa ritorno in capitale per il volo di rientro, via Madrid, per l’Italia dove si atterra il giorno seguente.

Per questa soluzione quote a partire da 1.995 € comprensive di: voli intercontinentali in classe economica con IBERIA; voli interni in classe economica; trasferimenti da e per gli aeroporti come da programma; sistemazione in hotel 3 stelle superior o 4 stelle con trattamento come da programma; escursioni come da programma con guida in italiano; assicurazione medico/bagaglio e kit da viaggio.

Per ulteriori informazioni: www.qualitygroup.it

 Pubblicato da il 27/10/2010 - 4.783 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close