Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Little India

Little India, cosa vedere nel quartiere più colorato di Singapore

Volete visitare la Little India più frizzante e autentica? Andateci di domenica quando la maggior parte delle persone, operai indiani inclusi, ha il loro giorno libero dal lavoro: soprattutto nel tardo pomeriggio, vi sembrerà che in strada vi sia metà della popolazione di Mumbai.

Un divertente microcosmo, caotico e frenetico, fermo al tempo della vecchia Singapore con i commercianti di spezie che vendono le loro merci fra le vie porticate del quartiere e i lavoratori indiani che si riversano per le strade ogni week end.

Il cuore di Little India si trova fra Serangoon Road e Jln Besar, che si estende da Campbell Lane a sud e Syed Alwi Road a nord: per conoscere il quartiere e tutto ciò che ospita non c’è nulla di meglio che passeggiare a piedi andando così alla scoperta di negozi interessanti e templi suggestivi anche se l’attrazione principale rimane sempre l’autentica cucina indiana.

L’itinerario a piedi può iniziare dalla stazione MRT di Farrer Park e concludersi a Tekka Centre: poco meno di tre chilometri da percorrere in 1 ora e mezza.

Dirigendosi a nord lungo Race Course Road si raggiunge il Sakya Muni Buddha Gaya Temple, noto anche come “tempio delle mille luci”. Al suo interno, questo edificio buddhista accoglie una statua del Buddha alta 15 metri e pesante 300 tonnellate. Da notare l’ingresso alla costruzione fiancheggiata da due tigri gialle che rappresentano protezione e vitalità e la grande impronta in madreperla del piede del Buddha che, pare, dovrebbe essere una copia di quella che si trova in cima al Picco di Adamo in Sri Lanka. Fondato da un monaco thailandese nel 1927, questo tempio si trova di fronte a quello cinese, il Leong San See Temple che si può raggiungere attraversando la strada.

Dedicato a Kuan Yin, l’edificio sacro costruito nel 1917 è caratterizzato da un tetto con travi decorate da creature mitologiche, come draghi e chimere, motivi floreali e figure umane. Il suo nome significa “tempio della montagna del drago”. E’ aperto tutti i giorni dalle 7.30 alle 17.

Il vicolo di fronte al Leong San See Temple accompagna in Serangoon Road: percorrendola verso sud si raggiunge il Sri Srinivasa Perumal Temple, il primo di Singapore dedicato a Vishnu, chiamato anche Perumal. Edificata nel 1855, questa bella costruzione si presenta con una torre, detta “gopuram”, alta una ventina di metri aggiunta successivamente nel 1966. All’interno custodisce non solo la statua di Vishnu ma anche quelle dei suoi assistenti, Lakshmi e Andal, e del suo mezzo di trasporto, l’uccello Garuda. Il tempio si può visitare dalle 5.45 alle 12 e dalle 17 alle 21.

Proseguendo nel percorso, poco più a sud, s’incontra il Mustafa Centre, centro commerciale di Little India aperto 24 ore su 24. Vera e propria calamita per chi cerca acquisti a basso costo, qui si può trovare di tutto, dagli elettrodomestici ai gioielli in oro sino alle scarpe e ai prodotti di bellezza. Oltre a un vasto assortimento di prodotti alimentari.www.mustafa.com.sg

L’altro lato della strada ospita invece Angullia Mosque, con una bella cupola, frequentata soprattutto da immigrati bengalesi mentre più a sud si trova il principale tempio hindu di Little India, Sri Veeramakaliamman Temple. Questa pittoresca costruzione è dedicata alla dea Kali, la sanguinaria consorte di Shiva, rappresentata spesso con una collana di teschi. Aperto al pubblico in orario 5.15/12.15 e 16/21.15.

Da qui si procede in Veerasamy Road e si gira a destra in Kampong Kapor Road dove si trova Kampong Kapor Methodist Church, chiesa imbiancata a calce e edificata nel 1929. L’itinerario procede in Upper Weld Road e Perak Road; all’incrocio con Dunlop Street si gira a destra per ammirare Abdul Gafoor Mosque, interessante edificio religioso che combina gli stili arabo e vittoriano. Da non perdere è la bella meridiana con 25 raggi decorati da scritte in arabo che indicano i nomi di altrettanti profeti.

Tornando indietro in direzione ovest, in Dunlop Street si possono ammirare le belle a variopinte case negozio, “shophouse”; procedendo oltre si raggiunge invece Kerbau Road per osservare la Tan House, probabilmente l’edificio più variopinto di Singapore. Sia in questa strada che in Buffalo Road vi sono affissi molti manifesti delle dive di Bollywood. Se volete vedere qualche film di questo genere popolare in lingua hindi non potete perdervi una sosta al Rex Cinemas: lo si trova al civico numero 2 di Mackenzie Road. I biglietti costano 15 S$ e i film hanno quasi tutti i sottotitoli in inglese.

Anche gli appassionati di shopping avranno l’imbarazzo della scelta visitando Little India, ad iniziare dall’economico Tekka Centre situato all’angolo fra Serangoon Road e Buffalo Road (aperto dalle 10 alle 22). Sopra alle bancarelle gastronomiche e al mercato si trovano infatti negozi che vendono tessuti e sari indiani e piccole boutique di sarti.

Al 10 di Buffalo Road si possono invece acquistare sari di cotone e di seta di qualità migliore: andate da Nalli, questo il nome del bel negozio di Singapore, se cercate un capo di abbigliamento di pregio. Se invece volete macchine fotografiche, computer e altri prodotti di tecnologia visitate il Sim Lim al civico 1 di Rochor Canal Road (vi consigliamo di contrattare sempre i prezzi).

Uno spuntino? Se vi piacciono le sfide all’ultimo…peperoncino andate al Lagnaa Barefoot Dining, uno dei ristoranti più appetitosi di Little India. Qui potete infatti scegliere il grado di “piccantezza” desiderato per il proprio palato: se scegliete il livello 3 (standard) e riuscite a mangiare tutto senza bere vedrete il vostro nome fra quelli dei campioni del peperoncino. Mangiate un piatto di livello 6? Beh, di sicuro vi inviteranno alla sfida Full Moon Chilli Challenge che si svolge ogni mese: e se arrivate in fondo, il pasto è offerto dal ristorante. Aperto dalle 11.30 alle 22, si trova al 6 Upper Dickson Road.

Oppure scegliete le specialità proposte da Usman, fra Serangoon Road e Desker Road, dove assaporare un delizioso paneer con formaggio morbido non fermentato o il dhal a base di riso e lenticchie. O ancora anche al Sankranti, all’interno del Mustafa Centre, e al Moghul Sweet Shop (in Serangoon Road al civico 48) dove gustare ottimi dolci fra cui palline di pasta fritta immersa nello sciroppo.

Qualunque ristorante o locale scegliate, per vivere la vita di quartiere a Little India ricordatevi di utilizzare le dita piuttosto delle posate e soprattutto la mano destra perché l’altra è riservata alla toilette.

Da non perdere è anche il moderno Indian Heritage Centre, situato all’angolo fra Campbell Lane e Clice Street: un progetto da oltre 12 milioni di dollari completato a fine 2015 in cui ammirare mostre, gallerie espositive permanenti, un centro visitatori, un suggestivo giardino sul tetto e altri spazi destinati a varie attività.

Situato a nord est di Little India si trova anche un piccolo quartiere, Jalan Besar, costellato di caffè artigianali e negozietti che vendono oggetti di design locale. In origine conosciuta per i negozi di ferramenta e gli incontri di pugilato, questa zona di Singapore si è poi trasformata in un luogo di incontro fra architettura antica e nuove tendenze. Non perdete un caffè nell’ex negozio di ferramenta Chye Seng Huat Hardware, il caffè-torrefazione più cool di Singapore, e una visita alle case a schiera a due piani in Petain Street risalenti agli anni ’20.

La stazione di Little India si trova nei pressi di Tekka Centre che si può raggiungere a piedi da Bugis e Farrer Park; il numero 65 degli autobus va da Orhcard Road a Serangoon Road mentre da Colonial District si possono prendere i bus numero 131 e 147 su Stamford Road per raggiungere questo quartiere, uno dei must di Singapore.

 Pubblicato da il 26/10/2016 - 3.650 letture - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittà World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close