Cerca Hotel al miglior prezzo

Mozarthaus a Vienna: la visita alla casa-museo di Mozart

Mobili e arredi non sono quelli originali dell’abitazione di Mozart ma pur sempre dell’epoca, l’appartamento il più lussuoso in cui il celebre pianista abbia mai vissuto. La Mozarthaus – chiamata anche Figarohaus perché proprio qui venne musicata la “folle giornata” delle nozze di Figaro – è una delle principali attrazioni turistiche della capitale austriaca oltre che meta imperdibile per gli appassionati di lirica.

Sei piani e mille metri quadrati dedicati a uno dei più grandi geni musicali di tutti i tempi, nel cuore di Vienna, a pochi passi dalla cattedrale di Santo Stefano, sono stati aperti al pubblico il 27 gennaio 2006 in occasione dei 250 anni dalla sua nascita.

Ristrutturato dalla Mozarthaus Vienna Errichtungs e Betriebs GmbH in collaborazione con l’Ufficio Federale per la Conservazione dei Monumenti, il palazzo signorile sulla Domgasse è l’unico rimasto intatto fra i tanti in cui visse Mozart nei suoi dieci anni di permanenza nella città: tutti gli altri infatti sono stati demoliti o trasformati così radicalmente da non essere ormai più riconoscibili.

La visita alla casa di Mozart

Fulcro della Mozarthaus è l’appartamento al primo piano dove Mozart, la moglie Constanze e il figlioletto Karl Thomas vissero dal 1784 al 1787, anni in cui il pianista scrisse, fra gli altri, “Le nozze di Figaro” e tre dei sei Quartetti di Haydn. Composto da quattro ampie camere, due più piccole, una cucina e una sala da biliardo, l’abitazione al civico 5 è la più grande, elegante e costosa mai occupata da Mozart oltre che l’unica ancora intatta al giorno d’oggi.

Con l’aiuto di immagini e documenti, mobili e altri oggetti del tempo di Mozart, i visitatori possono seguire le orme del compositore e della sua famiglia. L’alloggio, curato nell’allestimento dal Museo di Vienna, ospita un magnifico orologio musicale che riproduce una variante di “Andante per un cilindro in un piccolo organo” (KV 616) che si pensa Mozart abbia composto appositamente.

Il tour al secondo piano dell’edificio riguarda i principali colleghi di Mozart e la sua collaborazione con il librettista Lorenzo da Ponte nelle opere “Le nozze di Figaro” e “Don Giovanni”. Queste sale, con soffitti originali in stucco e dipinti murali, mostrano l’appartamento come doveva essere decorato negli anni in cui vi abitò il musicista salisburghese. La visita permette inoltre di conoscere gli ultimi anni di vita dell’artista e il suo Requiem mentre l’installazione multimediale “Figaro Parallelo” fornisce una panoramica delle produzioni di quest’opera provenienti dalle principali case liriche internazionali.

“Vi assicuro che questo posto è magnifico…”: così il 4 aprile 1781 Mozart scrisse a suo padre Leopold a Salisburgo. Con questa citazione come punto di partenza, la mostra allestita al terzo piano della casa-museo tratta le vicende personali e sociali del grande compositore. Grazie a un altro percorso multimediale vengono illustrati tutti i luoghi in cui visse Mozart durante i suo anni di permanenza a Vienna; i visitatori possono inoltre scoprire informazioni interessanti sulla sua vita e le attitudini, la moda, la letteratura e la scienza dell’epoca.

Negli altri piani sono ospitate esposizioni che riguardano vita e composizioni musicali di Wolfgang Amadeus; da non perdere nel secondo seminterrato la sala Bosendorff, impreziosita da una bella volta barocca, che con la sua perfetta acustica è spesso utilizzata per concerti di musica da camera ma che si presta altrettanto bene a ospitare conferenze e eventi culturali grazie all’innovativo sistema audio e di illuminazione.

A meritare una visita è infine il cortile interno dell’edificio seicentesco mentre salendo ai piani superiori si può ammirare un suggestivo panorama su Blutgasse. Accompagnati in questo entusiasmante tour dalle note delle più celebri liriche del compositore (diffuse dalle cuffie fornite all’ingresso).

Informazioni utili, orari e prezzo biglietto per visitare il museo

La Mozarthaus è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 19 con ultimo ingresso alle 18.30. Tariffe: intero 11€; ridotto 9€; gruppi 8 €; bambini e ragazzi sino ai 19 anni 4,50€; family ticket (2 adulti e sino a 3 bambini) 24€; tour guidato 60€; gratuito per i possessori di Vienna Pass. Il biglietto d’ingresso include l’audioguida per adulti e bambini disponibile in diverse lingue.

L’edificio è privo di barriere architettoniche. Per raggiungere il museo: U1, U3 o linea bus in direzione di Stephansplatz (poi procedere a piedi sino alla vicina Domgasse).

Maggiori informazioni sul sito ufficiale

 Pubblicato da il 03/10/2017 - 1.570 letture - ® Riproduzione vietata

close