Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Casa de Campo

Casa de Campo, il pių grande parco di Madrid

E’ stato luogo di caccia per i reali e sede delle truppe del “caudillo” Franco (i resti delle trincee sono ancora visibili) durante la guerra civile in Spagna: oggi è il polmone verde di Madrid che con i suoi 1722,60 ettari si estende verso ovest-nord-ovest. Se avete un pò di tempo disponibile, e la stagione è ideale per una passeggiata, può essere un'ottima idea inserire questo parco nella lista delle attrazioni imperdibili di Madrid.

La storia del parco di Madrid

Casa de Campo, ampio spazio verde della capitale, deve il proprio nome a un episodio che vide protagonista tale Francisco de Vergas che nei primi anni del XVI° fece erigere su questi terreni una “casa di campagna”. A svolgere un ruolo importante nella storia del parco fu Filippo II° che decise di trasferire a Madrid la corte creando una proprietà in cui unire il palazzo reale alla riserva di caccia di El Prado. Sotto Ferdinando VI° questo suggestivo luogo madrileno venne dichiarato bosco reale e a quella che in origine era una villa di campagna vennero affiancate attività come agricoltura e allevamento.

Il 1° maggio 1931 lo Stato spagnolo decise di cedere al popolo Casa de Campo aprendo al pubblico l’area: teatro di battaglie e scontri durante la guerra civile, le costruzioni antiche subirono purtroppo svariati danni mentre ne vennero costruite delle altre, soprattutto di tipo militare, visibili in parte ancora oggi.

Le impressionanti dimensioni di Casa de Campo

Situato nel quartiere di Casa de Campo, nel distretto di Moncloa-Aravaca, questo parco pubblico collegato al monte del Pardo ha un’estensione doppia rispetto a quella del Bois de Boulogne a Parigi e addirittura di 5/6 volte quella dei celebri Central Park e Hyde Park. La vegetazione che ospita comprende arbusti, pini, acacie, cedri e castagni che sono perfetto habitat per piccoli mammiferi fra cui conigli, scoiattoli e lepri e decine di specie di uccelli, martin pescatore e aquila reale iberica in primis.

Passeggiando per questo immenso spazio all’aperto, diventato uno dei luoghi preferiti dalle famiglie madrilene oltre che rifugio per i turisti nelle calde giornate estive, se ne possono ammirare suggestivi scorci panoramici. Al suo interno si trovano alcune delle principali attrazioni della capitale ad iniziare dallo zoo. A soli 20 minuti dal centro città, lo Zoo Aquarium è anche l’unico parco europeo che riunisce in un’area di 20 ettari quasi tutte le specie animali: più di 6 mila esemplari provenienti dai 5 continenti. Fra gli altri si possono osservare da vicino grandi squali, uccelli rapaci e esotici, pinguini, rettili, tigri bianche, oranghi e lupi dell’Alaska. A completare questo parco zoologico inaugurato nel 1972 ci sono giostre e auto ecologiche che permettono di trascorrere una giornata fra natura e divertimento. Maggiori info sul Sito ufficiale

La funivia del Teleferico

Per ammirare Casa de Campo da un’altra prospettiva si può salire sul Teleferico che congiunge quest’area verde con il Parque del Oeste sulla sponda opposta del rio Manzanarre. La funivia, con 80 cabine da 5 posti, percorre circa 2500 metri raggiungendo un’altezza massima di 40 metri: in circa 11 minuti si completa il tragitto che sorvola la “rosaleda” del parco, la stazione ferroviaria di Principe Pio, la chiesa di San Antonio de la Florida e il fiume Manzanarre concludendo nella Plaza de los Pasos Perdidos a Casa de Campo. Inaugurata nel giugno 1969, da allora è stata utilizzata da oltre 8 milioni di persone. Maggiori info qui 

Il Parque de Atracciones

Per chi non vuole rinunciare a montagne russe mozzafiato e altre attrazioni divertenti (ce ne sono più di 40) si può accedere al Parque de Atracciones che d’estate ospita anche concerti all’aperto. Inaugurato nel 1969 da Francisco Franco, questo parco visitato ogni anno da oltre 1 milione di persone è adatto sia alle famiglie con bambini che ai più temerari alla ricerca di adrenalina. Da non perdere, per i più coraggiosi, Abismo, attrazione di ultima generazione, e La Lanzadera, con i suoi 63 metri di caduta libera. Tariffe di ingresso a 18,90/19,90 Euro con prenotazione on line. Sito di riferimento

Casa de Campo ospita inoltre impianti sportivi, alcune installazioni del parco esposizioni d’Ifema, la Venta del Batan e un grande lago dove noleggiare delle barche. Questo specchio d’acqua artificiale fu realizzato su progetto dell’architetto Juan Bautista de Toledo che ricevette l’incarico da Filippo II°: la sua superficie di 80 metri quadrati accoglie un molo e permette la pratica di sport acquatici fra cui canoa, kayak, pesca sportiva e triathlon.

Aperto tutti i giorni ai pedoni e chiuso al traffico veicolare, questo parco cittadino può essere raggiunto con la Metro L5 (fermata Casa de Campo) o L10 (fermate Casa de Campo, Batan, Lago) o con i bus 33 o 65.

 Pubblicato da il 13/08/2017 - 1.084 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close