Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Marienplatz

Marienplatz, passeggiata sulla piazza principale di Monaco di Baviera

Nell’altopiano svevo bavarese, un centinaio di chilometri a nord delle Alpi, Monaco di Baviera è cresciuta alla sinistra del fiume Isar. Un monaco nello stemma suggerisce l’origine della città da un monastero dell’alto Medioevo ma il periodo d’oro di München comincia nel 1506 quando diventa capitale della Baviera.

Fra giardini all’inglese e di corte e celebri piazze, Monaco vanta capolavori di urbanistica che rendono piacevole e interessante una passeggiata alla sua scoperta. Tant’è che per muoversi in centro la soluzione migliore è quella di farlo a piedi anche per via dell’ampia zona chiusa al traffico veicolare fra Karlstor, il Rathaus e la Residenz.

Pittoresco cuore di Monaco, Marienplatz, Piazza di Santa Maria, ne è la principale piazza famosa anche per la sua particolare forma allungata. Lunga 100 metri e larga 50, quest’area urbana venne fortemente voluta nel 1158 da Enrico il Leone, rappresentante della dinastia dei Guelfi e duca di Sassonia. Quando agli inizi del 1300 Ludovico il Bavaro decise di concedere a Monaco il diritto di mercato questa piazza divenne per secoli palcoscenico di eventi e manifestazioni pubbliche.

Conosciuta in origine come Markt, nel 1807 assunse l’attuale nome di Marienplatz attribuitole dai cittadini di Monaco che proprio in quell’occasione chiesero l’intervento della vergine Maria per proteggerli da una grave epidemia di colera che rischiava di decimare la popolazione.

La piazza, che ruota attorno al perno della colonna barocca in marmo della Mariensaule dedicata anch’essa alla vergine patrona della Baviera (eretta nel 1638 per commemorare la fine dell’invasione svedese), è qualificata da presenze contrastanti: il quattrocentesco vecchio municipio (Altes Rathaus), parzialmente ricostruito dopo la guerra; la gran mole neogotica (1867-1908) del nuovo municipio, il Neues Rathaus, con il famosissimo orologio carillon a figure che si animano allo scoccare delle 11; la Peterskirche, la più antica di Monaco (XII° secolo) più volte rimaneggiata con la svettante torre di facciata (XIV° secolo) e il sontuoso interno barocco.

Marienplatz ospita anche la Fontana del Pesce, Fischbrunnen, collocata di fronte all’ingresso del municipio di Monaco. A costruirla nel 1886 fu Konrad Knoll, professore all’università tecnica della città bavarese e scultore: purtroppo la seconda guerra mondiale portò alla distruzione quasi totale di questo monumento che venne ricostruito negli anni ’50 utilizzando alcuni elementi della fontana sopravvissuti ai gravi danni del conflitto.

Sotto la piazza principale di Monaco si trova inoltre la più frequentata stazione metro della città da cui prende anche il nome. Fu Alexander von Branca, importante architetto tedesco, a disegnarla seguendone passo a passo la realizzazione. Inaugurata nel 1971, la stazione (una delle prime ad essere costruita) è stata poi sottoposta ad un imponente intervento di ampliamento che però ne ha conservato intatto il design originale degli anni ’70. Ancora oggi, a distanza di decenni, le pareti della Marienplatz sono tinteggiate di arancione.

Definita anche il “salotto della città”, Marienplatz è uno dei luoghi più frequentati sia dagli abitanti che dai turisti che qui si danno appuntamento per una birra, per fare shopping o semplicemente per fare quattro chiacchiere fra amici.

Se nel Medioevo la piazza dedicata a Maria era solita ospitare il mercato del sale e del grano, in tempi più moderni quest’area urbana è diventata il suggestivo scenario in cui organizzare il mercato natalizio che da fine Novembre al 24 Dicembre anima il cuore di Monaco. Il Christkindlmarkt, ovvero il mercatino di Gesù Bambino, si trasforma in un mercato all’aperto dove acquistare addobbi natalizi, oggetti di artigianato e di gastronomia in un’atmosfera caratterizzata da melodie natalizie e dalle luci del grande albero di Natale.

 Pubblicato da il 06/10/2015 - 2.594 letture - ® Riproduzione vietata

close