Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare City

City of London: tour nel centro della capitale, dalla St Paulís Cathedral alla Torre di Londra

Pagina 1/2

La maggior parte dei luoghi di rilevanza storica di Londra sono concentrati all’interno della City, ed in particolare nel cosiddetto Square Mile, ovvero il “Miglio Quadrato”, che corrisponde sostanzialmente al primo insediamento urbano. Contestualmente alle viuzze secondarie e alle chiese antiche sono sorti grattacieli e palazzi di cristallo, all’interno dei quali sono ospitati il London Stock Exchange (la Borsa), la Bank of England e tante altre società finanziarie. Questa stratificazione ha generato un tessuto urbano estremamente ricco, colmo di sfaccettature e curiosità tutte da scoprire, perennemente animato da un viavai di uomini d’affari, taxi e fattorini in bicicletta.

Nucleo originario della capitale, la City non ha niente della città-museo. I confini dello Square Mile sono praticamente gli stessi di Londinium, la prospera città commerciale fondata dai Romani nel I secolo e protetta dal London Wall, una fortificazione abbattuta definitivamente nel 1769. Le poche vestigia di questa muraglia, su Trinity Square o nei pressi del Museum of London, sono sufficienti per rintracciare i contorni della città antica, così come le strade che perpetuano il ricordo delle sue porte (gates): Ludgate, Cripplegate, Aldgate, Aldersgate ecc. La City porta anche le tracce di un fiorente artigianato, tanto che le corporazioni che presiedevano le antiche professioni non sono scomparse e il quartiere gode di uno statuto amministrativo particolare in seno alla Greater London: ha conservato il suo consiglio comunale e dispone di una polizia propria.

Il fulcro della City è St Paul’s Cathedral (1), il capolavoro di Christopher Wren datato 1710 miracolosamente sopravvissuto ai bombardamenti della seconda guerra mondiale e rimasto una meta irrinunciabile durante un soggiorno a Londra, nonché l’edificio religioso più caro ai londinesi. St Paul colpisce per le dimensioni (la navata misura 152 metri di lunghezza e la cupola culmina a 110 metri) e l’armonia delle proporzioni. La facciata principale è teatrale, con il portico su due livelli a colonne binate e frontone scolpito, mentre ai lati si ritrova tutto il repertorio decorativo dei palazzi classici. Qui si sono svolte numerose cerimonie di portata nazionale e internazionale, tra cui i funerali dell’ammiraglio Nelson (1805) e di Winston Churchill (1965) e il matrimonio tra il principe Carlo e lady Diana Spencer nel 1981. Tutto l’anno vi si svolgono concerti e spettacoli d’organo, come ad esempio i lunchtime concerts gratuiti eseguiti durante la settimana.

Nei pressi della cattedrale si trova uno dei musei più affascinanti e allo stesso tempo trascurati della città: il Museum of London (2). Al suo interno si può ammirare un’esaustiva carrellata delle varie fasi della storia di Londra, dai tempi in cui era un modesto villaggio anglosassone ad oggi. L’esposizione, che comprende anche pietre incise e ossa di mammuth vecchie di 250.000 anni, non si limita a raccontare i fatti di rilievo, come le invasioni dei Celti, dei Romani, dei Sassoni e dei Normanni, la Grande peste, il Great Fire, la Guerra civile, il boom del commercio e l’esplosione urbana, ma analizza anche l’evoluzione dell’architettura e dell’urbanistica della città; tutto questo senza dimenticare le rivoluzioni spirituali, gli sconvolgimenti del mondo del lavoro e l’evoluzione dei costumi. Nonostante l’abbondanza di testimonianze e la cura con cui sono mostrate in molti si soffermano soprattutto sulla Lord Mayor’s State Coach, la scintillante carrozza che dal 1757 accompagna il sindaco della City a Westminster dopo l’elezione.

Spostandosi a piedi da St Paul si possono passare in rassegna diverse attrattive degne di nota. Innanzitutto la Temple Church (3), la magnifica chiesa che sorge all’interno del complesso costruito dai Cavalieri Templari poche centinaia di metri ad ovest della cupola della cattedrale, a sua volta vicina alla Dr Johnson’s House (4), una splendida residenza georgiana del 1700 in ottimo stato di conservazione, ed alla Central Criminal Court (5) (Old Bailey), dove è possibile presenziare a un vero e proprio processo. Per rimanere in ambito di chiese, una visita la meritano anche la St Bartholomew (6), fondata su vestigia normanne del 1123, la St Bride’s (7), una chiesetta situata a pochi passi da Fleet St famosa come la “chiesa dei giornalisti”, e la St Andrew Holborn (8), ricostruita da Wren nel 1686 e gravemente danneggiata dai bombardamenti durante la seconda guerra mondiale. Saltando dal sacro al profano, Smithfield Market (9) è l’ultimo mercato della carne sopravvissuto nella zona centrale di Londra.

Crocevia di ben sette strade, la piazza della stazione della metropolitana Bank segna il vero e proprio centro della City. Nonostante la maggior parte delle attività si svolgano per loro stessa natura a porte chiuse, una rapida esplorazione delle strade che circondano la piazza consente di ammirare dall’esterno alcuni edifici simbolo del mondo finanziario e politico londinese. Tra questi ricordiamo: il 30 St Mary Axe, costruito tra il 2002 e il 2003 dall’architetto Norman Foster e soprannominato “cetriolo”; il Lloyd’s of London, opera di Richard Rogers passata alla storia per essere stata scalata nel 2003 dal free climber Alain Robert; la Guildhall, che ha ospitato la sede del governo della City per oltre 8 secoli; e la Mansion House, concepita nel 1752 da Dance il Vecchio in stile palladiano come residenza ufficiale del Lord Mayor.

Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, la Tower of London (10) (Torre di Londra), oltre al vicino Tower Bridge, rappresenta l’ultima grande attrattiva della City. Più che di una torre si dovrebbe parlare di un vero e proprio castello, sebbene l’edificio sia spesso identificato con la White Tower (Torre Bianca) che si erge al centro e che rappresenta la parte più antica dell’intero complesso. Sebbene il costo del biglietto sia letteralmente levitato negli ultimi anni e le code all’ingresso siano sempre piuttosto lunghe, la Tower of London merita qualche piccolo sacrificio, offrendovi tra l’altro la possibilità di ammirare la Jewel House, a nord della White Tower, dove sono conservati i gioielli della Corona. Uscendo dalla Tower of London è d’obbligo la passeggiata fino al Tower Bridge che, con le sue torri neogotiche ed i cavi portanti di uno sgargiante colore blu, non delude mai le aspettative.

(1) St Paul’s Cathedral è aperta da lunedì a sabato dalle 8.30 alle 16.00. Il biglietto d’ingresso 11 £ (intero), 10 £ (anziani), 8.50 £ (studenti) e 3.50 £ (bambini da 7 a 16 anni). La fermata della metro più vicina è St Paul’s. Maggiori info su www.stpauls.co.uk o chiamando 7236 4128

(2) Museum of London è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00 a ingresso libero. Le fermate della metro più vicine sono Barbican e St Paul’s. Maggiori info su www.museumoflondon.org.uk o chiamando 7001 9844

... Pagina 2/2 ... (3) Temple Church è aperta da mercoledì a domenica dalle 14.00 alle 16.00 a ingresso libero. Le fermate della metro più vicine sono Temple e Chancery Lane. Maggiori info su www.templechurch.com o chiamando 7353 3470

(4) Dr Johnson’s House è aperta dalle 11.00 alle 17.30 da lunedì a sabato da maggio a settembre, fino alle 17.00 da ottobre a aprile. Il biglietto d’ingresso costa 4.50 £ (intero), 3.50 £ (ridotto), 1.50 £ (bambino) e 10 £ (famiglia). Le fermate della metro più vicine sono Chancery Lane e Blackfriars. Maggiori info su www.drjohnsonshouse.org o chiamando 7353 3745

(5) Central Criminal Court è aperta dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00 da lunedì a venerdì. La fermata della metro più vicina è St Paul’s. Maggiori info chiamando 7248 3277

(6) St Bartholomew è aperta dalle 8.30 alle 17.00 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 16.00 il sabato e dalle 8.30 alle 20.00 la domenica. L’ingresso costa 4 £ (intero) e 3 £ (ridotto). Le fermate della metro più vicine sono Farringdon e Barbican. Maggiori info su www.greatstbarts.com o chiamando 7606 5171

(7) St Bride’s è aperta dalle 8.00 alle 16.45 da lunedì a venerdì, dalle 11.00 alle 15.00 il sabato, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 19.30 la domenica. Le fermate della metro più vicine sono St Paul’s e Blackfriars. Maggiori info su www.stbrides.com o chiamando 7427 0133

(8) St Andrew Holborn è aperta dalle 9.00 alle 16.30 da lunedì a venerdì. La fermata della metro più vicina è Chancery Lane. Maggiori info chiamando 7353 3544

(9)Smithfield Market è aperto dalle 4.00 alle 12.00 da lunedì a venerdì. La fermata della metro più vicina è Farringdon

(10) Tower of London è aperta da marzo a ottobre dalle 9.00 alle 18.00 da martedì a sabato e dalle 10.00 alle 18.00 domenica e lunedì, mentre da novembre a febbraio gli orari di visita si riducono di un’ora diventando dalle 9.00 alle 17.00 da martedì a sabato e dalle 10.00 alle 17.00 domenica e lunedì; tenete presente che l’ultimo ingresso avviene a prescindere dal giorno un’ora prima della chiusura del complesso. L’ingresso costa 16 £ (intero), 13 £ (anziani e studenti), 9.50 £ (bambini dai 5 ai 15 anni) e 45 £ (famiglie). La fermata della metro più vicina è Tower Hill. Per maggiori info consultate www.hrp.org.uk o chiamate 7709 0765

 Pubblicato da il 14/07/2013 - 20.558 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
07 Agosto 2017 Cinecittŗ World: biglietti per ingresso ...

Il parco divertimenti di Cinecittà World ha appena iniziato la ...

NOVITA' close