Cerca Hotel al miglior prezzo

Crociera fluviale nelle Fiandre

Posso dare qualche facile indizio: un scelta straordinaria di birre, magnifiche città d'arte, il culto della cioccolata, tappeti, arazzi e grandi spiagge: come avrete sicuramente intuito stiamo parlando di una vacanza in Belgio, più precisamente nelle Fiandre, la regione del nord ancora poco conosciuta dal turismo di massa, ma che offre spunti di viaggio interessanti, grazie alla fitta rete di canali che la rendono una meta perfetta per una vacanza, a bordo di una rilassante crociera fluviale.

Non tutti sanno infatti che uno dei modi migliori per vivere queste campagne e città ricche di storia e tradizione è quello di farlo bordo di un barca: si tratta del valore aggiunto di questa modalità di “slow travel”, e proprio grazie alle basse velocità, le affascinanti attese alle chiuse che regolano il livello delle vie d'acqua, il viaggiatore può gustare il vero piacere di assaporare con calma luoghi dalla storia millenaria, con il paesaggio che muta lentamente di minuto in minuto, virando a seconda della luce della giornata e per lo scenario mutevole del cielo del nord-Europa, che ogni giorno regala uno spettacolo, sempre diverso.

Un percorso classico per un crociera in Belgio inizia in genere dalla costa che s'affaccia sul Mare del Nord, e che ha come fulcro il borgo di Nieuwpoort. Qui vi aspetta una teoria di spiagge che si muovono ininterrotte da Dunkerque in Francia fino alle coste dei Paesi Bassi. Villaggio di pescatori Niewpoort sorge sull'estuario del fiume Yser, e d qui canali navigabili vi possono condurre all'interno verso Ypres oppure lungo la costa in direzione di Ostenda.

Come molte altre cittadine del Belgio, la storia di Nieuwpoort è costellata di contese tra francesi, tedeschi, olandesi e britannici che hanno combattuto aspramente per il dominio di questi luoghi, come è testimoniato dalla presenza di alcuni cimiteri militari. Oggi in una Europa unita dal più lungo periodo di pace della sua storia, la cittadina offre una ampia spiaggia protetta da un cordone di dune di sabbia, ed in estate le temperature miti invitano i più ardimentosi al bagno, magari senza dimenticare di tenere controllati i livelli di marea previsti. Anche chi non ama il mare trova qui spunti interessanti di viaggio, come la visita al mercato del venerdì mattina, oppure se arrivate un giorno prima potete ritagliarvi un po' di tempo per utilizzare il Kusttram, il tram costiero che serve tutto il litorale delle Fiandre, con frequenza ogni 10 minuti in estate e 20 in inverno. Il modo più semplice per muoversi tra le spiaggedella regione!

Saliti in barca nel porto di Nieuwpoort in genere una crociera si muove verso est seguendo un percorso che conduce i turisti fino alla magia di Bruges. Prima però sono possibili un paio di interessanti deviazioni: verso sud nei luoghi commuoventi della Grande Guerra ad Ypres, e restando sulla costa è d'obbligo una sosta ad Ostenda. Se la prima località fu teatro di quattro tra le battaglie più cruente della storia dell'umanità, celebrate nel museo Museo di Flanders Fields e nei suoi cimiteri militari, ed è conosciuta per il suo Mercato delle stoffe (Lakenhalle), Ostenda vi accoglie con il suo magnifico lungomare, impreziosito dalle Gallerie Reali costruite inizio del'900. Se l'aria di mare stimola il vostro appetito, la città può offrivi le migliori ostriche (Ostendaise) della regione da gustare accompagnate da una intensa e corposa birra rossa delle Fiandre. Per farlo scegliete uno dei tanti locali nei pressi del porto, noi le abbiamo apprezzate molto nel ristorante Au Vieux Port, uno dei più celebrati della città.

Già appagati dall'incontro con le prime delizie fiamminghe, la vostra crociera prosegue verso sud-ovest, e improvvisamente vi introduce in un mondo meraviglioso, fatto di case a mattone e canali in cui si riflettono signorili palazzi a graticcio. Non c'è alcun dubbio, siete giunti in quella che molti considerano la Venezia del nord, Brugge, o come dicono i francesi, la bella Bruges , la regina della cioccolata. La sua bellezza è stata sancita dall'UNESCO circa 15 anni fa, ed un piacere perdersi lungo le sue strade. Da non perdere il Markt, la splendida piazza centrale, la Chiesa di Nostra Signora e la Cattedrale di San Salvatore, oltre alla doverosa sosta in una pasticceria del centro, ad esempio nella storica cioccolatiera Dumon, per assaporare tutto il dolce della tradizione delle Fiandre. Certo però che una visita del centro di Bruges comporta una certa fatica, e allora è doveroso concedersi qualche piacere in più.. ad esempio la visita al birrificio Straffe Hendrik (De Halve Maan), per imparare qualcosa di più sull'arte di produrre la birra e concedersi qualche rinfrescante degustazione.

Il nostro viaggio deve riprendere, seguendo il percorso del Gent-Oostende Kanaal che ci condurrà alla grande e affascinate Gent . Nota agli appassionati di ciclismo per la classica Gand-Wevelgem, che precede di una settimana il giro delle Fiandre, la città di Gand è la quarta per popolazione di tutto il Belgio, ma nonostante i suoi 250 mila abitanti è ancora oggi una città a misura d'uomo: il suo centro storico possiede la più estesa superficie senza automobili di tutto il Belgio, e i suoi monumenti, in primis la Cattedrale gotica di San Bavone, vi faranno compiere un tuffo nella storia medievale delle Fiandre.

Non perdetevi in ogni caso la vista del Castello dei Conti di Fiandra (Gravensteen), una fortezza eretta prima dell'anno mille alla confluenza dei due fiumi Leie e Schelda. Da qui il vostro percorso può dirigersi verso Oudenaarde, seguendo la Schelda, oppure portarvi fino a Deinze e Kortrij risalendo invece le placide acque del fiume Leie, oppure compiere un tour circolare, grazie ad un canale che collega i due fiumi. e rende possibile il giro completo.

Partiamo allora risalendo il Leie, ed il primo centro che si incontra è Deinze, una cittadina di poco meno di 30 mila abitanti. Qui vi parla la storia, con il suggestivo Castello di Ooidonk (ooidonk.be) ma anche la natura grazie ai percorsi del parco di Brielmeersen, attraversato da una rete di sentieri. Mentre i bambini possono rilassarsi nel parco giochi, vi attendono delle rilassanti passeggiate nel verde, anche tra foreste di bambù gigante.

Proseguiamo nella navigazione e raggiungiamo una città di 75.000 anime: è Kortrijk, famosa per i suoi Beghinaggi fiamminghi, riconosciuti dall'Unesco come Patrimoni dell'Umanità. Stesso riconoscimento spetta anche al Belfort di Kortrijk, la torre campanaria aggiunta alla piazza principale della città nel 1307. Dalla sua cima si gode di una splendida vista della città e di questo dolce angolo di Fiandre. Volendo da qui la vosta borca può rislaire il Kanaal Kortrijk-Bossuit, e condurvi al grazioso villaggio di Bossuit, sulla Schelda, dove ammirare il castello del 17° secolo.

Giunti sulla Schelda ci dirigiamo verso est, e raggiungiamo Oudenaarde città che da il meglio di se all'inizio dell'estate: nel week end di metà giugno qui si svolge la pazza Retroronde, un raduno di ciclisti nostalgici che hanno voglia di rivivere i tempi del ciclismo eroico, quello di Binda e Girardengo, di Coppi e Bartali (). Ma a parte questa manifestazione “vintage” Oudenaarde è conosciuta per la sua industria tessile, specializzata nella tessitura di tappeti e arazzi. Trovate in città un museo a tema, mentre lungo il centro pedonale potete dedicarvi allo shopping, in vie come la Hoogstraat e e la Nederstaat, che conservano tutto il loro fascino medievale.

Il nostro percorso tra i canali ed i fiumi delle Fiandre è però concluso, non ci resta che ritornare a Gand e poi compire il percorso a ritroso fino a Nieuwpoort. dove solo il selvaggio fascino del Mare del Nord, con la potenza delle sue onde, saprà toglierci quel velo di malinconia per aver concluso questo splendido viaggio in barca tra i dolci paesaggi del Belgio settentrionale.

Se vi piacciono le crociere fluviali, questo è il sito che fa per voi: www.leboat.it
  •  
close