Cerca Hotel al miglior prezzo

La Boqueria (Sant Josep): il variopinto mercato nella Rambla di Barcellona

E' uno dei mercati alimentari storici dell'Europa: dal 13° secolo Barcellona vede svolgere il tradizionale Mercat de Sant Josep meglio conosciuto come Mercat La Boqueria, che si svolge al coperto in una struttura Art Noveau sulla Rambla.

Se un mercato è un insieme di bancarelle - condito con un po’ di brusio e un po’ di viavai, tanti profumi e altrettanti colori - allora La Boqueria, o Mercat de Sant Josep, è il Mercato con la M maiuscola. L’apoteosi del mercato, proprio lì nel cuore di Barcellona, lungo l’affollatissima e instancabile Rambla. Un dispiegarsi senza fine di bancali, traboccanti di ogni ben di dio: cascate di frutta e verdura, grappoli rosso fuoco, esplosioni giallo limone e pennellate verdi smeraldo; montagne di cioccolatini, cataste di biscotti, frappé variopinti e vetrine di pesce fresco. Da mattina a sera La Boqueria è il paradiso del cibo e delle chiacchiere: spagnoli e turisti si confondono tra le file di bancarelle, in una continua compravendita mista ad assaggi, spuntini e conversazioni multietniche. Dalle 8 del mattino alle 8.30 di sera La Boqueria è lì, fra il Palazzo della Virreina e il Teatro Liceu, coi suoi 2.580 mq di superficie che ne fanno il mercato alimentare coperto più grande della Catalogna e più importante della città, se non dell’Europa intera.

La storia della Boqueria ha radici lontane. Non si sa molto sulle sue origini, ma di sicuro nacque come mercato ambulante lungo la Rambla, un luogo ideale per gli incontri e i commerci. L’attività non era certo nuova: sin dal XII secolo la zona si riempiva periodicamente di bancarelle alimentari, dove i fattori dei villaggi vicini vendevano prevalentemente carne. Il mercato “antenato” de La Boqueria nacque, a quanto pare, nei primi anni del Duecento, subito fuori le mura della città. Dalla fine del Quattrocento si chiamò Mercat Bornet, specializzato in suini e derivati, ma più tardi assunse il nome di Mercat de la Palla, ovvero Mercato della Paglia, che mantenne sino alla fine del Settecento. Il riconoscimento ufficiale del mercato arrivò nel 1826, e nel 1835 la cittadinanza pensò di costruire a Barcellona un’apposita struttura fissa, nell’area precedentemente occupata dal convento di Sant Josep, da poco demolito (da cui il nome di Mercat de Sant Josep). Nel 1940 il nuovo mercato prese forma sul progetto di Mas Vilà, e nel 1914 fu dotato dell’attuale copertura in metallo. Non pensate a un capannone, o a una banale tettoia: la struttura de La Boqueria riprende il gusto Art Nouveau che caratterizza la città, e si riconosce a distanza per la grande insegna in metallo e vetro colorato. L’ingresso è in ristrutturazione da agosto 2013, ma la fine dei lavori è prevista per il periodo natalizio.

Ci sono molti motivi per visitare La Boqueria, e la fame è solo uno dei tanti. Se cercate un luogo caratteristico, vivace ed economico per sfamarvi, allora siete nel posto giusto: chi ha tempo per fare la spesa - e magari un appartamento dove cucinare - potrà acquistare un’infinità di ortaggi coloratissimi, carne e pesce fresco di ottima qualità. Chi vuole mangiare sul posto non deve fare altro che prepararsi a un po’ di chiasso e a un po’ di ressa, e cominciare la sua caccia al “tesoro culinario”: troverà brioche e caffè per la colazione, deliziosi stuzzichini per il pranzo, l’aperitivo o la cena, panini, cioccolatini e dolcetti. Ma a colpire i visitatori è il reparto della frutta: un irresistibile tripudio di colori che comprende frutti esotici, vaschette di frutta fresca già tagliata e pronta all’uso, e centinaia di frullati variopinti tenuti al fresco nel ghiaccio… soprattutto in estate non c’è spuntino migliore.

Una goduria per il palato ma anche per gli occhi e per la mente. Ricordate che La Boqueria non è un semplice mercato, e neppure una trovata turistica: è un punto di incontro anche per i barcellonesi doc.
Qui scatterete le foto più pittoresche della vostra vacanza a Barcellona, potrete scambiare quattro chiacchiere coi venditori più socievoli, assaporerete uno spaccato della quotidianità catalana, e risolverete brillantemente la ricerca dei souvenir per chi è rimasto a casa ad aspettarvi.

Alla Boqueria c’è addirittura una scuola di cucina! Presso la Aula Gastronòmica del Mercat riceverete tutte le informazioni che desiderate riguardo a cibo e ricette, ma soprattutto potrete partecipare alle lezioni di chef professionisti e sommelier. Combinando teoria e pratica vi insegneranno a padroneggiare menù di ogni tipo, dai più semplici e veloci ai più sofisticati. Non mancano le lezioni a tema e quelle per i bambini. Per ulteriori informazioni sulle modalità, i costi e il calendario dei corsi visitate questa pagina.

Come arrivare a La Boqueria?
Il mercato si trova a metà della famosa Rambla, numero civico 91, tra il Palazzo della Virreina e il Teatro Liceu. “Liceu” è la fermata della metropolitana più vicina, Linea Verde L3.

Orario di apertura: tutti i giorni dal lunedì al sabato, dalle ore 8.00 alle ore 20.30.
Ingresso libero.

Per ulteriori informazioni visitate la pagina ufficiale (in catalano, spagnolo, inglese o francese).

 Pubblicato da il 31/12/2013 - 7.727 letture - ® Riproduzione vietata

close