Cerca Hotel al miglior prezzo

Capodanno in Giordania: Petra, Wadi Ram, Mar Morto e Amman

Pagina 1/2

Ricca di storia, crocevia di popoli e religioni, la Giordania è una meta irrinunciabile per quanti vogliono avvicinarsi al Medioriente. Immerso in questa terra di incantevole bellezza, circondato dalle rovine di antiche civiltà da tempo scomparse, il viaggiatore sarà ammaliato dal deserto di sabbia rosa del Wadi Ram, tanto amato da Lawrence d’Arabia, dal mistero e dall’imponente maestosità di Petra o dalla magia delle acque del Mar Morto. TOAssociati vi propone di viaggiare in Giordania durante il periodo di Capodanno per visitarne i luoghi più conosciuti, entrando in contatto con la sua gente ospitale fino a sconfinare nei tipici villaggi di origini antichissime dove si respira un’atmosfera fatta di vita semplice e valori concreti.
Il tour ha inizio con un’escursione dedicata alla visita dei siti archeologici a nord della capitale. Prima sosta quindi ad Umm Qais, l’antica Gadara, che domina il lago di Tiberiade ed è circondata dalle alture del Golan per proseguire verso Jerash, la “Pompei del Medio Oriente”, la più estesa area archeologica dell’intera regione, che conserva ancora numerosi reperti perfettamente conservati.

Si continua il viaggio verso Betania, dove la tradizione vuole sia avvenuto il battesimo di Gesù, situata sul fiume Giordano e ancora per il Monte Nebo, straordinario balcone naturale dalle cui sommità si può ammirare il grandioso panorama della valle del Giordano. Dopo una breve sosta si prosegue per il Mar Morto, grande ed enigmatico lago salato posto a 392 metri sotto il livello del mare. In questo luogo così straordinario, circondati da suggestive scogliere di sale, non potrete certo non provare ad immergervi in acque che, grazie alla forte concentrazione di sale, vi terranno a galla facendovi godere dei benefici di quello che non a caso si può definire come vero unguento benefico della natura. Il giorno seguente si visita Madaba, cittadina moabita posta lungo la Via dei Re, famosa per gli stupendi mosaici che attualmente si trovano nelle case e nelle chiese, pregevoli testimonianze della cultura e della vita quotidiana di 1500 anni fa.

Sulla sponda orientale del Mar Morto si potrà invece ammirare la bellezza della riserva naturale di Wadi Mujib, situata nella profonda gola da cui prende il nome la riserva, che si estende fino alle montagne di Karak a nord e Madaba a sud. È sicuramente uno dei luoghi naturalistici più affascinanti della Giordania, per l’incredibile biodiversità ancora tutta da esplorare e scoprire, dove sono state registrate oltre 300 specie di piante, 10 specie di carnivori e numerose specie di uccelli stanziali e migratori. Si raggiunge, quindi, Umm el Rasas, splendido sito ricco di mosaici, prima della sosta a Kerak per la visita della fortezza costruita dai crociati sulla sommità di un monte. Eccoci, quindi, a Petra, “Patrimonio dell'Umanità” Unesco. L’antica e misteriosa città dei Nabatei è raggiungibile attraverso il siq, stretto canyon che di per sé è un capolavoro della natura. Si avanza ai piedi di magnifiche rocce rosse avendo l'impressione che le alte pareti striate debbano a un certo punto congiungersi ma, dopo un chilometro e mezzo, all’improvviso un raggio di luce illumina l’incredibile facciata del “Khazneh” (il Tesoro) e le colonne, i capitelli, i fregi, le nicchie, le statue, i frontoni ornati da bassorilievi si materializzano e lasciano il turista senza fiato.

Dalla “piccola Petra”, conosciuta con il nome di Beida, incredibilmente somigliante a Petra, si visita con auto fuoristrada il deserto di Wadi Ram: ad accogliervi uno scenario surreale di inaudita bellezza, infinite tonalità di rosso e ocra interrotte di tanto in tanto solo dal nero di qualche tenda beduina o di un piccolo gregge. Un qualcosa di unico ed eccezionale.
Ancora le visite ad Amman, capitale della Giordania che oggi si presenta come una città moderna e proiettata con decisione verso il futuro, e di Salt, l’antica capitale, chiudono il viaggio proposto da TOAssociati prima del rientro in Italia.

... Pagina 2/2 ...Check-in: Giordania. Laboratorio di pace e convivenza
Durata: 8 giorni/7 notti.
Itinerario: Italia, Amman, Qais, Ajlun, Jerash, Amman, Betania, Monte Nebo, Mar Morto, Madaba, Wadi Mujib, Umm El Rasas, Kerak, Petra, Beida, Wadi Ram, Amman, Salt, Iraq El Amir, Al Fueis, Amman, Italia.
Quota: a partire da 1.478 Euro a persona in camera doppia (minimo 15 partecipanti)
La quota comprende:.voli di linea in classe economica da Venezia, Roma o Milano; franchigia di kg 20 di bagaglio, trasferimenti privati da programma; sistemazione in hotel 4 stelle; trattamento di pensione completa; guida locale parlante italiano; visite ed escursioni; procedura per l’ottenimento del visto di ingresso in forma collettiva; assicurazione medico-bagaglio e annullamento viaggio; documenti e set da viaggio.
La quota non comprende: supplementi quotati a parte; bevande, mance, spese extra e personali e quanto altro non indicato ne “la quota comprende”.

Fonte: Tour Operator Associati
Ufficio stampa: OPEN MIND CONSULTING
Visita Toassociati.it
 

 Pubblicato da il 27/10/2009 - - ® Riproduzione vietata

close