Cerca Hotel al miglior prezzo

I laghi balneabili pił belli del Trentino Alto Adige

Il Trentino-Alto Adige, data la sua conformazione geografica, è una regione con un elevatissimo numero di laghi. Se ne contano infatti oltre 500, buon parte dei quali situati in alta montagna al di sopra dei 1500 metri s.l.m., anche se i maggiori per dimensioni si trovano in pianura nei fondovalle.

Molti turisti scelgono questi laghi per trascorrervi le proprie vacanze estive, mentre tanti altri decidono di trascorrervi semplicemente una giornata o un weekend di relax. In ogni caso, ad attirare le persone è quel senso di pace e tranquillità che trasmettono, oltre alla possibilità di concedersi un bagno rigenerante nelle giornate più calde, mentre solitamente nei laghi alpini in alta quota non si riesce a fare il bagno per via della bassa temperatura dell'acqua.

Abbiamo stilato una lista dei laghi balneabili più belli del Trentino-Alto Adige anche se, ovviamente, tra tanti specchi d'acqua non abbiamo potuto citarli tutti. Ci perdonerete quindi se manca il vostro preferito: prendete comunque questo elenco come spunto dal quale partire per scegliere la meta della prossima escursione.

Lago di Garda (Trentino)


Non potevamo non cominciare dal Lago di Garda, ovvero il lago più grande d'Italia.
La sua superficie si estende su tre regioni (Lombardia, Veneto e Trentino) e su altrettante province.
La porzione trentina corrisponde alla parte più settentrionale del lago.
Le principali cittadine che vi si affacciano sono Torbole e Riva del Garda, dove si trovano diverse spiagge attrezzate in cui prendere il sole, fare il bagno o praticare sport acquatici. Entrambe le località sono molto frequentate dagli appassionati di windsurf, che qui trovano le giuste condizioni per farlo.

Lago di Ledro (Trentino)


Rimaniamo nei pressi del Lago di Garda, spostandoci appena 10 km più ad ovest.
Il Lago di Ledro sorge a 655 metri s.l.m. ed è considerato uno dei laghi più belli, con le acque più pulite e trasparenti del Trentino. Dotato di quattro spiagge pubbliche (rispettivamente a Pieve di Ledro, Molina di Ledro, Mezzolago e Pur, quest'ultima pet friendly, ovvero accessibile ai cani), è ideale per farvi il bagno, una bella nuotata o praticare sport come il windsurf, la vela e la canoa, o anche solo per una camminata.
Dal punto di vista culturale, sulla sua riva orientale nel 1929 vennero rinvenute alcune palafitte risalenti all’Età del Bronzo. Il villaggio è oggi considerato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO e per maggiori informazioni si può visitare il Museo delle Palafitte di Ledro in loc. Molina.

Laghi di Lamar (Trentino)


I Laghi di Lamar sono due piccoli specchi d'acqua nella Valle dei Laghi a 714 metri s.l.m.; percorrendo la strada, si incontra prima il Lago Santo e poi il Lago di Lamar, poco dopo aver superato le località di Monte Terlago e Vallene.
Entrambi sono immersi in una natura rigogliosa tra boschi di conifere e faggeti. Il primo è più grande, ma meno frequentato perché le sue rive sono prevalentemente coperte dalla vegetazione.
Il Lago di Lamar, invece, vanta un bel prato sul quale stendersi a prendere il sole e rilassarsi. È dotato anche del servizio di salvataggio e di un bar-pizzeria.
L'acqua cristallina è particolarmente invitante per un bagno, anche se già a pochi metri dalla riva diventa molto profonda e non si tocca più, per cui occorre prestare molta attenzione.

Lago di Caldaro (Alto Adige/Südtirol)


Ci spostiamo in Alto Adige per raggiungere il Lago di Caldaro (o Kalterer See, in tedesco) che si estende per circa 1,5 km² ad un'altitudine di 216 metri s.l.m, inserito in un contesto paesaggistico davvero spettacolare, immerso tra i vigneti della Strada del Vino, tra il massiccio della Mendola e il Monte di Mezzo, circa 19 a km a sud del centro di Bolzano.
È uno dei laghi più puliti d'Italia e anche il più caldo delle Alpi: per questo è molto frequentato dai bagnanti, che adorano godersi le spiagge attrezzate sulle sponde est ed ovest.
Chi pratica sport acquatici, o semplicemente vuole divertirsi, può noleggiare tavole da windsurf, pedalò e barche a remi.
Oltre a numerosi hotel e B&B, esistono anche alcuni campeggi nei pressi del lago.

Lago di Braies (Alto Adige/Südtirol)


Come scenario probabilmente non ha eguali.
Il Pragser Wildsee, come è chiamato in tedesco, si trova nella valle omonima ai piedi della Croda del Becco ed è il lago più grande delle Dolomiti, con una superficie di circa 31 ettari.
Data l'altitudine (1496 metri s.l.m.) in inverno è solitamente coperto da ghiaccio e neve, mentre in estate l'acqua regala spettacolari sfumature cristalline e una tonalità smeraldo.
È un punto di riferimento per gli sportivi, che proprio da qui partono per escursioni di vario tipo, ma nei mesi più caldi c'è anche qualche temerario che sfida la bassa temperatura dell'acqua e si tuffa per un breve bagno. Chi non se la sente di entrare in acqua, può comunque noleggiare una barca a remi e farsi una tranquilla gita sul lago.

Lago di Tenno (Trentino)


Torniamo in provincia di Trento, di nuovo dalle parti del Lago di Garda.
Il Lago di Tenno, si trova sotto a Canale di Tenno, uno dei borghi medievali più belli del Trentino.
Sulle sue sponde ci si può riposare godendosi il relax in spiaggia, bevendo qualcosa al bar oppure facendo un bagno nelle acque turchesi e cristalline in cui nuotano molti pesci.
È possibile anche passeggiare lungo i sentieri che lo circondano oppure noleggiare un pedalò o una barca a remi e fare un giro sull'acqua, magari fino all'isoletta che spunta in mezzo al lago. Quando il livello dell'acqua è più basso, l'isola si può raggiungere anche a piedi.

Lago di Caldonazzo e Lago di Levico (Trentino)


Si trovano entrambi in Valsugana, a una distanza in linea d'aria di 500 metri l'uno dall'altro, che diventano però alcuni km percorrendo la strada sul Colle di Tenna che li separa.

Dal Lago di Caldonazzo nasce il fiume Brenta ed è una meta eccezionale per chi pratica sport acquatici (vela, windsurf, nuoto, canoa, sub), anche grazie alla temperatura dell'acqua, che in estate può raggiungere i 24°C.
Molto frequentato dai bagnanti, che trovano sia spiagge libere che spiagge attrezzate con stabilimenti balneari, il Lago di Caldonazzo è l'unico in Trentino dove si può praticare anche lo sci nautico.
Ovviamente una tale offerta turistica comporta anche un grande affollamento nei mesi estivi, anche nelle strutture ricettive di Caldonazzo e dei paesi limitrofi, ma per chi ama le comodità e il divertimento è una meta perfetta per trascorrere le vacanze. In agosto, inoltre, sulle sue acque si svolge anche il celebre Palio dei Draghi, una gara tra imbarcazioni a remi dette dragon boat.

Il vicino Lago di Levico, più piccolo del precedente, ha una forma più stretta e allungata ed è circondato da prati e spiaggette attrezzate con stabilimenti balneari che offrono tutte le comodità e i servizi.
Chi ama lo sport può dedicarsi al nuoto, alla canoa, alla vela e al windsurf, mentre per chi vuole solo rilassarsi può fare una gita sull'acqua con le barchette elettriche. Come sempre, il lago è circondato da sentieri da percorrere a piedi o in mountain bike. Il paese di Levico Terme si trova sul versante sud-orientale.

Lago di Lases (Trentino)


In Valle di Cembra, nel Comune di Lona-Lanes, questo piccolo lago sorge ad un’altitudine di 629 metri s.l.m. e offre alcune spiagge a prato attrezzate sulle quali godersi un po' di relax.
Il lago è balneabile e vi si pratica anche il windsurf. La zona vicina alla riva è poco profonda e sicura anche per i bambini, per i quali è stata creata anche un'area per il bagno con il fondale di sabbia.
Si può comunque scegliere di fare anche solo semplici passeggiate sulle sue sponde oppure, data la nutrita presenza di pesci, dedicarsi alla pesca.

Lago di Molveno (Trentino)


Con una superficie di 3,3 km² è uno dei laghi più grandi della regione ed è abbracciato dalla cornice della catena montuosa del Gruppo del Brenta, circondato dalle vette del massiccio del Monte Gazza e dalla Paganella.
Il Lago di Molveno è uno dei più amati dai turisti, ma non solo: con una frequenza impressionante riceve il riconoscimento di “Lago più bello d’Italia” da importanti enti quali Legambiente e il Touring Club Italiano per la qualità dell'acqua e dei suoi servizi.
Sul versante settentrionale del lago sorge il paese di Molveno, un'importante meta turistica e di soggiorno sia in estate che in inverno.
Sulle rive del lago si susseguono spiagge, prati e aree gioco, mentre chi vuole addentrarsi nell'acqua può farlo, oltre che a nuoto, con una barca a remi o con il pedalò, oppure praticando il windsurf, o ancora con la canoa e il kayak.

Laghi di Monticolo (Alto Adige/Südtirol)


Sono due i laghi, chiamati rispettivamente Grande Lago e Piccolo Lago di Monticolo.
Non distanti dal più famoso Lago di Caldaro, entrambi sorgono tra boschi di conifere e latifoglie lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige.
Pur essendo tutti e due balneabili, è in particolare il lago più grande ad essere una meta piuttosto frequentata dai bagnanti in estate, che amano sostare sul lido attrezzato che sorge sulla sponda occidentale.

Lago di Lagolo (Trentino)



Nel comune di Madruzzo, il Lago di Lagolo si trova a un'altitudine di 950 metri s.l.m. ed è alimentato da sorgenti nei pressi della riva e da altre fonti sotterranee. È uno dei laghi balneabili più piccoli del Trentino ed è circondato da prati e boschi di conifere e latifoglie.
Ha una profondità massima di 7 metri e in estate i bagnanti possono scegliere tra il prato della spiaggia libera e quella attrezzata per le famiglie nei pressi del bar.
È presente anche un pontile di legno, ottimo per i tuffi.
  •