Cerca Hotel al miglior prezzo

Samurai e Ninja, tour dei luoghi e degli eventi in Giappone

Pagina 1/2

Il Giappone è sicuramente una meta di viaggio ambita e d'altra parte il mito dell'estremo oriente, del Sol Levante, affascina in modo particolare tutto il mondo occidentale, che guarda con grande curiosità le tradizioni di una cultura che era ancora allo stato medievale, solamente poco più di un secolo fa. Le storie di Samurai, Shogun e guerrieri Ninja (quest'ultime le spie medievali giapponesi) possono allora diventare una perfetta scusa per compiere un tour nel Giappone delle tradizioni, e scoprire tanti segreti e luoghi di grande fascino che si trovano nei vari angoli di questo incredibile arcipelago. Certo si tratta di un viaggio costoso, ma le atmosfere del Giappone antico, rituale, che esistono ancora a dispetto del boom tecnologico, consentono di vivere una esperienza unica ed irripetibile!

Un buon momento per partire potrebbe essere la primavera, ad esempio approfittando dello Shunki Reitaisai, e cioè il Gran Festival di Primavera che si tiene a Nikko, appena a nord di Tokyo dal 17 al 18 maggio. Il clou di questa festa è la processione chiamata Hyakumono-Sennin Zoroe Gyoretsu che coinvolge circa 1.000 uomini vestiti da guerrieri samurai, con uniformi tipiche del 18° secolo. Il sito di Nikko Toshogu, che è registrato come Patrimonio Mondiale dell'Umanità, è dedicato a Tokugawa Ieyasu (1542-1616) che fondò lo shogunato di Tokugawa a Edo (l'antica Tokyo). Questa processione riproduce la scena di quando la sua tomba fu trasferita dalla lontana Prefettura di Shizuoka fino a Nikko.

La processione parte da un santuario chiamato Otabisho nei pressi del ponte Shinkyo, a sud di Futarasan-jinja. Il corteo viene guidato da tre reliquiari a lettiga, che portano gli spiriti di tre Shogun tra cui quello dello stesso Tokugawa Ieyasu Sono seguiti da sacerdoti shintoisti a cavallo e gli impressionanti guerrieri samurai vestiti con una armatura completa. Non ci sono altre attrazioni particolari, ma è proprio questa semplicità che esalta la grandiosità e l'eleganza della processione, con gli spettatori che rimangano affascinati dalla dignità e fierezza dei guerrieri samurai.

Volendo a ottobre una seconda processione si svolge negli stessi luoghi, anche se con meno partecipazione di pubblico: si tratta del Shuki Taisai, il Gran Festival d'Autunno, ed il numero dei figuranti è leggermente inferiore, pari a 800 unità, oltre che con un solo reliquiaro portato sulle spalle, anziché i tre del festival di primavera.

Questo evento è comunque un ottimo modo per essere introdotti nel mondo dei samurai, e da qui potreste partire in un tour alla scoperta dei segreti di questa particolare casta giapponese. Ad esempio partendo dalla vicina capitale Tokyo potreste fare un tuffo tra le armi dei samurai visitando Il Museo delle Spade Giapponesi, che si trova vicino la stazione di Shinjuku. Se cercate invece qualche emozione in più rivedendo delle ricostruzioni fedeli della vita dei samurai, ci sono alcuni luoghi e parchi a tema davvero interessanti. sull'isola principale di Honsu.

Ad esempio possiamo dirigerci a nord di Tokyo, nella prefettura di Akita, a Kakunodate, dove si trova il celebre Distretto Samurai: questo quartiere un tempo ospitava circa 80 famiglie di guerrieri, ed è uno dei migliori esempi di architettura e abitazioni samurai di tutto il Giappone. Le strade ampie ed i grandi cortili sono ombreggiati da decine di piante di ciliegi che rendono il luogo davvero magico all'inizio di maggio, durante la fioritura. Delle varie case di samurai che sono rimaste perfettamente conservate, sei sono aperte ai visitatori e offrono la possibilità di vedere come vivevano i guerrieri samurai. Da non perdere la Casa Aoyagi e la Casa Ishiguro.
... Pagina 2/2 ...
Sempre nel nord di Honsu troviamo un altro luogo samurai: il Distretto Samurai di Hirosaki, associato al famoso castello dove operava il Clan Tsugaru, che fu alleato dello stesso Tokugawa Ieyasu che abbiamo visto ricordato nelle processioni di Nikko. Qui oltre che il castello di Hirosaki si possono visitare alcune case samurai, come le residenze Ita, Iwata e Umeda.

Sempre sull'isola di Honsu, ma cambiando completamente regione, verso sud nella zona di Kyoto-Osaka, a Kinugawa, si trova il parco di Nikko Edomura, che consiste nella fedele ricostruzione di un villaggio del periodo Edo, con i cittadini che vestono con costumi dell'epoca (1600-1880) compresi guerrieri samurai e Ninja. Se vi chiedete che differenze ci sono tra Samurai e Ninja, sappiate che i Ninja erano della specie di spie, cioè dei servizi segreti che si muovenano furtivamente, agili e silenziosi ed esperti di arti marziali. I loro costumi leggeri rispetto alle divise corazzate dei guerrieri Samurai.
Sempre a Kyoto potrebbe essere interessante una visita alla città cinematografica di Toei Uzumasa Eigamura, in cui ci sono alcune ricostruzioni storiche create ad uso di set cinemtografico.

Più ad oriente, in direzione di Nagoyak merita una visita il museo Ninja di Iga Ueno. Oltre che raccontare la storia dell'importante scuola Ninja durante l'era feudale, qui si svolgono ogni giorno delle dimostrazioni di combattimenti ninja, molto interessanti e appassionanti sopratutto per i bambini più dinamiciche amano le arti marziali. Infine più a nord, a Kanazawa, meritano una visita i musei di Maewa e di Honda, che mostrano reperti delle due più importanti famiglie samurai della zona.

Queste comunque sono solamente alcune delle possibilità di scoprire i segreti del mondo dei samurai in Giappone! Tantissimi altri luoghi vi attendono in molte altre parti di questo magico arcipelago, località che conservano intatto lo spirito, la fierezza e il codice d'onore della storica casta di guerrieri di questo popolo davvero indomito.
Nota per ilTurista: Una delle poche armature complete da samurai esposte al pubblico è conservata in Italia, nell'Armeria Albicini dei Musei Civici di Forlì.
close