Cerca Hotel al miglior prezzo

Il Sax di Francesco Cafiso al Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo

La tradizione vuole che ogni anno una serata del Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo, in provincia di Imperia, venga dedicata al grande jazz. Ovviamente questa edizione non può fare eccezione: martedì 27 luglio spazio al sax di Francesco Cafiso, accompagnato dal pianoforte di Dino Rubino. Due giovani talenti già affermati a livello internazionale, tanto da portare Francesco Cafiso, il 19 gennaio del 2009 a suonare, unico jazzista italiano, a Washington Dc durante i festeggiamenti in onore del Presidente Barak Obama e del Martin Luther King Jr. Day. Sarà il sagrato della Chiesa dei Corallini ad ospitare gli artisti, un luogo suggestivo ed emozionante, dall’acustica perfetta. Un vero e proprio spettacolo nello spettacolo.

Il sassofonista Francesco Cafiso nominato nel 2009 da Umbria Jazz “ambasciatore del jazz italiano nel mondo” è salito alla ribalta all’età di nove anni, tanto che Wynton Marsalis decise di farlo entrare giovanissimo nel suo sestetto per un tour europeo. Da quel momento il talento e la fama del giovane siciliano sono cresciuti in maniera impressionante e lo hanno portato a suonare con grandissimi musicisti: Hank Jones, Cedar Walton, Mulgrew Miller, Ronnie Matthews, Jimmy Cobb, Ben Riley, Ray Drummond, Reggie Johnson, Doug Sides Lewis Nash, James Williams, Joe Lovano, George Mraz, Joe Locke, Enrico Rava, Gianni Basso, Dado Moroni , Franco D’Andrea e moltissimi altri musicisti italiani ed americani. Nato a Vittoria, provincia di Ragusa il 24 maggio 1989 ed è uno dei talenti più precoci nella storia del jazz; Francesco è il primo musicista europeo a suonare al Dizzy's Club Coca Cola del Lincoln Center di New York accompagnato da David Hazeltine, David Williams e Joe Farnsworth. Con questi stessi musicisti registra un disco intitolato "Lullaby in New York" per l'etichetta Venus; l'autorevole rivista giapponese di musica jazz "Swing Journal” gli conferisce il "New Star Award" premio riservato ai talenti stranieri emergenti. Subito dopo arriva l'affermazione nel Top Jazz, referendum della rivista italiana Musica Jazz, che lo riconosce miglior nuovo talento dell'anno 2005. Nel luglio 2005, nel cinquantesimo anniversario della morte di Charlie Parker, Umbria Jazz gli ha affidato il compito di rileggere le partiture originali delle famose registrazioni realizzate da "Bird" accompagnato dal suo abituale trio e dai "Solisti di Perugia". Nell’aprile del 2006, nel corso della tournée organizzata da Musica per Roma e Umbria Jazz, Francesco ha suonato nel più famoso dei jazz club di New York, il "Birdland" dove ha riscosso un notevolissimo successo. Nel 2006 ha conseguito il Diploma in Flauto Traverso con il massimo della votazione al Liceo Musicale Parificato V. Bellini di Catania. Il 19 gennaio del 2009 ha suonato, unico jazzista italiano, a Washington Dc durante i festeggiamenti in onore del Presidente Barak Obama e del Martin Luther King Jr. Day.

Dino Rubino è un altro impressionante talento del jazz italiano che alla tromba alterna il pianoforte. Nel 1994 durante un concerto del grande trombettista Tom Harrell rimase affascinato dalla tromba e decide di dedicarsi da autodidatta allo studio di questo strumento e del jazz. Nel 1996 ha frequentato i seminari di Siena Jazz tenuti da Paolo Fresu ed Enrico Rava. Nel 1998 è stato il miglior talento emergente del jazz italiano nel concorso Nazionale ”Massimo Urbani”.
A 20 anni la decisione di lasciare la tromba per ricominciare lo studio del pianoforte. Oggi a 27 anni è diplomato in pianoforte e da circa un anno ha ripreso a suonare la tromba. Non è un caso che i suoi musicisti di riferimento, oggi, come in passato, restano Miles Davis, Chet Baker e Keith Jarrett. Nasce a Biancavilla, provincia di Catania il 20 ottobre 1980. Da piccolissimo mostra già un grande talento musicale; ad undici anni si iscrive al liceo musicale di Catania al corso di pianoforte e studia questo strumento per quattro anni. Ha suonato con musicisti di grande valore, fra i quali Gianni Basso, Flavio Boltro, Franco Cerri, Salvatore Bonafede, Rosario Giuliani, Roberto Gatto, Pietro Tonolo, Enrico Rava, Dado. Moroni, Bruce Forman,Valery Ponomarew, Steve Grossman, Eddy Enderson, Lester Bowie ricevendo sempre consensi e stima. Nel 2008 registra con Francesco Cafiso un disco per la Venus in qualità di trombettista e nello stesso anno entra a far parte del Quartetto Italiano di Cafiso in veste di pianista. Nel corso degli anni ha partecipato a diversi Masterclass nell’ambito della musica classica. Attualmente frequenta l'ultimo anno di pianoforte classico presso il Conservatorio di Catania V.Bellini.

La 47° edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo si concluderà il 20 agosto per un totale di dieci appuntamenti. Il festival si svolge ogni anno nella suggestiva cornice del borgo di Cervo, nella provincia di Imperia. Il Comune, annoverato tra i Borghi più belli d’Italia, conserva ancora le caratteristiche tipiche di un paese medievale. Affacciato sul mare, protetto dalle sue torri e mura cinquecentesche, circondato da verdi colline, il suo centro storico offre un intrico di carruggi e viottoli su cui sorgono meravigliosi palazzi.
Il festival è nato nel 1964 grazie ad una felice intuizione del violinista Sandor Vegh che scoprì casualmente l’acustica praticamente perfetta del Sagrato della chiesa dei Corallini e, decise allora, con l’appoggio dell’amministrazione comunale, di dare vita alla prima edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera.
Il sagrato della Chiesa dei Corallini è una vera e propria terrazza sul mare, protetta da un lato dalla maestosa facciata barocca della chiesa e aperta sul mare dall’altro. Questa cornice, inconsueta e quasi irriverente per gli appassionati della tradizionale musica classica, che rende l'esperienza di un concerto del festival assolutamente unica.
Gli spettacoli iniziano tutti alle ore 21.30. Costo biglietto da 15 a 30 euro a persona. Per maggiori informazioni visitare il sito www.cervo.com.
Numero di telefono per informazioni al pubblico: ufficio IAT 0183 449130
  •  

 Pubblicato da il 12/07/2010 - 2.578 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close