Cerca Hotel al miglior prezzo

Trekking, cammini e sentieri da non perdere in Abruzzo

È arrivata l'estate 2020, con il suo carico di dubbi e di speranze. E nell'ottica del distanziamento sociale, con il problema covid-19 purtroppo ancora presente nel nord Italia, molti viaggiatori stanno progettando una vacanza nel centro-sud, avvicinandosi sempre più al mondo del trekking e dell'escursionismo. In questo modo potranno vivere al meglio il rapporto con la natura e ridurre al minimo le occasioni di contatto con altre persone.

E da questo punto di vista l'Abruzzo, coniugando in uno stesso territorio mare e grandi montagne, è una delle migliori regioni per gli appassionati delle camminate, con un intreccio di percorsi adatti ad ogni categoria di escursionisti, adatti sia alle famiglie con bambini che agli appassionati di hiking e trekking di alto livello.

La sua natura è veramente incontaminata, l'Abruzzo vanta ben 3 Parchi Nazionali, un Parco Regionale e tantissime aree protette, ma questa regione sa appassionare i visitatori anche con i suoi borghi e castelli ricchi di storia, per le sue chiese ed abbazie che da sole meritano un pellegrinaggio, e per le sue eccellenze enogastronomiche che premiano il viaggiatore dalle tante fatiche con una vasta scelta di prodotti tipici da gustare con le ricette gustose della tradizione.

Vediamo allora quali percorsi escursionistici e quali cammini potranno rendere indimenticabile la vostra estate 2020 in Abruzzo!

Alcuni cammini d'Abruzzo


Tra le montagne abruzzesi potete scegliere tra vari trekking della durata indicativa di una settimana. Si tratta di percorsi agevoli, mai troppo impegnativi (eccetto qualche variante ben spiegata) e quindi adatti alle famiglie dotate di spirito d'avventura. Lungo questi percorsi si aprono panorami notevoli, suggellati dei profili inconfondibili del Gran Sasso d'Italia e della Maiella, le cime più alte della dorsale appenninica.

Il Cammino di San Tommaso è un progetto interregionale che unisce in un percorso di 320 km Roma con Ortona, sulla costa Abruzzese. La parte abruzzese è sicuramente quella più spettacolare e partendo da Tagliacozzo, facilmente raggiungibile in treno, inizia un percorso che tocca luoghi unici, in qualche modo legati all'Apostolo di Cristo, tra borghi isolati, chiese e montagne dal grande fascino come il Massiccio della Majella. Tra le varie tappe indimenticabile quella di Manoppello dove è custodito il Volto Santo nell'omonima Basilica, quella di Villa Caldari dove troverete la fontana del vino, dove potete gustare dell'ottimo Montepulciano Doc e per la nona tappa è previsto l'arrivo alla Cattedrale di San Tommaso in Ortona, dove le fatiche di una lunga camminata potranno essere alleviate con un tuffo nelle acque limpidi della spiaggia. Maggiori informazioni qui.

Il Cammino dei briganti è invece un percorso ad anello di 100 km di lunghezza, da compiere in 7 tappe, che vuole celebrare luoghi dal grande fascino naturale, come la Marsica e il Cicolano. Qui operarono celebri briganti come Bernardino Viola, nel periodo che seguì l'Unità d'Italia. Si tratta di un percorso di media montagna che si muove intorno ai 1000 metri di quota. Per chi lo percorre viene rilasciato un salvacondotto dove i timbri delle varie tappe testimonieranno l'avvenuto percorso dell'escursionista.

Il Cammino della Memoria è invece una full immersion di 7 giorni che percorre la celebre linea difensiva Gustav, creata dai tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale per rallentare la risalita delle truppe alleate che erano sbarcate in Sicilia. Teatro di questo trekking la bella Val di Sangro che si incunea nell'Appennino a sud del Monte Amaro, la cima del massiccio della Majella. Si parte dalla costa e via via ci si muove tra crinali e borghi risalendo a Roccaraso ed oltre, fino ad Alfedena, nel Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio, Molise, ai piedi dei Monti della Meta.

Altro cammino che unisce natura e spiritualità è il Sentiero dello Spirito, un percorso a 4 tappe che si muove all'interno del Parco nazionale della Majella. In totale si percorrono 73 km, muovendosi sui luoghi legati all'eremita Pietro da Morrone, che in seguito divenne Papa Celestino V. Si parte da Sulmona, e attraverso rifugi ed eremi si giunge a Serramonacesca (PE) presso la Badia di San Liberatore a Majella.

I sentieri da non perdere in un weekend


Oltre ai cammini la regione Abruzzo offre una miriade di sentieri da percorre in giornata, ed alcuni di essi permettono di scoprire luoghi di rara bellezza, vediamone qualcuno:

La valle delle 100 cascate è un percorso ad anello di 9 km che si snoda nel territorio del Parco Nazionale del Gran Sasso – Monti della Laga. Si muove all'interno della valle del torrente Fosso dell'Acero e ci sia arriva partendo dalla località di Cesacastina. Qui troverete un gran numero di piccole cascate in un contesto di faggi secolari e numerose specie di colorati fiori selvatici. Per approfondire: clicca qui

Il Gran Sasso può essere ammirato da vicino anche dai meno esperti grazie al sentiero Verso l'affascinante mondo di Roccia: si parte da quota 1637 e ci si spinge fino ad un’altitudine di circa 2000 m dove si apre un notevole panorama montano. Il percorso si raggiunge da Prati di Tivo, o tramite una strada che conduce a Piana del laghetto oppure salendo con la cabinovia direttamente a La Madonnina, percorrendo il sentiero in direzione contraria. A metà strada circa s'incontra un suggestivo albergo diruto. Il percorso è di 4,6 km ed impegna i turisti per circa 2,5 ore. Per approfondire clicca qui.

Il sentiero della Torre di Montegualtieri e la sua valle è un percorso collinare in riva destra del Fiume Vomano. Si parte e si arriva dal borgo di Montegualtieri, caratteristico per il suo torrione medievale che domina tutta la valle. Il percorso richiede circa 3 ore di tempo e l'anello ha una lunghezza complessiva di 8, 2 km. Per approfondire clicca qui­

Il Sentiero del Cuore (foto) è un simpatico percorso panoramico, capace di regalare un'insolita prospettiva del lago di Scanno. La si può godere con una ascesa dalla sponda sud del lago fino all'Eremo di S. Egidio, una piccola chiesa del '600 che si raggiunge dopo circa 1,5 km di salita e dislivello di 250 metri. Da qui una breve deviazione porta al belvedere, e sotto di voi il lago di Scanno apparirà con una romantica forma di cuore, prospettiva perfetto per una fotografia romantica. In totale il percorso ha una lunghezza di poco meno di 4 chilometri. Per approfondire clicca qui

Per ulteriori approfondimenti visita il sito ufficiale di Abruzzo Turismo!

  •  

 Pubblicato da il 17/06/2020 - - ® Riproduzione vietata

11 Giugno 2021 Il Mercatino dell'Antiquariato a Fossano ...

Ogni terza domenica del mese (escluso giugno, agosto e dicembre) si svolge ...

NOVITA' close