Cerca Hotel al miglior prezzo

Sozopol, Bulgaria. Vacanza sulla costa del Mar Nero

Pagina 1/2

Una delle principali attrattive della costa meridionale del Mar Nero è l’antica Sozopol, pittoresca località di neanche 10.000 abitanti che vanta un affascinante centro storico appollaiato su una stretta penisola e caratterizzato da una miriade di viuzze in acciottolato. Le splendide spiagge circostanti, l’atmosfera calda e piacevole, i tanti alberghi e l’efficiente rete di infrastrutture rendono Sozopol la destinazione ideale per un soggiorno nel quale relax e cultura si mescoleranno in un cocktail in grado di soddisfare anche i più scettici, senza contare la comodità della cittadina come punto di partenza per esplorare l’interessante regione di Burgas, che deve il proprio nome all’omonima città posta 35 chilometri a nord.

Sozopol è il più antico insediamento esistente sulle coste bulgare del Mar Nero, essendo stato fondato nel lontano 611 a.C. da coloni greci provenienti da Mileto in una zona già precedentemente abitata dai traci. Il nome scelto per l’abitato fu Apollonia Pontica, in onore del dio Apollo, ed uno dei suoi primi abitanti fu l’illustre filosofo e astronomo Anassimandro. Grazie ai commerci di vino, tessuti, ceramiche, sale e rame la città prosperò e ampliò l’estensione del proprio territorio fino ad inglobare le moderne Pomorie e Burgas, anche se quando l’impero romano cominciò a estendere la propria influenza sulla regione nel I secolo a.C. la città aveva ormai da tempo perduto la sua importanza. Con l’impero bizantino, Apollonia riacquistò in parte gli antichi privilegi e fu ribattezzata Sozopolis, ovvero “Città della Salvezza”, per poi passare in mano bulgara, turca e sotto la Russia comunista, che la promosse come località di villeggiatura.

Il centro storico, la zona più interessante da visitare, si distende verso nord ed è caratterizzato da numerose stradine acciottolate sulle quali si affacciano imponenti edifici in legno costruiti su fondamenta in pietra. A sud dell’autostazione, invece, si trova la città moderna, spesso chiamata Harmanite e sostanzialmente priva di attrattive turistiche. Tra le principali cose da vedere ci sono alcuni interessantissimi musei riguardanti la storia e le tradizioni della regione. Innanzitutto il Museo Archeologico, ospitato in un edificio in cemento all’imbocco di un vicolo che scende verso il porto e che non rende giustizia ai reperti contenuti all’interno. Ancore, anfore e ceramiche occupano gran parte degli spazi espositivi, in cui spiccano alcuni vasi dipinti risalenti al V secolo a.C., vasellame da tavola importato dalla Grecia e statuette di terracotta che rappresentano alcuni attori rivenute nella necropoli di Apollonia, sulla spiaggia di Harmanite. Meno visitato dai turisti di passaggio, ma ugualmente esaustivo è il Museo Etnografico, che ha sede in una tipica casa di legno ed espone costumi locali, gioielli e utensili di uso quotidiano, insieme a vecchie fotografie di Sozopol.

Passeggiando per il centro storico si avrà modo di ammirare alcuni incantevoli esempi di architettura religiosa. Sorta sui ruderi di un precedente edificio di culto, la quattrocentesca Chiesa di Sveta Bogoroditsa fu costruita in legno sotto il livello stradale, come previsto ai tempi del dominio ottomano, ed accoglie una splendida iconostasi in legno, un pulpito scolpito a grappoli e numerose icone appese alle pareti. La Chiesa di Sveti Georgi è un altro edificio di culto assai caratteristico e pieno di icone all’interno del quale è conservato un bellissimo dipinto raffigurante San Giorgio e il drago, mentre la Sveti Zossim è una piccola cappella costruita nel XIII secolo in onore del santo patrono dei marinai sulle fondamenta di una chiesa precedente.

... Pagina 2/2 ... Le due spiagge di Sozopol sono invitanti, anche se a volte vengono lambite da onde particolarmente alte che non consentono di fare il bagno. In particolare, la spiaggia di Harmanite, lunga 1 chilometro, è ampia, pulita e offre uno scivolo acquatico, barche a remi, reti da pallavolo e un bar piuttosto animato ad ogni ora del giorno; fatto insolito, alla sua estremità meridionale proseguono gli scavi archeologici dell’antica necropoli di Apollonia, presso la quale sono stati riportati alla luce alcuni sarcofagi in pietra. Nella zona degli scavi è vietato l’accesso, ma si può comunque sbirciare dal ciglio della strada poco distante. L’altra spiaggia della città è la cosiddetta “spiaggia settentrionale”, una piacevole mezzaluna di sabbia più piccola della precedente e spesso affollatissima dove però sono meno numerosi bar, caffè e ristoranti.

Da località turistica qual è, Sozopol vanta un palinsesto di eventi e manifestazioni particolarmente ricco soprattutto in concomitanza con la stagione estiva. La prima settimana di settembre ha luogo il Festival delle Arti di Apollonia, la principale attrattiva del calendario culturale di Sozopol nonché uno degli eventi più famosi tra quelli proposti sulle coste del Mar Nero. La manifestazione comprende ogni genere di concerti, dal jazz al pop fino alla musica alternativa, che vengono inscenati in vari luoghi di ritrovo del centro storico e della città moderna, senza dimenticare le diverse mostre d’arte comprese all’interno del medesimo appuntamento. Da giugno ad agosto, concerti di musica dal vivo, spettacoli di danza e di altro genere vanno frequentemente in scena nel moderno anfiteatro vicino al Museo Archeologico.

Grazie all’influenza mitigatrice esercitata dal Mar Nero, il clima è temperato e gradevole per buona parte dell’anno. Durante l’estate, tra giugno e settembre, le temperature massime sfiorano i 30 gradi e le minime oscillano intorno ai 20, mentre d’inverno è raro che si registrino valori sotto lo zero anche in gennaio e febbraio. Le precipitazioni sono mediamente scarse e toccano il picco massimo tra ottobre e dicembre. Il mese migliore per visitare Sozopol è settembre, quando l’afflusso turistico comincia a scemare, ma le giornate sono ancora piacevoli e il sole splende spesso nel cielo.

La piccola stazione degli autobus di Sozopol è situata tra il centro storico e la città moderna; da qui partono corse frequenti per Burgas, distante una quarantina di minuti, e un paio di bus al giorno diretti ad Ahtopol via Primorsko e Kiten, mentre ci sono fino a tre corriere di linea ogni giorno in servizio per Shumen, Stara Zagora, Sofia e Haskovo. Gli autobus privati, più grandi e accoglienti, arrivano e partono da alcune fermate nei pressi della piazza principale della città moderna.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close