Cerca Hotel al miglior prezzo

Il Parco termale dei Giardini Poseidon a Forio di Ischia

Si tratta di un parco termale famoso per la sua spiaggia privata, per le sue tre grandi piscine e una miriade di vasche che sfruttano le sorgenti termali ed ipertermali del sito, per una vacanza a tutto benessere.

Giardini Poseidon è uno dei più famosi parchi termali dell’isola di Ischia in Campania, al pari del Negombo, di Fonte delle Ninfe e del Castiglione. Si trova nel comune di Forio, direttamente affacciato sul mare, sul lato opposto a quello che guarda Pozzuoli e la terraferma, a poca distanza dal borgo di Panza e subito alle spalle di una lunghissima striscia di spiaggia fatta di sabbia dorata. Comprende attualmente sia l’impianto termale curativo che un moderno Centro Benessere dedicato invece ai trattamenti Spa wellness ed estetici.

Il complesso termale comprende attualmente 6 ettari di terrazze in cui sono collocate le piscine e gli impianti, ben 20 vasche complessive e 8.000 mq di spiaggia che si snodano su 500 metri di litorale. La spiaggia privata è riservata ai frequentatori delle terme e sono presenti inoltre tre punti ristoro.

Storia dello stabilimento termale

La storia dei Giardini Poseidon inizia negli anni Sessanta del Novecento innestandosi sulla millenaria tradizione termale dell’isola che risale a diversi prima dell’avvento della dominazione romana. La fondazione del complesso termale si deve ad un medico e studioso tedesco, Gernot Walde che, prendendo spunto dalla bellezza panoramica dei luoghi e dall’abbondanza di acque curative sorgive, ebbe l’intuizione di creare un “parco termale” concepito con grande anticipo rispetto alle attuali tendenze spa e wellness come centro di utilizzo delle acque a scopo di benessere e non solo ad esclusivo utilizzo terapeutico secondo i costumi dell’epoca. I

Giardini vengono quindi rilevati negli anni ’70 dall’industriale bavarese Ludwig Kuttner che, avvalendosi della collaborazione dell’architetto Zollinger, riorganizza il design e la sistemazione del parco termale. Negli anni Ottanta si assiste ad un ulteriore cambio di proprietà: un altro imprenditore bavarese, Anton Staudinger, acquista il parco termale ed investe per ampliare e modernizzare le strutture di uno stabilimento termale ormai famoso a livello internazionale.

Il proprietario scompare nel 1998 lasciando la gestione del complesso alla moglie Lucia Pilz e ai cinque figli, dei quali la terzogenita Lucia Maria Veronika Beringer, architetto, prende le redini di Giardini Poseidon dal 2007 e contribuisce al rinnovamento del parco.

Acque e trattamenti termali

Le acque che alimentano lo stabilimento Giardini Poseidon scaturiscono da sorgenti sia termali che ipertermali ad oltre 40 gradi di origine vulcanica e vengono classificate come salso-bromo-iodiche e salso-alcalino-solfate, ma contenenti anche altri oligoelementi quali calcio, magnesio, litio. Presso lo stabilimento vengono impiegate in bagni differenziati sia per temperatura che per concentrazione salina. Possiedono un effetto terapeutico sul sistema muscolo-scheletrico e sono efficaci inoltre contro malattie ginecologiche, dermatologiche, respiratorie e contro cellulite e disfunzioni del microcircolo sanguigno come le flebopatie croniche.

Il centro termale è dotato di tre piscine alimentate con acqua marina e dedicate alla pratica del nuoto e al divertimento dei più piccoli, oltre a numerose vasche alimentate con le acque termali curative che affluiscono a temperature comprese fra i 28 e i 40 gradi. Il percorso termale comprende anche la stufa sudatoria, ovvero una grotta scavata nel tufo e adibita al bagno di vapore, il bagno giapponese e quattro percorsi idrotermali basati sul metodo Kneipp per riattivare la circolazione degli arti inferiori con temperature alternate fra 40 e 15 gradi. Fra le piscine termali, due sono al coperto, cinque invece sono outdoor ma tutte sono dotate di idromassaggi, effetto whirlpool e cascata rilassante, ed una di esse, denominata Ariadne, è collocata sulla terrazza a mare con vista panoramica.

Il percorso termale raccomandato prevede di cominciare con un bagno in mare sfruttando il lido del complesso termale, proseguendo con una depurazione dell’organismo tramite una sauna naturale all’interno della grotta di tufo ed un’immersione nella piscina fredda a 15 gradi. Il percorso continua passando da una piscina all’altra facendo crescere la temperatura ma avendo cura di diminuire ad ogni passaggio successivo il tempo di permanenza in vasca. Il ciclo si conclude con idromassaggio, percorso Kneipp (prima vasca calda, poi fredda), quindi un’ora di relax.

Nel cuore del parco si trovano anche i 500 mq del centro benessere dedicato ai trattamenti estetici e rilassanti oltre che agli interventi medico-riabilitativi. Sotto quest’ultimo profilo vengono proposte riabilitazioni neuro-muscolari e respiratorie con trattamenti fisioterapici sia in acque che in palestra, massofisioterapia e reparto inalazioni ed aerosol. Si può inoltre fruire di trattamenti olistici con la Terapia ritmica, dei trattamenti estetici uomo e donna con estratti naturali e prodotti termali e corsi di acquaticità con personal trainer.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Via Giovanni Mazzella, 338, 80075 Forio NA

tel.: 081 908 7111
www.giardiniposeidonterme.com

Come arrivare
Il collegamento più comodo e veloce fra l’isola di Ischia e la terraferma è rappresentato dal traghetto che collega il Rione Terra con il porto posto nella parte nord-orientale dell’isola. Dal porto, si utilizza il proprio veicolo, oppure uno a noleggio, per percorrere in circa mezz'ora i poco più che dieci km sulla Provinciale che costeggia la costa nord dell'isola passando da Casamicciola e Lacco Ameno. Coi mezzi pubblici, si prende la linea 2 dei bus gestiti da EAV Bus che parte dal porto di Ischia diretto alla Baia di Citara seguendo il medesimo percorso che si fa in auto. L'ultima fermata del tragitto, cioè "Citara-Giardini Poseidon" si trova proprio ad un centinaio di metri dall'ingresso del Parco.