Cerca Hotel al miglior prezzo

La Piazza dell'Anfiteatro a Lucca

La bella piazza di Lucca stata costruita sul tracciato ovale dell'antica arena romana. La sua forma attuale si completa nel 19 secolo quando vengono demoliti gli edifici che impedivano di riconoscere il precedente tracciato ellittico.

Piazza dell’Anfiteatro è una delle piazze monumentali più famose di Lucca ed è unica nel suo genere perché, come chiarisce bene il suo nome, la sua forma ellittica ricalca esattamente il tracciato ovale dell’antica arena di epoca romana che, posta allora appena fuori le mura primitive, poteva arrivare a contenere ben 10.000 spettatori. Grandioso esempio di come l'ingegno dell’uomo del Medioevo ha modificato l'ambiente armonizzando il preesistente alle necessità della vita normale, questa piazza si sviluppa nel sito dove prima esisteva un anfiteatro romano e le case che la circondano danno proprio la sensazione di essere ancora all'interno dell'anfiteatro romano.

In effetti, l’aspetto più impressionante di questo monumento, uno di quelli da non perdere assolutamente per che visita Lucca, sono le case costruite tutto attorno al tracciato ellittico della piazza con facciate contigue le une alle altre proprio per dare la sensazione, a chi vi accede da uno dei quattro archi che forano gli edifici, di trovarsi ancora oggi al centro dell’arena in cui un tempo si battevano i gladiatori. Il profilo dei caseggiati che delineano l’ellissi della piazza, infatti, raggiunge più o meno la medesima altezza delle gradinate dell’Anfiteatro Romano, che si elevava fino a tredici metri da terra.

La storia della piazza

In realtà lo splendido colpo d’occhio che dà l’impressione di trovarsi ancora all’interno del vero Anfiteatro non è affatto casuale: è piuttosto il risultato del lungimirante intervento voluto dal Regio Architetto Lorenzo Nottolini, completato nel 1838, grazie al quale furono sbarazzati dalla piazza tutti quegli edifici che la ingombravano, lasciando soltanto quelli che ricalcavano il tracciato ellittico dell’antico monumento romano. L’antico Anfiteatro, caduto in rovina con l’Impero Romano, era stato usato infatti, nei secoli, prima come cava di materiali da costruzione, poi come deposito del sale, polveriera, piazza del mercato e perfino carcere.
Attualmente i resti dell’antico Anfiteatro sono sepolti circa tre metri sotto il livello stradale, sotto le fondamenta degli edifici che oggi contornano la piazza e non risultano quindi visitabili, salvo che riusciate a fare amicizia con qualche negoziante o persona che abita nella piazza, affinchè vi mostri qualche vestigia di epoca romana su cui è costruita la sua cantina.

Considerati gli innumerevoli locali con tavoli all'aperto oggi presenti nella piazza, risulta preferibile visitarla di notte se si vuole avere il colpo d’occhio sull’impressionante ovale della piazza ed immaginare di essere ancora al centro dell’arena di epoca romana. Consigliata durante il giorno a chi ama invece coglierne la vivacità che vi si respira ogni giorno: piena di botteghe artigiane, negozi di souvenir, bar e ristoranti su tutto il perimetro, Piazza dell’Anfiteatro è frequentata tutti i giorni ad ogni ora da una frotta sia di turisti che di persone del luogo.

Quanto di meglio per rivivere le atmosfere ricche di voci, di gente e di mercanzie di questo che fu nel secolo passato importante sede dell’animatissimo mercato cittadino e soprattutto per acquistare un ricordo della città, mangiare un boccone profittando delle ghiotte specialità della cucina lucchese o anche soltanto sedersi ad uno dei tanti caffè per sorseggiare una bibita fresca e un gelato nella calura estiva; si può inoltre approfittare, nel tardo pomeriggio, delle molte proposte in tema di aperitivo. I molti locali che si affacciano attualmente su Piazza dell’Anfiteatro offrono l’imbarazzo della scelta in fatto di mangiare/bere ma soprattutto grazie alla loro varietà fanno di questo luogo una delle mete di ritrovo preferite anche dai lucchesi, permettendo a chi la visita di immergersi nella inconfondibile parlata locale, peculiare inflessione dell’accento toscano, sentendosi per un giorno non un turista di passaggio ma un vero e proprio abitante della città.

I dintorni della piazza

Per completare la visita di questo storico monumento della città di Lucca conviene, dopo una visita alla piazza, uscire all’esterno della cerchia degli edifici e passeggiarvi tutto attorno percorrendo via dell’Anfiteatro, che permette di osservare la forma, i colori ed i materiali delle case di epoca medioevale, al contrario delle facciate all’interno della piazza, di aspetto e tinte moderni. Una attenta osservazione dall’esterno permette sia di farsi un’idea piuttosto fedele del doppio ordine di fornici di cui si componeva il perimetro dell’Anfiteatro, sia della straordinaria stratificazione edilizia che gli edifici hanno attraversato nel corso dei secoli. I più attenti al dettaglio potranno divertirsi anche scovare i numerosi materiali di riuso di epoca romana impiegate nella costruzione dei fabbricati di epoca medioevale.

La visita alla Piazza dell’Anfiteatro è, come in ogni altra normale piazza, completamente gratuita e senza restrizioni di giorni o di orari: si può visitare tutti i giorni dell’anno a qualsiasi ora del giorno e della notte, dato che le quattro porte di accesso (di cui soltanto quella orientale è originale) rimangono sempre aperte. Per contro, chi desiderasse approfondire la storia, le curiosità e gli aneddoti su Piazza dell’Anfiteatro, può prenotare online una delle molteplici visite guidate al centro storico di Lucca, che durano solitamente due ore/due ore e mezza e comprendono oltre alla Piazza ovale anche le altre attrazioni maggiori della città come la Torre delle Ore, la Torre Guinigi, il Duomo di san Martino e la chiesa di San Michele in Foro.

Come arrivare

Per chi viaggia in auto il modo migliore, il modo migliore per raggiungere e visitare Piazza dell’Anfiteatro è percorrere il grande viale alberato che gira tutto attorno al centro storico seguendo il perimetro delle famose Mura fino a che non si arriva sul lato nord, nella grande piazza circolare di Borgo Giannotti, che corrisponde alla Porta di Santa Maria: Se riuscite a lasciare la macchina poco fuori le mura, è possibile trovare alcuni posti gratuiti, altrimenti si può attraversare la Porta e, con un po' di fortuna, trovare un posto nel parcheggio a pagamento posto subito all’interno delle mura. Da Porta santa Maria si imbocca quindi immediatamente il Fillungo a piedi e in trecento metri, siete a Piazza dell’Anfiteatro. Chi arriva col treno può accedere in città a piedi da Porta san Pietro, e raggiungere la Piazza dell’anfiteatro con una passeggiata di circa un kilometro e mezzo, tanto più piacevole in quanto piccola camminata fra i maggiori monumenti del centro storico di Lucca.