Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Tomba di Giulietta - Museo degli Affreschi

La Tomba di Giulietta e il Museo degli Affreschi a Verona

Pagina 1/2

Giulietta è una figura simbolo di Verona, come dimostrano le centinaia di migliaia di visitatori che le rendono omaggio ogni anno.
Pur trattandosi di un personaggio immaginario – anche se diversi studi e riferimenti storici dimostrano che esiste un fondo di verità a cui Shakespeare attinse – la giovane di casa Capuleti ha saputo attirare sui suoi luoghi sé grandi numeri del turismo internazionale di passaggio in Veneto. Anzi, sono molti quelli che si recano a Verona non solo per passeggiare per il suo bel centro storico o per vedere l'Arena, ma appositamente per vedere la casa di Giulietta dove si trova il celebre balcone di una delle scene madri della leggenda shakespeariana, quella in cui la bella Giulietta e il suo Romeo si dichiararono il loro amore.

È risaputo come lo stesso l'edificio risalga in realtà a un'epoca successiva rispetto al periodo in cui effettivamente visse la famiglia Cappelletti (da cui i Capuleti), eppure non c'è innamorato che non finga di credere che quello sia uno dei posti più romantici del mondo.

Dal 1937 esiste ufficialmente anche un altro luogo, sebbene più discreto, dove rendere omaggio alla sfortunata eroina letteraria. È la Tomba di Giulietta, che si trova nel complesso dell'ex convento di San Francesco al Corso. Il sepolcro fu oggetto di pellegrinaggi, se così li vogliamo chiamare, già nei secoli scorsi, quando anche diversi personaggi famosi di passaggio a Verona si recavano presso il convento per omaggiare le spoglie della giovane Capuleti.

Contrariate da tanto clamore suscitato per quello che era di fatto lo scandalo di una ragazza morta suicida, le gerarchie ecclesiastiche decisero di usare la tomba di marmo rosso, ormai vuota, come recipiente per l'acqua del pozzo allo scopo di porre fine al viavai di curiosi. A metà dell'Ottocento il convento venne poi abbandonato e il sarcofago rimase incustodito e abbandonato alle intemperie, provocando lo sdegno di molte persone, fino a quando nel '37 la tomba venne finalmente trasferita all'interno dell'edificio, nei sotterranei, e ripristinata come patrimonio storico e culturale cittadino, trasformandola di fatto in una delle principali attrazioni turistiche di Verona.

Nello stesso ex convento ha poi trovato sede anche il Museo degli Affreschi "Giovan Battista Cavalcaselle", che nel novembre del 2015 ha inaugurato anche l'ala sud del chiostro, una nuova sezione espositiva che va ad integrare la già cospicua raccolta di affreschi precedente.
Ora la collezione copre un arco temporale compreso tra il X al XVIII secolo, dove è possibile ammirare frammenti di lapidi, affreschi asportati da edifici religiosi e palazzi antichi, iscrizioni e decorazioni di altissimo valore storico.
Si va dalle statue provenienti dalle Arche Scaligere ai ritratti degli imperatori romani realizzati da Altichiero nel XIV secolo, passando per gli antichissimi affreschi (X secolo) provenienti dalla Grotta dei SS.Nazaro e Celso, fino ad alcuni dei più begli affreschi trecenteschi che un tempo si trovavano nelle più importanti chiese veronesi.
La visita al museo è facilitata da testi e rappresentazioni multimediali che accompagnano il visitatore nel suo percorso di scoperta dell'affascinante mondo degli affreschi e più in generale dell'arte medievale e rinascimentale.

Tomba di Giulietta
Via del Pontiere n°35, Verona.
Orari:
lunedì 13,30-19,30
dal martedì alla domenica 8,30-19,30.
Prezzi:
... Pagina 2/2 ... Intero 4.50 euro
Ridotto 3 euro
Scolaresche e ragazzi 8-13 anni: 1 euro.
La prima domenica del mese per tutti (da gennaio a maggio e da ottobre a dicembre) 1 €, oppure gratis per i possessori di Verona Card.
Tel: 045 8000361

Museo degli Affreschi G.B.Cavalcaselle
Via Luigi da Porto, 5
Orari:
lunedì 13,30-19,30
dal martedì alla domenica 8,30-19,30.
Prezzi:
Intero 4.50 euro
Ridotto 3 euro
Scolaresche e ragazzi 8-14 anni: 1 euro.
Ingresso con biglietto cumulativo musei Tomba/Casa di Giulietta: intero 7 euro – ridotto 5 euro.

Maggiori informazioni sul Sito Ufficiale

 Pubblicato da il 07/02/2016 - 1.347 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close