Cerca Hotel al miglior prezzo

Le Saline e il Mulino Ettore e Infersa a Marsala, nel cuore dello Stagnone

Luogo suggestivo per ammirare il tramonto, le Saline di Marsala nello Stagnone sono una delle attrazioni della costa occidentale della Sicilia.

C’è sale e sale. Se siete buongustai, o semplicemente curiosi, e volete assaporare le più insolite varietà di questo prezioso minerale, andate in Sicilia, più precisamente a Marsala, in provincia di Trapani, dove le Saline Ettore e Infersa propongono (su richiesta) anche degustazioni tematiche: sale in purezza e aromatizzato abbinato a prodotti tipici siciliani come pane fresco, olio d’oliva, frutta di stagione, pomodoro ciliegino e, perché no, anche una dissetante e fresca spremuta di limoni.

Storia

La storia di queste saline, che si estendono nell’area vicino la Riserva Naturale Orientata delle Isole dello Stagnone, è di lunga data: la prima citazione risale infatti al 1154 quando a parlarne fu il geografo arabo Edrisi anche se in realtà pare che le prime vasche vennero impiantate già duemila anni prima, agli inizi del I° millennio a.C, quando i fenici fondarono le loro colonie proprio nella Sicilia occidentale.

Vero e proprio capolavoro di archeologia industriale, il mulino Ettore e Infersa accompagna alla scoperta della cultura del sale: visitare questo luogo è come fare un salto nel passato ripercorrendo storia e tecnica dell’antica tradizione di estrazione e lavorazione di questo minerale.

Fra i più grandi dell’intera area di saline fra Marsala e Trapani, il mulino si trova nell’antica dimora della salina omonima, ed è uno dei “monumenti” da non perdere quando si visita questo territorio: a stella (o detto anche olandese), s’innalza sino a 13 metri grazie alla sua torre, possiede macine di calcarenite locale tenute assieme da un cerchio di ferro, ha gli ingranaggi in legno perfettamente funzionanti ed è visitabile tuto l’anno.

Le vasche delle saline collegate da chiuse e canali rendono il paesaggio uno dei più unici della terra siciliana, testimoniando che l’ambiente può produrre nel pieno rispetto della natura: ogni anno qui si raccoglie qualcosa come 10 mila tonnellate di sale marino, produzione che avviene tra fine marzo e fine luglio quando la crosta raggiunge gli 8-9 centimetri (in media) di spessore.

“Museo del sale” a tutti gli effetti, con il suo innovativo percorso multimediale, il mulino permette di approfondire tutti gli argomenti relativi al prodotto così come tutto quello che c’è da sapere sul funzionamento degli ingranaggi e tanto altro.

Informazioni utili, orari e prezzo biglietti per la visita

Se siete curiosi di vedere il mulino potete partecipare alla visita che prevede l’ingresso alle strutture principali dell’edificio (7€ adulti; durata libera). Apertura: marzo, aprile, maggio, ottobre e novembre tutti i giorni dalle 9.30 alle 17,30; giugno, luglio e agosto, sempre tutti i giorni, sino alle 20; dicembre e da 2 al 6 gennaio dalle 9.30 alle 13.30 (tutta la settimana). Ingresso consentito fino a 10 minuti prima della chiusura; chiusura il 25 dicembre e il 1° gennaio.

Per chi desidera invece abbinare la visita della struttura alla passeggiata guidata in salina il programma del tour guidato (in italiano e inglese e su richiesta anche francese e tedesco) prevede: visita del mulino con accesso alle strutture dell’edificio e descrizione del processo produttivo delle saline con video documentario e percorso multimediale; possibilità di visitare il mulino in funzione (extra a pagamento e con condizioni meteo favorevoli); passeggiata fra le saline Ettore e Infersa con percorso fra gli argini e lungo i canali alla scoperta di flora e fauna dei paesaggi della laguna. Periodo: aprile, maggio e giugno 2 turni al giorno alle 12 e alle 17; giugno alle 11, alle 12 e alle 17; luglio e agosto in orario 11, 12, 17, 18 e 19; settembre alle 11, 12, 17 e 18. La passeggiata dura circa 60 minuti (presentarsi al punto informazioni 15 minuti prima dell’orario scelto). Tariffa: 15€ adulti. Il tour alla scoperta del mulino può essere abbinato inoltre all’esperienza “Salinai per caso”, una divertente passeggiata all’interno delle saline indossando i panni dei salinai (stivali di gomma compresi!): i partecipanti possono così cimentarsi, anche se per gioco, nella raccolta del sale marino. Attività disponibile nel mese di maggio alle ore 11; a giugno, dal 1° al 21 luglio e dal 9 al 30 settembre alle ore 10. Durata: 60 minuti. Nel costo (25€ adulti) è compresa la fornitura degli stivali e delle attrezzature per l’ingresso in vasca; in alcuni giorni potrebbe però non essere possibile la raccolta del fior di sale (per via delle condizioni meteo climatiche).

Possibilità di pernotto (con varie soluzioni e prezzi) nella struttura e di noleggio bici (5€) ma anche di photo safari (10€), percorso benessere con area relax (20€) e visita al tramonto con cena sotto le stelle (25€). Le tariffe indicate s’intendono per adulto.

Il mulino ospita infine un punto vendita dei prodotti di salina e di oggetti di artigianato locale: gli orari e le giornate di apertura sono quelli della struttura stessa.

Per informazioni e prenotazioni +39 0923 733003 (linea fissa); +39 348 3804301 (visite in salina); +39 0923 1941509 (dormire in salina) – info@salinedellalaguna.it

Indirizzo: contrada Ettore e Infersa Marsala, Trapani (Sicilia).

Sito ufficiale www.salinedellalaguna.it

 Pubblicato da il 28/01/2019 - 723 letture - ® Riproduzione vietata

24 Gennaio 2020 Il Carnevale di Ruinas

Il Carnevale di Ruinas, altresì detto Carnevale Ruinese, si svolge ...

NOVITA' close