Cerca Hotel al miglior prezzo

La Casa Natale di Padre Pio a Pietrelcina

Per iniziare a conoscere San Pio quali luoghi migliori se non quelli della sua infanzia ed adolescenza? A Pietrelcina in Campani si possono visitare la casa natale ed altri luoghi della famiglia Forgione.

È consuetudine collegare naturalmente Padre Pio, ovvero San Pio (in virtù della santificazione avvenuta il 16 giugno 2002  presso la Basilica di San Pio alla presenza di papa Giovanni Paolo II) a San Giovanni Rotondo, eppure il frate cappuccino nel paese in provincia di Foggia ha tenuto messa e predicato nascendo però nella minuscola Pietrelcina – in provincia di Benevento - nel lontano 1887.

Il presbitero italiano, all’anagrafe Francesco Forgione, ha mosso i suoi primi passi al civico 27 di Vico Storto Valle nella modesta casa paterna che oggi è divenuta un vero museo allestito entro le mura di un unico vano nel quale sono presenti un tavolino da notte e un letto a due piazze composto da correnti in ferro battuto e piedi metallici. L’ambiente, illuminato da una finestra a quattro vetri, ospita un lavamani piuttosto usurato per il continuo utilizzo e un vecchio cassone, più avanti un tavolo coperto da un tappeto sbiadito sul quale si notano accatastati i libri appartenuti al piccolo Francesco in età scolare.

Sulla sinistra appena varcata la soglia d’ingresso, ecco un secondo cassone e due seggiole, resto di un mobilio essenziale coperto da un tetto a graticciata. Sulla parete si trovano appesi due crocifissi e quattro litografie rappresentanti la Madonna. Camminando ci si imbatte in una botola, un’apertura del pavimento attraverso cui si accede a un locale avente all’epoca la funzione di magazzino e al contempo stalla per l’asino con cui il padre Grazio si recava in campagna a lavorare.

Nel civico 28 si possono vedere la cucina, il focolare e la camera da letto dei bambini poi mutata in sala da pranzo. Qui pare che Padre Pio abbia vissuto le prime esperienze soprannaturali, inoltre si racconta che fosse sua abitudine dormire per terra appoggiandosi a una pietra utilizzata come cuscino.

Pochi passi e si giunge alla “Torretta”, dove il Santo visse dal 1909 al 1912 per sanare i problemi di salute che lo costrinsero a vivere isolato sia dal convento che dalla famiglia. Successivamente si trasferisce in via Santa Maria degli Angeli n. 44, ospitato dal fratello Michele fino al 1916. Il nucleo famigliare passava infine l’estate nel cascinale di Piana Romana: vi erano ubicati una stanza in pietra priva di pavimento e intonaco, un focolare e un soppalco per la conservazione del fieno.

Informazioni utili, date, orari e prezzo biglietti per la visita

Nome: Casa Natale di Padre Pio
Indirizzo: Vico Storto Valle, 27 – Pietrelcina (Benevento).
Orari di apertura: invernale 8.00 – 19.00, estivo 8.00 – 20.00.
Biglietto: ingresso gratuito.
Contatti: per informazioni contattare il numero 0824/990711 – 0824/991099 o inviare una e-mail all’indirizzo cappuccini.pietrelcina@tin.it.
Maggiori informazioni: consultare il sito ufficiale.

Dove si trova, come arrivare
Dall’Autostrada A1 uscire al casello di Caianello e proseguire per Telese – Benevento – Pietrelcina; dall’Autostrada A14 uscire al casello di Termoli/Molise e proseguire per Boiano – Benevento – Pietrelcina; in treno bisogna arrivare alla stazione di Benevento Centrale, recarsi al Terminal Bus dove attendono i mezzi delle autolinee ETAC; l’aeroporto di Napoli Capodichino risulta il più vicino alla località.
Una volta nel centro di Pietrelcina recatevi nella centrale Piazza Santissima annunziata e alla sua estremità orientale imboccate la via Prof. Marone percorretela  per circa 80 metri, per poi al suo termine svoltare a destro sulla via Pantaniello e raggiungere i luoghi della famiglia Forgione.

 Pubblicato da il 19/07/2019 - 794 letture - ® Riproduzione vietata