Cerca Hotel al miglior prezzo

Vacanze a tema vampiri: boom di visite a Sozopol in Bulgaria

Siete appassionati dalla saga di Twilight, avete una morbosa passione per i vampiri? Allora la vostra vacanza perfetta per quest'anno potrebbe essere la Bulgaria! Le agenzie di viaggi della capitale, Sofia, stanno registrando un aumento del flusso di visitatori interessate a delle vacanze a tema vampiri, dopo la scoperta di un paio i scheletri, antichi di secoli, che potrebbe essere i resti di individui creduti al tempo proprio dei vampiri!

Luogo del ritrovamento, ad opera dell'archeologo Bozhidar Dimitrov, la città costiera di Sozopol, sulle rive del mar Nero, dove è stato evidenziato, soprattutto in un caso, come la vittima sia stata accoltellata più volte al petto e allo stomaco con un'asta di metallo, e con tale accanimento che fa supporre un timore di un possibile risveglio del morto.

Appena divulgata la notizia della scoperta, sono fioccate prenotazioni di vacanze, sopratutto dalla Germania e dalla Gran Bretagna, e chissà che anche in Italia non nasca una vampiro-mania, magari organizzando dei tour che oltre la Bulgaria includano zone più classiche a tema, come la Transilvania del celebre castello di Dracula.

Secondo Bozhidar Dimitrov, l'archeologo che ha scoperto lo scheletro più interessante, le ossa di questo uomo risalgono ad almeno 700 anni fa, e le ferite inferte al corpo, anche dopo la sua morte, operate con un punteruolo di metallo, suggeriscono che la vittima sia stata accoltellata più volte al petto e allo stomaco per impedirgli di essere risuscitato dai morti e per il timore che poi attaccasse i vivi. Secondo l'archeologo, inoltre, il "vampiro" è un probabilmente un pirata leggendario chiamato Krivich lo Storto e si ipotizza che le sue abilità piratesche possano aver portato a alla credenza popolare che fosse una specie di stregone, invincibile e quindi capace di resuscitare dopo la morte.

E' tale comunque il clamore suscitato dalla scoperta che ora ci si aspetta che lo scheletro venga trasferito nel Museo Nazionale di Sofia. E' già stata preparata una teca di vetro ed i resti entreranno a far parte di una mostra speciale. Ricordiamo che queste tecniche di accoltellare le vittime al petto era una pratica diffusa in Bulgaria, almeno fino all'inizio del secolo scorso, e fino ad ora sono circa 100 gli scheletri con dei paletti al petto scoperti nel paese balcanico. E' questa quindi solamente l'ultima scoperta in ordine cronologica, e la cosa ha spinto altre città sede di "scheletri di vampiro" ad investire su questo nuovo tipo di turismo. Siete pronti al vostro “Vampiro Tour” nell'Europa dell'est?
  •  

 Pubblicato da il 09/06/2012 - 3.501 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close