Cerca Hotel al miglior prezzo

Westerkerk, visitare la Chiesa Occidentale di Amsterdam

Westerkerk con la torre campanaria più alta di Amsterdam è uno dei simboli della città.

Il più importante luogo d’incontro della comunità olandese riformata di Amsterdam è Westerkerk, la “Chiesa Occidentale”. L’edificio, costruito in stile barocco tra il 1620 e il 1631 su progetto di Hendrick de Keyser, si trova all’interno del quartiere Jordaan, sulle rive del canale Prinsengracht, nella cerchia occidentale dei canali. Per molti questa è la zona che meglio rappresenta lo stile compassato, ma garbato della capitale olandese. Oltre al grande valore spirituale, Westerkerk detiene un record invidiabile: è la chiesa dotata della torre campanaria più alta della città: 85 metri nonchè la più grande chiesa protestante d'Olanda.

Westerkerk venne costruita a partire dal 1620 per i fedeli benestanti secondo un progetto di Hendrick de Keyser il Vecchio (1565-1621) che, a causa della morte improvvisa sopraggiunta forse a causa della malaria, lasciò l’incombenza di terminare i lavori a Pieter de Keyser (1595-1676). La navata centrale è la più ampia di tutti i Paesi Bassi ed è coperta da una maestosa volta a botte lignea eseguita dai migliori artigiani dell’epoca. Per il resto, l’ambiente interno è austero, piuttosto disadorno, eccezion fatta per l’organo del 1686 ornato da diversi pannelli raffiguranti scene tratte dalla Bibbia e strumenti musicali dipinti da Gérard de Lairesse.

Tra le prime cose che si notano non appena varcata la soglia d’ingresso c’è il monumento a Rembrandt, che ricorda come il grande pittore sia stato sepolto proprio a Westerkerk. Tuttavia, a causa della morte in miseria nella vicina Rozengracht, Rembrandt fu sepolto in una tomba per indigenti e per questo non si conosce l’esatta ubicazione del corpo. Anche la compagna del pittore, Hendrickje Stoffels, e il figlio Titus van Rijn furono sepolti nella chiesa, dove giacciono tra gli altri i pittori seicenteschi Nicolaes Berchem, Gillis d'Hondecoeter, Melchior d'Hondecoeter e Govert Flinck.

Un altro elemento di spicco di Westerkerk è la torre campanaria, la più alta di Amsterdam coi suoi 85 metri di altezza. La struttura è sormontata da una corona imperiale azzurra concessa alla città dall’imperatore Massimiliano I d’Asburgo nel 1489. Salire la lunga scalinata che porta in cima è un’esperienza che può risultare faticosa, claustrofobica per via delle dimensioni del cunicolo, ma che vi ripagherà con una vista mozzafiato sull’intero centro cittadino. Generalmente, il carillon viene messo in funzione il venerdì alle 13.00, ma è sempre meglio controllare gli orari affissi al portone d’ingresso per via delle frequenti variazioni. Non ci sono dubbi invece su quale sia il punto migliore per ascoltarlo: Bloemgracht. Al di fuori della chiesa sono da notare la piccola e commovente statua di Anne Frank e l’Homomonument, il triangolo di granito rosa che commemora le persecuzioni degli omosessuali.

Westerkerk è aperta a ingresso libero dalle 11.00 alle 15.00 da lunedì a venerdì da aprile a giugno e in settembre; allo stesso orario ma anche il sabato in luglio e agosto. Per accedere al campanile, aperto dalle 10.00 alle 17.30 da lunedì a sabato da aprile a settembre, si pagano 6 €, coi quali si avrà a disposizione anche la spiegazione di una guida. Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.westerkerk.nl o chiamare 020 624 7766.

 Pubblicato da il 02/11/2013 - 6.315 letture - ® Riproduzione vietata

close