Cerca Hotel al miglior prezzo

Viaggio tra i vini della Germania della romantica valle del Reno

Pagina 1/2

Nel 2002 l’UNESCO ha incluso nell’elenco dei siti tutelati come patrimonio mondiale la Valle Superiore del Medio Reno, uno dei panorami culturali più antichi e spettacolari della Germania. La romantica valle fluviale ricca di rocche e castelli, che dominano sui vigneti scoscesi degli apprezzati vini del Reno, si estende dall’antica città romana Coblenza (a circa 100 km a sud di Colonia) fino a Bingen e Rüdesheim, passando per la leggendaria Loreley.

I numerosi e magnifici castelli e le rocche che si ergono sui colli che circondano il fiume, tra gli edifici meglio conservati e più visitati della Germania, non rappresentano però l’unica attrazione della zona: se infatti, tra tutti, la rocca di Loreley è certamente uno dei punti di interesse più affascinanti della valle del Reno, i turisti e gli appassionati di prodotti vinicoli possono star certi di ritrovare in quest’area, disseminata di scoscesi e scenografici vigneti, una produzione di bianchi e rossi di assoluto rilievo.

La nomina a Patrimonio dell’Umanità della zona decisa dall’UNESCO ha dato un nuovo e importante impulso ai viticoltori locali, incoraggiandoli a coltivare i propri vigneti anche nelle posizioni più impervie dei colli che circondano il Reno, altro fattore che rende unica una visita all’area del Medio Reno Il Weissburgunder (Pinot bianco), il Grauburgunder (Pinot grigio) lo Spätburgunder (Pinot nero) sono solo alcune delle varietà di uva che crescono nei vigneti del Medio Reno.

A rendere ancor più speciale il gusto dei vini prodotti sono i fattori climatici e naturali: i terrazzamenti scoscesi e le rocce vulcaniche, che si trovano in particolare a nord di Coblenza, conferiscono ai vini renani un aroma minerali, ampiamente apprezzato dagli intenditori di tutto il mondo. La professionalità dei coltivatori, il carattere familiare delle aziende vinicole e la tradizionale accoglienza tedesca completano un quadro che, agli occhi dei turisti (e non solo), appare più che perfetto. Per maggiori informazioni: www.welterbe-mittelrheintal.de

La cultura enologica del Württemberg ha una tradizione millenaria: con l’80% di vitigni rossi, la zona può vantare la produzione quantitativamente più elevata di uve rosse in Germania. Anche qui, come nella zona del Medio Reno, la gran parte delle superficie coltivata a vitigni è in posizione scoscesa, con pendenze che arrivano fino al 20%, fattore che non inficia però la produzione dei numerosissimi e autorevoli coltivatori della zona. È incredibile la varietà della produzione della zona del Württemberg: Lemberger e Trollinger sono coltivati quasi esclusivamente in quest’area, e sono numerose le nuove varietà che negli ultimi anni si stanno affacciando sul panorama nazionale e internazionale, come ad esempio il Dornfelder.
Stoccarda, capoluogo del Baden-Württemberg, non può che essere il fulcro di una delle regioni vitivinicole più vaste e famose della Germania. La città che ha dato i natali all’automobile e che nel mondo è famosa per la grandiosa festa della birra, ospitata con regolarità da anni, è anche la sede di un’altra importante manifestazione, stavolta legata al vino: Weindorf (“Il Villaggio del Vino”) animerà il centro della città con stand colorati che propongono assaggi di circa 500 tipologie di vini del Baden, accompagnate dalle specialità culinarie della tradizione. Il conto alla rovescia in attesa di questo grande evento è già partito (e scorre inesorabile sul sito dedicato (http://stuttgarter-weindorf.de): dal 29 agosto al 6 settembre 2012 Stoccarda si trasformerà nella “mecca” degli appassionati di enologia che, come da tradizione, potranno colmare i noti “Viertele”, i quartini utilizzati per la degustazione, con vini come il Trollinger, il rosso tipico della regione e definito quale la vera espressione vitivinicola del Württemberg, e lo Schwarzriesling, vino dalla colorazione che può spaziare dal rubino al mattone che, per il gusto, ricorda lo Spaetburgunder e che può essere abbinato perfettamente ad ogni piatto di carne o a qualsiasi formaggio.
... Pagina 2/2 ... Per maggiori informazioni: www.tourismus-bw.de
COME ARRIVARE - Voli Germanwings da Roma Fiumicino e Bari per l’aeroporto di Stoccarda. Con l’orario estivo (in vigore dal 25 marzo), la low-cost tedesca aggiunge tre nuove rotte: Venezia (Treviso), Catania e Milano Malpensa (da settembre). I biglietti possono essere acquistati online su www.germanwings.com, telefonando all’199 25 70 13 o presso le agenzie di viaggio. Per scoprire la regione vinicola intorno a Stoccarda si può prendere una macchina a noleggio (convenzioni con Sixt e Avis per i passeggeri Germanwings) o viaggiare in treno (www.dbitalia.it).

La regione vinicola del Baden: i vini sono i beni più pregiati
Non ha nulla da invidiare alle zone limitrofe anche la regione del Baden, territorio che vanta una tradizione enologica straordinaria. Ben protetto dai rilievi dell’Odenwald e dalla Foresta Nera da una parte e dai Vosgi sul fronte opposto, questo territorio vanta il clima più caldo e soleggiato della Germania, con temperature quasi mediterranee. Tutte queste condizioni favoriscono la coltivazione dei vitigni, ricreando un microclima perfetto completato da professionalità, ospitalità e gioiosità caratteristici del modo di vivere badense. Le bellezze della zona non terminano infatti con i boschi e le montagne della Foresta Nera: certamente da annoverare tra le mete più visitate della Germania, la Foresta Nera non delude nemmeno i palati sopraffini che ricercano in questa meta anche l’aspetto enogastronomico. Immerse nella natura si trovano infatti numerose aree vinicole, concentrate soprattutto lungo il Reno a ovest della regione, in particolare nel Kaiserstuhl, nel Markgräflerland e nell´Ortenau. Qui si coltivano particolari vitigni, come il Riesling e il Gutedel, da cui nascono pregiati pinot grigi e bianchi. Un soggiorno nella nostra splendida regione lungo la Strada del Vino del Baden (www.deutsche-weinstrassen.de) significa immergersi in una natura incontaminata, nella gioia di vivere ed entrare in contatto con un popolo cordiale e ospitale.
Per maggiori informazioni: www.tourismus-bw.de

Fonte: Germanwings
Ufficio Stampa Martinengo
Visita Germanwings.com
 

close