Cerca Hotel al miglior prezzo

Carnevale antico di Aidomaggiore Aidomaggiore

Il Carnevale di Aidomaggiore

Evento concluso!
Attenzione, evento concluso!
Se verrà riproposto aggiorneremo le date!
Tra le feste sarde di maggior spicco, il Carnevale intende più di tutte stupire dimostrando che il fuoco della tradizione è ben vivo nell'isola. E' nei paesi che il retaggio antico seguita a echeggiare, sopravvivendo alle lascivie moderne.

Ad Aidomaggiore, comune di appena 466 abitanti in provincia di Oristano, sono gli anziani a tenere alto lo stendardo del folclore.

Qui il Carnevale inizia contestualmente alla vigilia della festa di Sant'Antonio il 16 gennaio, con la prima domenica successiva pronta a inaugurare il "Carrasegare", destinato a concludersi il Mercoledì delle Ceneri. I festeggiamenti presuppongono l'organizzazione in gruppi plurifamiliari detti Sotzios, che si riuniscono in casa o in un locale scelto per ballare accompagnati da un suonatore di fisarmonica fino alla fine del periodo carnevalesco, il martedì grasso.

Le maschere di Aidomaggiore si prefiggono un obiettivo, ovvero celare il volto di chi le indossa nascondendone l'identità. La varietà cromatica degli indumenti è scandita dai giorni: la domenica sono di scena abiti tradizionali e travestimenti a scelta;

il lunedì è d'obbligo l'uso di lenzuola bianche indossate senza cuciture; il martedì è contrassegnato da un'atmosfera di lutto per l'epilogo del periodo di festa, ergo il colore imperante è il nero. In questo giorno ecco spuntare Re Zorzi, un fantoccio rappresentante il Carnevale che, fatto di indumenti imbottiti e dotato all'interno di una piccola damigiana, viene portato in giro da ragazzi in abito femminile che piangono la sua imminente fine.

Da un tubo collegato alla bocca viene rifornito di vino, offerto poi attraverso un secondo tubo attaccato buffamente all'inguine. Il fantoccio viene dato alle fiamme in seguito a un processo che gli imputa svariate malefatte. A fine serata, si intonano lodi denominate "Ses Laudes de Carrasegare" e il Mercoledì delle Ceneri le varie maschere organizzano una questua per raccogliere gli ingredienti necessari per la preparazione delle sas zippulas, frittate consumate a cena. Niente balli, dopo tutto è quaresima, ma per le vie è ancora possibili incontrare le maschere tipiche di AIdomaggiore.

Su Carrasegare
Il Carnevale antico di Aidomaggiore


Programma 2017
Giovedì 23 febbraio ore 15: sfilata nelle vie del paese e ballo dei bambini presso ex circolo ARCI.

Domenica 26 febbraio: sfilata per le vie del paese e balli in piazza Sant'Jorzi con i dolci tipici del Carnevale.

Martedì 28 febbraio: balli in piazza SAnt'Jorzi e gran finale del Carnevale con le maschere tipiche vestite di nero. Sfilata con Zorzi, Re del Carnevale.
A seguire "Ses laudes de Carrasegare".

Tutte le giornate saranno accompagnate dal suono de sa cointrotza, il ballo tipico di Aidomaggiore.

Guarda gli altri Carnevali della Sardegna

Calendario delle aperture
Attenzione: evento terminato!

Gennaio 2017
D L M M G V S
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
Febbraio 2017
D L M M G V S
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
       
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.
  •  

 Pubblicato da il 21/02/2017 - 2.001 letture - ® Riproduzione vietata

close