Cerca Hotel al miglior prezzo

La Venaria Reale: la visita alla Reggia Sabauda e la sua storia

La Reggia di Venaria Reale sede di eventi e mostre fa parte della storia del Regno dei Savoia, Da non perdere le scuderie reali dello Juvarra, la Galleria e Sala di Diana e i magnifici giardini.

La Venaria Reale è indubbiamente uno dei siti artistico-architettonici più importanti di tutta Europa, soprattutto da quando nel 2007 ha riaperto le porte, dopo l'imponente restauro quasi decennale, ed ha mostrato al mondo una delle più alte espressioni del Barocco italiano e non solo.

In totale 80.000 mq di edificio e 60 ettari di giardino dichiarati già nel 1997 Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco.

La storia della Reggia Sabauda

La Reggia nacque nel 1658 per volontà di Carlo Emanuele II, l'amato Duca di Savoia appassionato di caccia il quale, ancor prima di salire al potere e dedicarsi alle faccende più serie che gli derivavano dal suo ruolo, diede inizio ai lavori per costruire l'edifico monumentale,  il nucleo principale de La Venaria Reale, i giardini e l'intero piccolo borgo che ha dato poi negli anni a seguire vita a Venaria, commissionando i lavori all'architetto Amedeo di Castellamonte.

Fu Vittorio Amedeo II, il figlio del compianto Duca, però, che decise di ampliare il progetto paterno mettendo nelle mani di Filippo Juvarra il progetto: vengono edificate la Galleria Grande, che collegava l'appartamento del Re a quello dell'erede al trono, la Cappella di Sant'Uberto, un grande edificio a croce greca con cappelle circolari sulle diagonali, la Citroniera, l'antica serra creata per il ricovero degli agrumi e le Scuderie Regie, gli attuali poli espositivi per le numerose mostre che vengono allestite.

Venaria Reale divenne, in questo modo, uno dei capolavori del Barocco europeo, nonché il Palazzo del nuovo Re di Sicilia, titolo che Vittorio Amedeo II riuscì a conquistare dopo essersi ribellato ed aver sconfitto gli eserciti francesi.

Si può dire che l'inizio del declino si compie agli inizi dell'Ottocento, quando dopo l'arrivo di Napoleone la Reggia viene declassata a caserma ed i giardini vengono selvaggiamente spianati per farne una piazza per le esercitazioni militari. Declino che non si arresta e restituisce all'inizio del secondo millennio un capolavoro saccheggiato ormai dai vandali e in uno stato di completo abbandono.

Il restauro di cui abbiamo accennato all'inizio, fortemente voluto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e sostenuto dalla Comunità Europea è stato il più grande restauro conservativo che è stato affrontato in Europa ed ha riportato alla luce non solo le strutture murarie dell'edifico ed i giardini, ma anche meravigliosi stucchi, spettacolari affreschi e tanti particolari che mostrano al turista la rappresentazione di una vera e propria Corte Europea del Seicento e del Settecento, oltre ai numerosi allestimenti di Mostre e percorsi di visita che comprendono anche spettacoli, concerti e appuntamenti enogastronomici di prestigio.

Cosa vedere alla Reggia di Venaria Reale

La circuito di visita alla Reggia si apre con la grandiosa Corte d'Onore che accoglie il visitatore in tutta la sua magnificenza presentando il meraviglioso Teatro dell'Acqua della Fontana del Cervo che con i suoi 100 ugelli d'acqua alti fino a 12 metri, vapori e condotti colorati rappresenta una delle fontane più suggestive e grandi di tutto il mondo. Proseguendo si ha accesso al piano terra in cui è possibile ammirare locali fedelmente ricostruiti ed evocativi di quell'atmosfera di Corte che ha contraddistinto la vita della famiglia Savoia, indubbiamente una delle più significative non solo per la storia italiana ma per quella di tutta l'Europa.

Salendo al piano nobile si possono visitare gli appartamenti reali, la meravigliosa seicentesca Sala di Diana, attentamente riportata alla luce grazie al restauro, in cui si trovano dieci tele di Jan Miel a tema venatorio, e tutto il percorso cerimoniale dell'antico palazzo settecentesco che passa per la Galleria Grande, il Rondò Alfieriano e porta fino alla Cappella di Sant'Uberto. Più di 500 le opere che si possono ammirare, tra dipinti, sculture, arazzi, mobili, oggetti d'argento e suppellettili di straordinario valore, passeggiando per i corridoi de La Reggia mentre si viene trasportati in un'atmosfera tanto lussuosa quanto antica.

Nell'Appartamento della Principessa Ludovica, sempre al piano nobile, è possibile ammirare una mostra permanente di tele seicentesche opera di grandi Maestri come Guercino, Rubens, van Dyck e Guido Reni; nella Regia Scuderia, invece, è in mostra un Bucintoro, l'arca da trasporto con cui venivano portati i Dogi di Venezia, originale fatto costruire da Vittorio Amedeo II da maestri artigiani veneziani; infine ai piani alti della Reggia di Diana si trovano le Sale delle Arti, sontuosi spazi museali in cui vengono ospitate molte mostre temporanee durante l'anno.

I giardini di Venaria Reale

Da non trascurare assolutamente sono i Giardini, scenografici e sorprendenti, completamente tornati alla vita dopo il grande restauro. Si dividono, grazie ad un lungo canale che ne segna il confine, in Parco Alto e Parco Basso e propongono al visitatore vedute mozzafiato, scenari paesaggistici eccelsi ed anche occasioni di divertimento.

Nel Parco Basso si trova il Potager Royal, ovvero un orto ed un frutteto di circa 10 ettari i cui prodotti, salse, dolci, confetture, mostarde, sono in vendita nei vari punti ristoro dislocati nella struttura, e si può visitare con un simpatico trenino che farà divertire anche i più piccini. Il Parco Alto, invece, può essere esplorato con una carrozza trainata da due cavalli ed il canale che divide le due sezioni può essere navigato con le gondole di Ercole e Diana.

Informazioni utili per visitare la Reggia di Venaria Reale

La Venaria Reale
Dove: Piazza della Repubblica 4 – 10078 – Venaria Reale (TO)
Come prenotare: acquisto biglietti in loco o sul sito ufficiale (link).
Quando: dal martedì alla domenica; il lunedì è giorno di chiusura, tranne eventuali giorni festivi.
N.B. La Venaria Reale resta chiusa dal 20 febbraio al 18 marzo.
Orari: la Reggia dal martedì al venerdì dalle 9:00 alle 17:00 e sabato/domenica/festivi dalle ore 9:00 alle 18:30; i Giardini hanno orari diversi in base al periodo dell'anno.
Costo biglietto:
  • “Tutto in una Reggia”: intero 25,00 €, proposta famiglia 1,00 € per ogni bambino/ragazzo fino a 15 anni accompagnato da due adulti che hanno acquistato un biglietto intero. N.B. il biglietto comprende l'ingresso a Reggia, Giardini e Mostre più una serie di sconti e convenzioni sui servizi offerti all'interno della struttura;
  • Reggia/Giardini/Scuderia Juvarriana: intero 20,00 €, ridotto 12,00/18,00 €;
  • Reggia e Giardini: intero 16,00 €, ridotto 10,00/14,00 €;
  • Giardini: intero 5,00 €, ridotto 4,00/2,00 €;
  • La Gondola sulla Peschiera: intero 2,00 €, ridotto 1,00 €;
  • La Freccia di Diana (trenino): intero 4,00 €, ridotto 3,00 €, gratuito fino ai 3 anni;
  • Carrozza a cavallo: intero 4,00 €, ridotto 3,00 €, gratuito fino a 3 anni.
Per maggiori informazioni: sito ufficiale

Come arrivare

In auto. Percorrere la Tangenziale di Torino A55 in direzione nord ed uscire a “Venaria” o a “Savonera”. Proseguire, quindi, sulle strade per circa 10 chilometri seguendo le indicazioni. Si consiglia di lasciare il veicolo nei parcheggi “Castellamonte”, “Carlo Emanuele II” o “Juvarra”.
In autobus. Esistono linee dedicate che collegano Torino a Venaria gestite dal Gruppo Torinese Trasporti. In alternativa è possibile prendere la linea C degli autobus turistici City Sightseeing® sui quali è disponibile anche un sistema audiodigitale audio multilingue che illustra i luoghi.
In treno. La Reggia di Venaria si può raggiungere con la linea A del Servizio Ferroviario Metropolitano di Torino. L'aeroporto più vicino è il “Sandro Pertini” di Caselle, da cui è possibile poi raggiungere Venaria con la linea A del SFM o via tangenziale.

 Pubblicato da il 02/12/2016 - 2.798 letture - ® Riproduzione vietata

16 Dicembre 2017 La Mostra del Radicchio Rosso a Mogliano ...

Nel cuore della marca trevigiana, nel comune di Mogliano Veneto, dal 16 ...

NOVITA' close