Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Place de la Bourse

Place de la Bourse, la piazza di Bordeaux e il Miroir d'eau

Pagina 1/2

Una delle piazze più belle d'Europa (addirittura la quarta al mondo, secondo la pagina online statunitense Landscape Network) si trova a Bordeaux.
Chi ha già visitato il capoluogo dell'Aquitania, sul versante occidentale della Francia, avrà capito che stiamo parlando di Place de la Bourse, uno splendido esempio di architettura neoclassica francese realizzata durante vent'anni ininterrotti di lavori nel XVIII secolo.
I lavori furono affidati, a quell'epoca, a Jacques Gabriel, incaricato dal locale intendente di progettare una piazza rivolta verso il fiume Garonna (Garonne, in francese), che era la principale via commerciale della città.

Sul lato settentrionale della piazza si affaccia il Palais de la Bourse, oggi trasformato nella Camera di Commercio, mentre sul lato meridionale sorgeva l'Hotel Farms (oggi Direzione delle dogane e delle accise; al suo interno si trova anche il Museo Nazionale delle Dogane).
I frontoni e le decorazioni degli edifici raffigurano simboli e ideali liberali e di prosperità economica; le stesse figure femminili riproducono donne africane come riferimento alla tratta degli schiavi che aveva effettivamente fruttato enormi ricchezze a Bordeaux.
Come si può dunque intendere, lo scopo della piazza era quello di celebrare la raggiunta prosperità della città soprattutto grazie al commercio fluviale.
Restaurata e modificata più volte nel corso dei secoli – la statua del re venne spodestata da quella di Napoleone, a sua volta sostituita dalla Fontana delle Tre Grazie nella seconda metà dell'Ottocento – Place de la Bourse si è trasformata in questi ultimi anni in uno dei luoghi più frequentati e fotografati della città.

La ragione di questo successo, oltre alla bellezza architettonica in sé, risiede nella creazione nel 2006 del cosiddetto Specchio d'acqua (le Miroir d'eau), una superficie di 3.450 m² posta a metà strada tra la piazza e il fiume ricoperta – a fasi alterne – d'acqua.
Il Miroir d'eau, oltre ad essere di grande impatto scenico, è anche un vanto per i cittadini di Bordeaux, che non perdono occasione per ricordare come questo sia lo specchio d'acqua artificiale più grande del mondo. Di cosa si tratta esattamente?
Il meccanismo dell'attrazione si divide in due fasi: nella prima, tanti piccoli ugelli fanno fuoriuscire l'acqua attingendola tramite una pompa da una riserva interrata della capacità di 800 metri cubi e la fanno depositare sul pavimento di granito, creando uno specchio d'acqua dell'altezza di 2 cm. In un secondo momento l'acqua viene risucchiata dagli stessi ugelli per poi essere spruzzata, sotto forma di effetto nebbia, di nuovo in superficie da 900 iniettori posizionati sulle piastrelle.
... Pagina 2/2 ... Potete immaginare l'effetto spettacolare di questa “diavoleria” e quanto i bambini (ma anche gli adulti) adorino camminare e giocare tra gli spruzzi d'acqua durante le calde giornate estive. È proprio questo il bello dello specchio d'acqua: gli ingegneri incaricati del progetto (tra cui il fontaniere Jean-Max Llorca e il paesaggista Michel Corajoud) l'hanno pensato per poter essere vissuto direttamente dai cittadini, che camminandoci sopra diventano parte del gioco.

Il Miroir d'eau oltre ad essere molto apprezzato dalla gente per la sua funzione goliardica e rinfrescante, è anche una precisa scelta architettonica ed estetica: nei momenti in cui l'acqua è ferma, sulla sua superficie si specchiano gli edifici di Place de la Bourse, creando un suggestivo effetto visivo che ne esalta le forme e le luci.
Lo Specchio d'acqua è in funzione tra le 10 e le 22 ogni giorno, tranne in inverno, quando è invece completamente spento.
Il ciclo di funzionamento durante il periodo di attività è gestito da un computer e prevede 3 minuti di riempimento, 15 minuti di acqua ferma (dunque “a specchio”), uno scarico di 5 minuti e infine 3 minuti di vaporizzazione con effetto nebbia.

Lo Specchio d'acqua si trova sulla Quai de la Douane, il tratto di lungofiume che si apre di fronte alla Place de la Bourse. A fianco dello Specchio d'acqua si sviluppa il giardino conosciuto con il nome di Jardin des lumières, anch'esso parte dell'enorme opera di riqualificazione delle quais bordolesi intrapresa dal Comune nei primi anni Duemila.

Ricordiamo che nel giardino e attorno allo Specchio d'acqua non è consentito l'utilizzo di bottiglie di vetro; già il buon senso dovrebbe suggerirlo, visto che sull'acqua si cammina scalzi, ma visto che soprattutto alla sera il tasso alcoolico cresce e qualcuno pensa "intelligentemente" di rompere le bottiglie sulla sua superificie, la polizia è solita sorvegliare la zona per multare i comportamenti incivili.
Detto questo, lo Specchio d'acqua è veramente una delle attrazioni più geniali di Bordeaux: semplice, gratuita, disponibile per tutti e spettacolare. Al momento è unica al mondo, ma visto il grande successo anche altre città stanno pensando di creare qualcosa di simile. In attesa di future nuove invenzioni, arrotolatevi i pantaloni e godetevela, perché merita assolutamente.

 Pubblicato da il 28/08/2016 - 1.721 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittà World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close