Cerca Hotel al miglior prezzo

I tour organizzati, per avvistare i mostri da Loch Ness, allo Yeti, fino ai Vampiri

Pagina 1/2

Ci sono vari motivi che inducono alla scelta di un luogo, possono essere sia la bellezza dei paesaggi, che aspetti culturali ed artistici, ma in alcuni casi, oltre a queste motivazioni, i luoghi possiedono una fascino particolare, spesso per alcune leggende o miti che aleggiano su queste località. Mostri, esseri di dubbia natura, figure leggendarie, contribuiscono a rendere misteriosi alcune zone del nostro pianeta, e la curiosità porta i turisti ad aderire ad improbabili tour di avvistamento di animali o ominidi che, forse, sono solo il frutto della fantasia popolare.

In fondo chi non ha guardato mai nemmeno una volta "Carletto il principe dei mostri"? Ecco allora alcuni “mostri” che richiamano l'attenzione di viaggiatori e turisti, luoghi dove al fascino della natura si aggiunge quello della ancestrale paura dell'ignoto.

Mostro di Loch Ness per gli amici Nessie
In realtà questo grande lago della Scozia non avrebbe nessun bisogno di un mostro per diventare famoso: il fascino dei paesaggi, le rovine del castello di Urquhart e le sue acque nere come la pece sono attrattive già imperdibili. Ci troviamo nelle Highland della Scozia , lungo l'asta della Great Glen che collega la zona di Fort Williams con Inverness. Il lago è secondo per estensione nel Regno Unito, secondo per profondità, ma certamente la più grande riserva d'acqua, in volume, di tutte le isole britanniche. La sue superficie si trova a circa 16 m sul livello del mare, quindi con la sua profondità di circa 230 m, i fondali vengono a trovarsi ben al di sotto delle coste. Risulta quindi un lago perfetto, per dimensioni e profondità, per celare qualche creatura nelle sue profondità: qui infatti vivrebbe Nessie, il Mostro di Loch Ness. Forse solo un mito, però gli avvistamenti sono antichissimi, il primo risale addirittura a quasi 1500 anni fa, anche se si erano infittiti a metà del 20° secolo. Foto di gobbe, di teste si sono moltiplicate, ma a dire il vero lo sviluppo tecnologico, grazie a radar, ecoscandagli ed altri strumenti, sta riducendo le possibilità che simili creature possano vivere in queste acque.
Tuttavia vengono organizzate crociere di avvistamento. La Loch Ness Cruises www.lochness-cruises.com propone per 14 sterline a persona, un'ora di viaggio dalla Urquhart Bay Harbour su un battello superaccessoriato di ogni strumento di rilevamento: Radar, Sonar a colori, GPS e camera subacquea a colori. Chissà che in mezzo alle onde non possiate avvistare qualcosa di strano... se si mandateci la foto :)
Avete poi una seconda possibilità, con il mostro di Loch Morar, che si trova sempre in Scozia, più ad ovest. Qui le apparizioni rencentissime (agosto 2013), dopo circa 20 anni di quiete, hanno reso questo luogo forse ancora più interessante! Il mostro si chiamerebbe Morag, con una lunghezza superiore ai 6 metri. Il lago vicinissimo all'oceano e profondo oltre 300 metri, potrebbe avere dei collegamenti possibili con il mare aperto, e quindi la cosa rende gli avvistamenti verosimili... Qui però non sono ancora organizzati dei tour d'avvistamento, dovreste dedicarvi quindi a delle osservazioni "fai da te".

Lo Yeti
Una catena montuosa così vasta come è l'Himalaya non poteva tenere nascosto un segreto così appetitoso: fin dal 18° secolo (ma la figura si trova già citata in scritti antichissimi), gli avvistamenti di una strana creatura, chiamata Yeti, venivano regolarmente riportati dgli escursionisti himalayani, e molti si sono convinti che questa leggenda viva veramente nella realtà. Lo Yeti, anche chiamato come l'abominevole uomo delle nevi, si dice che sia un ominide o una creatura simile ad un gorilla albino, che vive nella regione himalayana tra il Tibet ed il Nepal. Avventurosi in viaggio in Himalaya spesso vagano per le montagne alla ricerca di questa creatura, ma nessuna prova veramente conclusiva è stata ancora trovata per confermare la sua esistenza.
Ci sono tour operator che fanno sottointendere, tra i vari punti dei vari percorsi di trekking, la possibilità di avvistamento dello Yeti. In realtà l'abominevole dovrebbe vivere a quote più elevate, e fino ad ora nessuna fotografia certa è mai stata scattata, sono state trovate solamente impronte sospette, e ci sono le testimonianza di persone autorevoli come il nostro Rehinold Messner, che sostiene di avere incontrato questa specie di ominide, dalle dimensioni imponenti, alto fino a 2 metri e mezzo.

Per chi volesse fare un bel trekking di alta quota in Nepal, e magari provare a cercare con il binocolo, i movimenti dello Yeti, consigliamo il sito www.yetitrek.com specializzato in percorsi di varia difficoltà nel cuore dell'Himalaya.

Bigfoot

... Pagina 2/2 ... Lo Yeti ha un agguerrito rivale oltre oceano: si tratta dello Sasquatch, nome indiano che è stato subito trasformato dagli americani in un irriverente “Piedone” e cioè Bigfoot. Per certi versi le descrizioni di questa creatura corrispondono a gradi linee con quelle dello Yeti, ovviamente con le dovute differenze dovute all'ambiente diverso, con una livrea più idonea ad una foresta che ad un ghiacciaio di alta quota. Una differenza sostanziale tra Bigfoot e lo Yeti è che il primo sia stato avvistato un po' ovunque, dal Canada alle montagne rocciose, dagli Appalchi all Florida, e la cosa fa in effetti un po' sorridere, rendendo questi avvistamenti così diffusi e quindi poco probabili. Le zone in cui avvengono la maggior parte degli avvistamenti sono quelle dell'ovest americano, e si concentrano nei fitti boschi dello stato di Washington, Oregon e nel nord della California.

Uno dei luoghi più celebri di avvistamento è il bosco che circonda le Oregon Cave, un sistema ipogeo che è diventato celebre proprio per gli avvistamenti di Bigfoot. Se siete interessati a cercare questa figura misteriosa, potreste iniziare da queste zone, ma è meglio ricordare che questi boschi sono frequentati da orsi grizzly e puma, animali selvatici certamente molto più temibili dei Sasquatch. Altri avvistamenti coinvolgono la zona intorno a Seattle, intorno al Rattlesnake Lake, un lago dal nome poco rassicurante. Una organizzazione di ricerca, conduce anche i turisti sulle orme degli Sasquatch, con prezi intorno ai 300-500 dollari per escursione. Provate a cercare maggiori informazioni qui: www.bfro.net/

El Chupacabra
Anche se alcuni avvistamenti risalgono al “lontano” 1970, El Chupacabra e cioè "Il succhia capra" è principalmente un fenomeno degli anni 1990, e la sua fama è stata, ovviamente, ampiamente diffusa da Internet. Gli avvistamenti sono iniziati seriamente nel 1995 con i rapporti provenienti da Porto Rico di una strana creatura che stava uccidendo il bestiame degli agricoltori, tra cui polli, anatre, tacchini, conigli e, naturalmente, le capre, a volte centinaia di animali in una sera! Tutti non sbranati, ma letteralmente prosciugati del loro sangue da delle piccole incisione, una sorta di vampiro caraibico. Leggende metropolitane o no, oggi guide più o meno improvvisate organizzano tour serali e notturni sulle orme del Chupacabra. Si tratta di tour abbastanza artigianali, più facilmente reperibili sul posto che su internet.
Oltre a Porto Rico i tour interessano le campagne del Texas ed alcune zone del Messico.

Vampiri
Tornati di moda grazie alla saga di Twilight, paesi come Romania e Bulgaria offrono spunti di viaggio a tema Vampiri. Una recente scoperta a Sozopol, in Bulgaria, ha ribadito la presenza di numerosi cadaveri con palo conficcato nel cuore, tipico marchio di una pratica anti-vampiri. Ovviamente anche la Transilvania da sempre terra legata al fenomeno del vampirismo, torna a proporsi come luogo ideale per dei tour a tema truculento. I Dracula tours non si contano, e vi permettono di esplorare una delle zone più selvagge della Romania, tra boschi, foreste e villaggi medievali che hanno già da soli un aspetto piuttosto truce e angosciante. Da non perdere la zona di Brasov, dove sarete condotti nel Castello di Bran, legato al mito del principe Vlad e di Dracula, ma anche in luoghi suggestivi come la chiesa gotica di Biserica Neagra, la chiesa nera.
Chi è appassionato di cinema, oltre che cercare qualche vampiro, può rivedere i luoghi in cui è stato girato il film di Dracula più fedele al libro di Bram Stoker. Il castello di Tihuta sarebbe il luogo dove trovò la morte il principe Vlad III di Valacchia, ma da allora, secondo la leggenda, la sua anima non ha più trovato pace.

Chi fosse interessato ad un Tour sui Vampiri in Romania può trovare il pacchetto giusto che fa per lui al seguente link: Vampire in Transylvania. Ci sono varie lunghezze disponibili ed ovviamente tour speciali per il periodo di Halloween!


 Pubblicato da il 26/08/2013 - 5.355 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close