Cerca Hotel al miglior prezzo

La Città del Vino di Bordeaux: a metà strada tra museo e parco tematico

Ha aperto a Bordeaux una delle strutture più attese degli ultimi anni: stiamo parlando della Cité du Vin, la Città del Vino, un progetto pensato nel 2009 e che ha visto nel tempo sviluppi e modifiche all'idea originale, ma che ora è pronto per essere vissuto in prima persona dal pubblico.
Non vuole essere né un museo né un parco tematico, o forse vuole prendere solo il meglio di entrambe le cose; l'obiettivo è stimolare i sensi e le emozioni in un percorso attraverso la cultura del vino in tutte le sue sfaccettature: culturali, storiche ed evocatrici di un prodotto che è nel DNA di Bordeaux e dei suoi abitanti, così come di tutti i francesi e non solo.

L'esposizione permanente inizia a raccontare la storia del vino presso le antiche civiltà fin dal 6000 a.C. per giungere ai giorni nostri. Il percorso della mostra si sviluppa su un'area di 3000 metri quadrati e affronta 19 diverse tematiche: le leggende, i territori, le espressioni artistiche, le tecniche, la letteratura, il cibo, i riti, la convivialità e molti altri aspetti legati al mondo del vino che sarà possibile scoprire visitando la nuova grande attrazione di Bordeaux.

L'edificio che ospita la Cité du Vin si presenta accattivante già ad una prima occhiata con la sua forma sinuosa: il concept ricorda l'immagine di un'ampolla per fare decantare il vino – o decanter, per dirla con un termine tecnico – e trasmette un'idea di fluidità e movimento continui. La Cité du Vin, situata nei pressi di un altro punto d'interesse turistico e culturale – la Base sottomarina – è costruita proprio sulla riva della Garonne, il grande fiume che attraversa Bordeaux. Ciò non fa che accentuare le sue caratteristiche, volute dallo studio di architetti incaricato del progetto, lo XTU Architects di Parigi.

I numeri della struttura sono impressionanti: 13.350 m² di superficie disposti su dieci piani, dove la torre raggiunge i 55 metri d'altezza, un auditorium con 250 posti a sede per conferenze, spettacoli e concerti, tre aree per le degustazioni, un pontone di 90 metri fissato sulla riva del fiume per permettere l'attracco delle navi e consentire ai visitatori di partire con tour fluviali attraverso i vigneti situati lungo la Garonne, ristoranti, boutique, spazi per esposizioni temporanee e tanto altro ancora per un progetto costato 81 milioni di euro, dei quali il 19% provenienti da finanziamenti privati. La Cité du Vin è infatti proprietà della città di Bordeaux, che ne ha affidato alla Fondation pour la Culture et les Civilisations du Vin la gestione.

Siamo quindi di fronte ad un progetto ambizioso, sul quale non solo Bordeaux, ma anche il dipartimento della Gironde e tutta la regione dell'Aquitaine (Aquitania) hanno investito molto in termini economici e di ritorno d'immagine per il territorio. Parte di questo stesso territorio è visibile direttamente dalla terrazza panoramica, o Belvedere, situato a 35 metri d'altezza, da cui si può godere di un'impareggiabile vista sula città a 360° con il suo centro storico, il fiume, il porto, e più in lontananza anche i vigneti e gli châteaux che l'hanno resa celebre nel mondo.

Per completare il percorso di visita della Cité du Vin occorrono circa due ore, ma sono oltre dieci le ore totali di contenuti audiovisivi suddivisi tra 120 filmati e produzioni multimediali che si possono approfondire durante la visita. Ad accompagnare gli ospiti ci sono strumenti tecnologici e multimediali in otto lingue per permettere a tutti di vivere la propria esperienza all'interno dell'edificio, dove l'accessibilità è pensata anche per le famiglie e per i disabili.

Esiste inoltre un ristorante situato al settimo piano che vanta una spettacolare vista su Bordeaux e la cui carta dei vini propone oltre 500 etichette da tutto i mondo, ma è anche possibile fare una sosta più mirata alle produzioni vinicole presso il wine bar (il Latitude 20), che invita all'assaggio delle oltre 14000 bottiglie della sua cantina.
Segnaliamo infine che il centro informazioni “Routes du vin” della Cité du Vin, presso la hall d'ingresso, è il punto di partenza dei tour – per strada o per via fluviale – tra i vigneti della regione.

Informazioni pratiche
Esistono diverse possibilità di accesso alla Cité du Vin.
Il biglietto d'ingresso all'esposizione permanente comprende anche un bicchiere da degustazione presso “le Belvedere”, ma ci sono anche pacchetti per le famiglie, biglietti per le sole esposizioni temporanee e gli spettacoli, i laboratori ed altre attività.
Segnaliamo di seguito i prezzi dei biglietti semplici, e per maggiori informazioni rimandiamo al sito ufficiale della Cité du Vin (in inglese o in francese).
Adulti: 20€
Adulti ridotto:16€
Ragazzi 12-18 anni: 10€
Bambini 6-12 anni: 8€
Bambini con meno di 6 anni: gratuito

La Cité du Vin
150, 134 Quai de Bacalan
33300 Bordeaux

Come arrivare
La fermata del tram più vicina è quella di ‘Bassins à flot’, linea B. Da qui sono due minuti a piedi.
In autobus esistono molte possibilità di avvicinarsi alla Cité du Vin, ma forse la più comoda è la linea 7, fermata ‘Bassins à flot’.

 Pubblicato da il 31/10/2016 - 6.995 letture - ® Riproduzione vietata

close