Cerca Hotel al miglior prezzo

Persi a Londra durante le Olimpiadi? Chiedete indicazioni ai netturbini!

Potrebbe diventare un esempio su come utilizzare in modo flessibile la forza lavoro? A Londra ci si era chiesto come riuscire ad affrontare l'afflusso di milioni di turisti, che arriveranno a breve a fine luglio, con l'inizio dei giochi della XXX Olimpiade. Più in particolare, le stime parlano dell'arrivo di almeno 4 milioni di visitatori, molti dei quali saranno per la prima volta nella capitale Inglese, ed avranno bisogno di orientarsi all'interno del caos londinese. Era quindi necessario trovare del personale, degli steward di strada, in grado di fornire all'evenienza le informazioni utili ai turisti. Con un colpo di genio il gestore dei servizi raccolta rifiuti ha trovato una soluzione low cost: utilizzare come personale in strada le squadre di netturbini al lavoro!

Certo riesce un pò difficile poter pensare di stringere la mano per ringraziare l'addetto, impegnato tra bidoni e spazzatura, per le preziose informazioni, però da questa estate il netturbino a Londra diventa realmente anche un operatore turistico: circa 1.000 netturbini sono stati addestrati per fornire indicazioni ed istruzioni in strada, ed ovviamente offriranno questo servizio senza erre distolti dalle loro abituali mansioni. Ogni addetto alle pulizie delle strade è stato formato per migliorare le proprie capacità di relazione con i turisti, e molti di loro sono stati dotati di mappe del centro di Londra, per aiutare i viaggiatori ad orientarsi tra le vie della capitale.

Questo servizio è stato lanciato da Veolia Environmental Services, e sarà offerto in quattro quartieri di Londra: Camden, Lambeth, Tower Hamlets e Westminster, i quartieri che riceveranno un elevato numero di visitatori, durante questa estate. Quindi, almeno per questa estate, gli spazzini ed i netturbini di Londra diventeranno alcuni dei volti più accoglienti della città, ed oltre a mantenere la città pulita, spesso potranno diventare le guide non ufficiali del centro della capitale d'Inghilterra.

C'è da chiedersi se un tale modello possa essere esportato in altre realtà europee o nella nostra Italia. Noi nutriamo qualche dubbio: dalle nostre parti è forse meglio concentrarsi per risolvere le annose questioni della raccolta dei rifiuti. Risolte, forse, potremo avventurarci in una formazione turistica dei nostri valorosi netturbini.
  •  

 Pubblicato da il 04/07/2012 - 3.388 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close