Cerca Hotel al miglior prezzo

Estate in Svizzera, gli eventi da non perdere tra buskers, fuochi d'artificio, mostre e tanta musica

Pagina 1/2

L’estate nelle città svizzere è decisamente frizzante. Storia, spettacoli e soprattutto musica si intrecciano per offrire suggestioni di ogni tipo. A Berna ad esempio, catalogata dall’Unesco patrimonio culturale dell’umanità, è possibile partecipare dal 18 al 21 luglio alla trentesima edizione del Gurtenfestival, caratterizzato dal logo che ritrae un orso dall’ampio sorriso e che propone una full immersion fra pop rock, country e blues attraverso 60 concerti dal vivo e 60 dj set.

Fino al 30 giugno è possibile acquistare i biglietti in prevendita per evitare file. Una novità di quest’anno, dedicata esclusivamente alle donne è la possibilità di evitare lunghe file alla toilette grazie al “Frauenpissoir “, dispositivo a imbuto che permette di urinare stando in piedi. Fra una visita alla casa di Einstein e un salto al Giardino delle Rose dove è possibile ammirare una splendida vista sulla città senza dimenticare il Parco degli Orsi, attrattiva per grandi e piccoli, da non perdere è la visita all’esposizione “Qin – L’imperatore eterno ed i suoi guerrieri di terracotta” che fino al 17 novembre ripercorre al Museo della Storia la nascita dell’impero cinese attraverso la figura del primo che ne ebbe il titolo supremo, Qin Shi Huandgi, vissuto nel III secolo a.C. Dall’8 al 10 agosto inoltre la città si anima con il Buskers Festival.

Artisti, musicisti, saltimbanchi che per il decimo anno consecutivo occuperanno il cuore della città e per il quale è ancora aperta la ricerca per raggiungere il numero dei 250 aiutanti volontari richiesti dall’organizzazione. A Ginevra, ha riaperto i battenti il 22 maggio scorso il Museo Internazionale della Croce Rossa, fondata proprio a Ginevra da Henry Dunant. Il museo è uno dei simboli della città unitamente al palazzo dell’Onu, che fronteggia, e alla fontana nel lago che crea un getto di 140 metri imitato dall’analogo anche se più discreto getto che distingue Lugano. Inaugurato nel 1988, è stato ora completamente ristrutturato.

La nuova esposizione permanente "Das humanitäre Abenteuer" (L'avventura umanitaria) è suddivisa in tre sale tematiche, allestite da architetti di fama internazionale e provenienti da contesti culturali diversi: tutela della dignità umana affidata a Gringo Cardia, Brasile, ricongiungimenti famigliari rappresentati da Diébédo Francis Kere, Burkina Faso e limitazione dei pericoli naturali definiti da Shigeru Ban, Giappone. Gli appassionati di orologi possono bearsi nelle sale del museo Patek Philippe mentre gli amanti di shopping, atelier, antiquari e boutique possono sfogarsi percorrendo le vie a scacchiera di Carouge, cittadina di proprietà Savoia a pochi passi da Ginevra. In corso a Zurigo, c’è il Zürcher Festspiele che, fino al 14 luglio, rende omaggio a Richard Wagner in occasione dei 200 anni dalla nascita attraverso concerti, mostre, conferenze, e rappresentazioni teatrali. Il clou si raggiunge dal 5 al 7 luglio con lo Züri Fäscht, il Festival di Zurigo, la festa popolare più grande della Svizzera organizzata ogni tre anni per la quale è atteso l’arrivo di due milioni di visitatori.

... Pagina 2/2 ... La prima edizione del Festival di Zurigo risale al 1951 anche se la forma attuale venne adottata nel 1976. Dal 1991 è stata introdotta la cadenza triennale. Una miscela unica di festa popolare, carnevale e fuochi d'artificio musicali proposti al venerdì e al sabato sera - inseriti fra i cinque spettacoli pirotecnici più grandi d'Europa - che provoca la chiusura al traffico delle strade che costeggiano la Limmat ed il lungo lago per consentire alle partecipanti di poter godere liberamente di questo momento di festa. Novità di quest’anno è la competizione di imbarcazioni costruite utilizzando bottiglie vuote che metteranno a confronto sul lago oltre 40 equipaggi provenienti da tutti i cantoni. La “corsa più pazza” della Svizzera disputata nelle giornate del 6 e 7 luglio. A Lugano, fino al 21 luglio, splende il Longlake Festival, che somma oltre 250 eventi del tutto gratuiti distribuiti fra le varie piazze della bella cittadina, fra mostre, concerti, cinema, buskers, street art, teatro e cabaret.

Il 7 e 8 giugno scorso il Festival è stato annunciato da “aspettando estival”, due serate dedicate all’eccellenza della scena musicale ticinese con ospiti internazionali. Raggiungere tutte queste mete è decisamente semplice soprattutto se si desidera farlo valorizzando l’antico legame, mai sciolto, che unisce la Svizzera al treno. Acquistando, fino al 30 giugno, in prevendita i biglietti per i collegamenti da Milano a Basilea, Berna, Ginevra, Losanna, Lucerca e Zurigo si può viaggiare, fino al 30 agosto, in prima classe sugli Eurocity spendendo la metà, a meno che i posti non risultino esauriti. Prenotando invece con due settimane di anticipo è possibile approfittare delle tariffe smart che in 2° classe permettono importanti risparmi. Per spostarsi agevolmente in Svizzera, è consigliato l’acquisto dello Swiss Pass messo a disposizione dallo Swiss Travel System che consente di viaggiare pressoché senza limiti sulla rete di trasporti pubblici – treni, autobus e battelli – di entrare gratuitamente in più di 470 musei e di avere il 50% di sconto sulla maggior parte delle ferrovie di montagna e degli impianti di risalita.

Monia Savioli

 Pubblicato da il 29/06/2013 - 3.901 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
01 Giugno 2017 In moto con Suzuki: itinerario dal Cilento ...

In viaggio con Suzuki, giorno 3: il Cilento si unisce alla Costiera Amalfitana! E ...

NOVITA' close