Cerca Hotel al miglior prezzo

Estate in Provenza: i vini del Vaucluse e del Luberon

Pagina 1/2

Tra gli aspetti di innegabile fascino della Provenza oltre alla lavanda, vanno senza dubbio annoverati gli sterminati vigneti del Vaucluse e del Luberon. Chi ha avuto il piacere di vedere il film “un’ottima annata” con Russel Crowe capirà subito di cosa stiamo parlando e non potrà non ricordare l’incanto dei colori dei pampini nella luce autunnale. Anche d’estate però le iniziative attorno al prezioso nettare si sprecano.

Dal 1 Luglio al 30 Settembre 2009 infatti la Cooperativa dei Produttori di Vino del dipartimento del Vaucluse propone incontri e visite guidate incentrati sulla viticoltura e l’enoturismo, tra la Provenza e la valle del Rodano.

"Un Eté Vigneron en Vaucluse" organizza attività su misura per il grande pubblico e le famiglie: dai circuiti nei vigneti del Mont Ventoux (meta forse più celebre per una massacrante tappa ciclistica del Tour de France) alle visite ai produttori, dai festival e concerti nella regione delle Côtes du Luberon alle feste del vino e le soste gourmet nella regione delle Côtes du Rhône.

Il programma è strutturato intorno a 4 temi principali, "i Vigneti"’, "la Degustazione", "la Gastronomia", e "Arte e Cultura".

Il programma in dettaglio a questo link:
http://www.avignon-et-provence.com/reportages/ete-vigneron-vaucluse/programme-ete.pdf

Informazioni presso:
Fédération des Caves de Vignerons
Coopérateurs de Vaucluse
Maison de l'Agriculture - Site Agroparc
... Pagina 2/2 ...84000 Avignon cedex 9
Telefono : +33 (0)4 90 84 08 28
Fax : +33 (0)4 90 84 00 58

Altre informazioni sul sito:
http://www.vigneronscooperateurs-84.fr/

Un accenno ai vini di Provenza.
I vini di Provenza provengono da oltre 100.000 ettari coltivati a vigneto e generalmente sono ottenuti da uvaggi di tre o più vitigni. Quantitativamente parlando la produzione è prevalentemente di rosati , ancorchè i grandi vini si annoverano tra i rossi, che rappresentano circa un quarto della produzione; i bianchi sono una minima parte (4%).
Il vino più rinomato della Provenza, amministrativamente parlando, è lo Châteauneuf-du-Pape, nelle vicinanze di Avignone che però da un punto di vista vinicolo viene incluso nella regione del Rodano Settentrionale. Seguono i vini AOC Bandol (eccezionali i rosati), piccola costiera tra Marsiglia e Tolone, anch’essi come gli Châteauneuf beneficiati dal vento Mistral, che con la sua violenza da maggio a settembre spazza via le nuvole e l'unidità, mantenendo le uve sane con un minimo di trattamenti.
Esistono comunque ottimi rossi da altre appellations, quali Côtes de Provence AOC, Baux-de-Provence AOC, Rasteau AOC, Palette AOC e Bellet AOC, questi ultimi di pertinenza della Costa Azzurra (da cui i prezzi più elevati).

Valentina Arnera

 Pubblicato da il 17/08/2009 - - ® Riproduzione vietata

close