Cerca Hotel al miglior prezzo

Alla scoperta dei mercatini di Kuranda

Kuranda, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Anno dopo anno la notorietà di Kuranda è in continua crescita, e l'eco dei sui celebri mercatini rimbalza sui siti internet, amplificandone la notorietà e contribuendo al suo inarrestabile sviluppo. E pensare che qualche decina di anni fa Kuranda non era altro che un piccolo villaggio disperso nella foresta pluviale, fuori da ogni percorso turistico, a parte per qualche indomitio backpakers che cercava di avventurarsi tra le montagne dell Great Dividing Range. Ora dal nullla è sorta una cittadina laboriosa, ma fortunatamente ancora si respira un po' dello spirito pioneristico dei primi colonizzatori, e Kuranda non è stata soffocata dalla sua popolarità. Anzi, tutt'altro Kuranda conserva ancora un aspetto di luogo di frontiera e non si è trasformata in una città ad uso e consumo dei turisti.

A Kuranda ci si può arrivare in auto, prendendo una deviazione sulla Cook Highway qualche km a nord di Cairns, e percorrere i circa 20 km di strada tortuosa che risalgono le pendici delle grande catena divisoria (great dividing range). Oppure ci si può affidare al treno e alla funivia, od a una combininazione dei due mezzi, scendendo per esempio la ferrovia per dcendere a valle e la funivia per salire fino ali 600 m circa di quota della città. La funivia, denominata Skyrail, ha il vantaggio di viaggiare sulla parte alta della foresta (canopy) e consente panorami unici della foresta pluviale, viaggiando viciino alle cime degli alberi che si trovano a più di 40 m di quota! Il percorso si snoda per 7,5 km e impiega circa un ora e mezzo di tempo, in modo da lasciarvi gustare nel silenzio la magia della foresta pluviale tropicale. Apre dalle 8:15 fino alle 17:15 e chiude solamente il giorno di Natale. Il biglietto costa sui 65 euro.

Il treno fornisce tutt'altra esperienza, viaggia nella parte bassa della foreste pluviale, con un punto di vista quindi diametralmente opposto a quello della funivia, ma non per questo meno spettacolare. Allo stesso prezzo della funivia potrete compiere l'andata su di un mezzo, consigliamo la funivia e il ritorno sull'altro, e cioè il treno. Il pomeriggio la luce è favorevole per fermarsi alla stazione di Burron Falls e andare ad ammirare le grandi cascate che si infilano nella gola del fiume Burron. Durante il monsone, e cioè nei mesi estivi che vanno da dicembre a febbraio, la portata del fiume è davvero impressionante e le cascate sono assolutamente da non perdere. In ogni caso le cascate possono essere visitate con la propria auto, la lascerete in un parcheggio e poi un sentiero di un paio di km scende fino al punto panoramico migliore.

Comunque siate arrivati a Kuranda, la giornata vi sembrerà brevissima, tante sono le cose che impiegheranno il vostro tempo: prima di tutto lo shopping, passeggiando tra i vari mercatini e i negozi, ricchi di occasioni, prodotti locali ed artigianato aborigeno. Vi potrete concedere una pausa visitando il Koala Garden, dove avete l'opportunità di vedere da vicino i simpatici orsacchiotti australiani e magari fare una foto mentre ne tenete in braccio un buffo esemplare (a pagamento), ma poi ci sono altri animali come i coccodrilli, i wombats, i canguri e wallaby cui potrete dare da mangiare con le vostre mani ed altro ancora. Poi c'è il Butterfly Sanctuary, con gli esemplari più colorati e affascinanti di farfalle australiane, e il parco culturale aborigeno, Tjapukai.

  •  

News più lette

close