Cerca Hotel al miglior prezzo

Via delle Malghe Carniche: sentieri transfrontalieri alla riscoperta di antichi sapori

Percorsi immersi nella natura delle Alpi Carniche e nelle valli della Carinzia seguendo le tradizioni culinarie della zona: questo è quello che propone il progetto "Via delle malghe carniche"-"Karnischer Almweg", consigliato dall’Agenzia TurismoFVG. Gli escursionisti più esperti ma anche i semplici appassionati di trekking potranno scegliere tra quindici sentieri tematici che si snodano da diverse località della Carnia, oltrepassano le Alpi Carniche e giungono fino alle località di fondovalle della Carinzia.

Il filo conduttore delle camminate è la scoperta dell’arte della lavorazione dei prodotti caseari, tramandata da generazione in generazione e ora svelata ai turisti più golosi. Le prelibatezze del palato potranno essere assaporate in un contesto naturale incontaminato. Laghi, borghi alpini, antiche grotte, particolarità botaniche, flora e fauna selvatiche nonché cimeli storici fanno da cornice al turista lungo il suo cammino. I sentieri a tema incontrano vari tipi di interessi, dalla storia, alla religione, fino alla gastronomia. Alcuni di questi sono percorribili anche in mountain-bike o a cavallo.

Il Sentiero dei Celti, ad esempio, percorre le tracce dei ritrovamenti celtici nelle vicinanze del rifugio Fabiani e di Paularo che confermano l’esistenza di un collegamento pre-romano tra la Valle del Gail e l’alta Val d’Incaroio e dà la possibilità di acquistare prodotti di malga nella Caserma Ramaz Bassa. Il Sentiero della Fede, invece, accomuna culturalmente e religiosamente due versanti alpini e due Chiese Madri, San Pietro in Carnia e il santuario di Maria Luggau.

Nella casera Fleons di Sotto saràpoi possibile assaporare la genuinità dei prodotti malgari. Per una vacanza senza pensieri TurismoFVGpropone all’escursionista dei pacchetti turistici comprensivi di soggiorno, pranzo in malga, escursioni guidate o la definizione di itinerari per escursioni libere e una serie di eventi dedicati ai sapori caseari tra cui la Sagra del malgaro (Ovaro il 18 e 19 luglio), la Festa del formaggio salato e di malga (Sauris dal 14 al 16 agosto), la Mostra mercato del formaggio e della ricotta di malga (Enemonzo il 12, 13, 19 e 20 settembre) e la Fiesta dal Pastor (in località Uerpa a Lauco il 27 settembre). Da ultimo, per gli amanti dello sport estremo, il progetto “Via delle malghe” prevede anche percorsi in deltaplano per piloti esperti o avventure con il rafting o in kajak.
  •  

 Pubblicato da il 25/05/2009 - - ® Riproduzione vietata

close