Cerca Hotel al miglior prezzo

Livraria Lello, a Porto la storica libreria che ha ispirato Harry Potter

conosciuta come la libreria o biblioteca di Harry Potter la Livraria Lello uno dei luoghi cult di Porto. La sua fama deriva dalla particolare scala rossa che sembra abbia ispirato la stessa J.K. Rowling.

Oporto, centro storico: a due passi dalla Torre de los Clérigos, al civico 144 di rua das Carmelitas, sorge una fra le librerie più belle al mondo. Progettata dall’ingegnere portoghese nonché appassionato di libri Francisco Xavier Esteves, ha enormi scaffalature in legno piene zeppe di volumi di ogni genere (e in varie lingue) che raggiungono il soffitto e una maestosa e ipnotica scala che si ispira alla Gallerie Lafayette di Parigi situata proprio al centro.

Storia

Con un interessante mix architettonico fra neo gotico e liberty, la Livraria Lello – nata nel 1869 come Livraria Internacional de Ernesto Chardron, divenuta poi Livraria Lello & Irmao nel 1906 quando ad acquistarla furono i nuovi proprietari, José e Antonio Lello. Dal 1933 è conosciuta con l’attuale nome.

I due fratelli, entrambi uomini di lettere e amanti della letteratura e della musica, si trasferirono a Porto in rua do Almada dove aprirono un primo bookshop. A quell’epoca ancora non immaginavano che in futuro, a pochi isolati da li, un altro edificio avrebbe portato il loro nome ad essere conosciuto ovunque grazie anche alla saga di Harry Potter.

Passeggiando per le strette stradine della cittadina portoghese, a nord della Ribeira, all’improvviso si resta colpiti da una lunga fila di turisti in coda, e seguendola si raggiunge l’esterno di questa affascinante libreria in stile neogotico che si presenta con due grandi figure dipinte che adornano i lati della finestra superiore: realizzate da José Bielman, sono rappresentazioni simboliche dell’arte. Un tempo color bianco panna, oggi la facciata rivela invece i suoi veri colori (spiccano il giallo e l’azzurro) riportati alla luce dopo un recente intervento di restauro e probabilmente nascosti durante gli anni dei conflitti mondiali.

Una volta all’interno, ad apparire per primi sono i bassorilievi che ritraggono i fondatori José e Antonio mentre lungo le pareti del pianterreno si trovano i busti di alcuni dei più importanti autori portoghesi: Eca de Queiroz, Camilo Castelo Branco, Antero de Quental, Tomas Ribeiro, Teofilo Braga e Guerra Junqueiro.

La scala di Harry Potter

Eppure tutti questi scrittori famosi hanno il difficile compito di competere con la scala color cremisi che attira l’attenzione delle migliaia di visitatori (si parla di circa 4/5 mila al giorno) che da anni si recano al suo interno. Come mai vi chiederete? Perché lo scalone pare sia stato fonte di ispirazione per alcune scene di Harry Potter, la saga fantasy ideata dalla scrittrice J.K. Rowling che proprio a Oporto visse e insegnò inglese negli anni ’90. Indiscrezione, questa, mai confermata né smentita dall’autrice ma che, in ogni caso, ha contribuito a rendere ancora più misteriosa l’atmosfera che si respira qui fra le centinaia di migliaia di pagine intrise di inchiostro.

Salendo i gradini sino al soppalco si possono notare i dettagli delle balaustre lignee e il design del soffitto che sembra essere di legno intagliato ma che in realtà è dipinto su gesso, stessa tecnica utilizzata anche per gli ornamenti della parte inferiore della scala. Il lucernario in vetro colorato è costituito da un pannello di 8 metri per 3,5 e l’insegna in latino “Decus in labore” (dignità al lavoro) è circondata dall’antico monogramma dei fratelli Lello.

Il piano superiore poi è pieno di elementi architettonici fra cui spiccano il corrimano in legno, i dettagli in Art Deco sulle pareti e le colonne che si innalzano dal piano terra; scendendo dalla scala si trovano ancora due busti in bronzo realizzati entrambi dallo scultore Abel Salazar: rappresentano Eca de Queiroz e Cervantes, due fra i più grandi scrittori della penisola iberica. La galleria al piano terra è rivestita da mensole e, al di sopra di queste, vi sono scaffali con archi e porte di vetro dove sono custoditi i libri più antichi (alcuni degli anni di apertura della libreria) e quelli più rari.

Informazioni utili, prezzo biglietto per visitare la Libreria Lello

Se a portare la libreria alla ribalta mondiale ci ha pensato il più celebre maghetto di tutti i tempi, anche il biglietto d’ingresso, pari a 4 euro rimborsabili in caso di acquisto di un libro, voluto dai suoi proprietari, ha contribuito a farne parlare ancora di più. Molti si sono lamentati di questa politica, ma non osiamo immaginare il caos che si creerebbe lasciando l'ingresso libero ad un luogo oramai divenuto un vero cult turistico.

Oggi, infatti, Lello e Irmao è menzionata dalle principali guide turistiche e non solo come meta imperdibile se si visita la città di Porto, uno di quei “must” che piacciono agli appassionati dei libri (e della scuola di stregoneria di Hogwarts) al pari di Acqua Alta a Venezia e Shakespeare and Company a Parigi, ed è presa letteralmente d'assalto!

Orario di apertura: tutti i giorni dalle 10 alle 20.

Come acquistare i biglietti
Il mondo più semplice per visitare la libreria è acquistare il biglietto online. Consigliamo di farlo con un anticipo di almeno un giorno, dato che i posti disponibili sono limitati. Dovete scegliere la fascia oraria più congeniale a voi e una volta acquistato il biglietto vi verrà spedita una mail con il biglietto con QR Code da mostrare all'ingresso: presentatevi 5 minuti prima all'ingresso di rua das Carmelitas 144, nella fila più corta delle prenotazioni online.

Se invece vi presentate senza acquisto online, prevedete almeno 45 minuti di attesa, ma spesso la coda supera i 150 m di lunghezza con quindi attese ancora più lunghe per entrare. I biglietti si acquistano in un altro negozio (di proprietà della libreria) posto al numero 162 della stessa strada (30 metri a sinistra guardando l'ingresso della libreria), dove troverete anche gadgets a tema Harry Potter e non solo, e dove potete lasciare borse e zaini negli appositi armadietti, dato che con essi non si può entrare nella libreria Lello, visto gli spazi ristretti.

Come arrivare
Indirizzo: rua das Carmelitas 144. La metro più vicina sono le fermate di Aliados e Sao Bento, da qui dirigetevi rispettivamente in direzione sud-ovest e nord-ovest, ci vogliono circa 5 minuti. La libreria si raggiunge facilmente dalle altre zone del centro: ad esempio se siete nella via dello shopping per eccellenza, Rua Santa Catarina, scendendo verso il Douro svoltate a destra in rua de Passos Manuel. Sempre dritto e arrivate alla libreria, che vi verrà anticipata dalla lunga coda di visitatori in fila. Se arrivate dal Ponte Dom Luis I percorrete verso nord l'Avenida Dom Alfonso Henriques, poi a sinistra sulla rua dos Clerigos, e piegando leggermente a destra trovate la rua das Carmelitas dove si trova la Livraria Lello

Maggiori informazioni le trovate sul sito ufficiale

 Pubblicato da il 03/11/2017 - 258 letture - ® Riproduzione vietata

close