Cerca Hotel al miglior prezzo

Il Palazzo Reale di Budapest: Castello, Galleria Nazionale e Labirinto

Il Castello di Bupapest il Palazzo Reale della capitale dell'Ungheria. Ospita il Museo Storico di Budapest, la Galleria Nazionale Ungherese e il Labirinto del Castello di Buda.

Completamente cinta da bastioni, la fortezza di Buda si eleva per una cinquantina di metri al di sopra del fiume Danubio e di sera soprattutto, grazie a una suggestiva illuminazione, offre un’atmosfera inattesa. La chiesa di San Mattia con i tetti verniciati, i bastioni dei Pescatori e il Palazzo Reale risplendono allora di mille luci. Senza dubbio una delle attrazioni più belle di Budapest.

Storia

Fu re Bela IV°, che governò questo territorio dal 1235 al 1270, a volere la costruzione di una fortezza in caso di invasione da parte dei Mongoli; sotto il regno di Sigismondo di Lussemburgo, oltre cento anni più tardi, il castello fu ampliato. Ma il massimo splendore Budavari Palota lo raggiunse all’epoca di Mattia Corvino (1458-1490), brillante sovrano, letterato e umanista che ne fece una vera e propria culla delle arti e delle scienze apportando all’edificio anche alcune modifiche in stile rinascimentale. L’assedio del 1686 contro l’occupante turco non risparmiò il palazzo reale che fu gravemente danneggiato.

Fra il XVIII° e il XIX° secolo gli Asburgo ne vollero fare una residenza degna del loro rango: Maria Teresa d’Austria fece erigere le imponenti costruzioni barocche, in seguito Francesco Giuseppe nel 1890 affidò a Alajos Hauszmann e Miklos Ybl l’incarico di rimodellare la costruzione con fattezze neobarocche. In realtà l’imperatore soggiornò in questa fortezza solo per brevi periodi nonostante lo avesse voluto così sontuoso e imponente.

Visita al Castello di Budapest

La facciata del Palazzo Reale si estende per 300 metri lungo il corso del Danubio. Un rapace gigantesco con le ali spiegate e una spada fra gli artigli sembra spiccare il volo da un pilastro della cancellata in ferro che circonda la fortezza: è il turul, il mitico uccello emblema delle tribù magiare. Al centro del palazzo una cupola poggia su un insieme di colonne gemine mentre sulla grande terrazza panoramica s’innalza la statua equestre di Eugenio di Savoia, uno dei liberatori dai turchi. Sul piedistallo sono rappresentate due scene della battaglia di Zenta del 1697 avvenuta durante la guerra ottomano-austriaca. Continuando lungo questa passeggiata sino alla sporgenza che domina il fiume si raggiunge un punto suggestivo con vista su Budapest. Da sinistra e destra si riconoscono perfettamente l’Isola Margherita, il Parlamento, il ponte delle Catene, la basilica di Santo Stefano e, da lontano, la collina di Gellert, la cittadella e il monumento della Liberazione.

Una delle attrazioni principali ospitate all’esterno del palazzo è la fontana di re Mattia, un gruppo scultoreo in bronzo opera di Alajos Strobl (risale al 1904) che rappresenta il sovrano durante la caccia. Il soggetto si ispira a una ballata di Mihaly Vorosmarty, poeta romantico del XIX° secolo nella quale Mattia incontra una bella fanciulla, Ilonka, in occasione di una partita di caccia.

Proseguendo a sinistra, dopo la fontana si accede al cortile interno attraverso la porta dei Leoni, così chiamata per le raffigurazioni in pietra di questi felini, che sorvegliano l’entrata. Sempre qui si trova la biblioteca nazionale Szechenyi (Nemzeti Szechenyi Konyvtar) fondata dal conte Ferenc Szechenyi nel 1802: si tratta della più importante biblioteca del paese con sala di lettura aperta a tutti. Ospitata al Budavari Palota dal 1985 accoglie oggi circa 8 milioni di pezzi fra cui libri, giornali e periodici, manoscritti, mappe, incisioni, poster e piccole stampe. Fra le opere più antiche e preziose vi sono 35 codici Corvini provenienti dalla biblioteca di re Mattia, 1700 incunaboli, il primo libro stampato in Ungheria (Chronica Hungarorum del 1473) e il più antico testo esistente in lingua ungherese, l’Orazione Funebre del XII° secolo. E’ aperta tutti i giorni dalle 9 alle 20. Chiusa il lunedì e la domenica. Sito ufficiale

In fondo al cortile dopo aver attraversato il salone del Museo di Storia di Budapest si scende la scala che porta verso i bastioni sud e la torre della Mazza (Buzogany torony), dal tetto conico, interessante elemento superstite delle antiche fortificazioni medievali. Uscendo infine dalla fortezza tramite una porta vicina aperta nel bastione, la Porta Ferdinando, si può ammirare il barbacane, un’opera difensiva semicircolare edificata fra il XIV° e il XV° secolo. Al di là dei giardini comincia il quartiere di Taban (il nome taban deriva dal turco e significa conceria) che si estende dai piedi del monte Gellert sino alla collina della fortezza.

Galleria Nazionale Ungherese

Il Palazzo Reale accoglie al suo interno la Galleria Nazionale Ungherese e il Museo Storico di Budapest. La Magyar Nemzeti Galeria è un museo interamente dedicato a pittura e scrittura ungheresi dal Medioevo al XX° secolo. Le collezioni sono ripartite nelle ali A, B, C e D della fortezza: la vecchia sala del trono, al primo piano, ospita ad esempio preziose pale d’altare in stile tardo gotico come quelle provenienti dalle località di Szepes, Saros, Lipto e Csik. Fra i pittori del XIX° secolo vi sono Laszlo Paal e Mihaly Munkacsy: il primo si dedicò alla rappresentazione di paesaggi (fra cui le opere intitolate Mezzogiorno e Sentiero nella foresta di Fontainebleau) mentre il secondo che studiò a Berlino, Monaco e Parigi è conosciuto per l’Ultimo giorno del condannato e la Portatrice di fascine. Altri dipinti interessanti sono il Battesimo di Vajk di Gyula Benczur e Miklos Zrinyi alla battaglia di Szigetvar di Peter Krafft. Aperto dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18 (ingresso consentito sino alle 17). Chiuso il lunedì, 18 aprile, 2 maggio, 6 giugno, 24 ottobre, 24 e 25 dicembre. Biglietti: 1800 HUF (5,80€) intero; 900 HUF (2,90€) ridotto per under 26 e over 62; 1500 HUF (4,90€) per possessori Danubius Card. Info sul sito istituzionale

Museo Storico di Budapest

Il Budapest Torteneti Muzeum raccoglie invece reperti dall’unificazione della città avvenuta nel 1873 sino ad oggi. Chiamato anche museo del castello, spiega attraverso gioielli, ceramiche, oggetti di vita quotidiana e reperti i temi di archeologia, Medioevo e epoca moderna che hanno caratterizzato la capitale d’Ungheria. Da non perdere la sala delle sculture gotiche in cui sono ospitate opere scolpite in pietra calcarea e gli ambienti nei piani bassi e nei sotterranei, nella parte medievale della fortezza, dove si possono ammirare le volte ogivali che risalgono in gran parte all’epoca di Sigismondo di Lussemburgo. Infine da visitare è anche la cappella reale costruita nel XIV° secolo sotto il regno della dinastia angioina: rischiarata da tre vetrate è impreziosita al centro da una pala d’altare a tre ante. Orari di apertura: dal 1° novembre al 29 febbraio dalle 10 alle 16 (martedì- venerdì) e dalle 10 alle 18 (sabato e domenica); dal 1° marzo al 31 ottobre dalle 10 alle 18 (tutti i giorni). Chiuso il lunedì. Biglietti: intero 1800 HUF (5,80€); dai 6 ai 26 anni e dai 62 ai 70 900 HUF (2,90€); gruppi di studenti con almeno 10 persone 600 HUF (2€); gruppi di adulti con almeno 10 persone 1500 HUF (4,90€ ); audio guide 1200 HUF (3,90€). Gratuito con Budapest Card. Maggiori info sul sito ufficiale 

Il Labirinto del castello di Buda

Poco distante dal Palazzo Reale in direzione del bastione dei Pescatori si trova il labirinto del castello di Buda, una divertente attrazione che piacerà soprattutto ai più piccoli grazie a grotte e passaggi sotterranei in cui girovagare in un’atmosfera abbellita da luci a effetto nebbia. A 16 metri sotto le profondità del castello, il Budavari Labirintus è uno dei luoghi più curiosi della capitale ungherese. La leggenda racconta che lungo i corridoi illuminati dalle lanterne a olio vi sia il fantasma del conte nero…Tariffe d’ingresso: adulto 2500 HUF (8€); studenti e pensionati 2000 HUF (6,50€); bambini sotto i 12 anni 600 HUF (2€); biglietto famiglia con 2 adulti e 2 bambini under 12 5000 HUF (16€). Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19. Qui tutte le informazioni sul Labirinto

Come arrivare

Per raggiungere il Palazzo Reale di Budapest si può prendere la funicolareBudavari Siklo - dal ponte delle Catene in piazza Clark Adam: parte ogni 5-10 minuti ed è in funzione dalle 7.30 alle 22; tariffa 1000 HUF (3,30€) solo andata o 1700 HUF (5,50€) andata e ritorno. Oppure il bus numero 16 da Deak Ferenc ter a Disz ter.

 Pubblicato da il 29/11/2017 - 2.497 letture - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close